Thursday, Oct. 24, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 30 Ott 2015

|

 

Social Blog Italian Poker Open 19

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Social Blog Italian Poker Open 19

Area

Vuoi approfondire?

Mancano solo pochi minuti all’inizio dell’Italian Poker Open, torneo da 500.000€ di montepremi e una prima moneta da 125.000€ garantiti sponsorizzato da Titanbet.

Alle ore 18.30 verrà infatti annunciato lo Shuffle Up And Deal del Day 1A dell’edizione numero 19 di uno degli eventi live più importanti del panorama nazionale.

ItaliaPokerClub vi terrà in costante aggiornamento sugli sviluppi del torneo attraverso il nostro social blog live che vi permetterà di vivere appieno l’atmosfera del Casinò Municipale di Campione d’Italia. Vi sentirete coinvolti nel torneo come se foste qui in prima persona, grazie a tutte le mani, gli approfondimenti ed i racconti di ogni situazione interessante che si presenterà tra gli oltre 50 tavoli disposti al nono piano del casinò!

03.10 - Cala il sipario anche sul Day 2

Anche la seconda giornata di giochi volge al termine, dopo lo scoppio della bolla. Andrea Benelli è uno degli ultimi eliminati di giornata, il suo KQ non trova spazio per sorpassare l’A-Q dell’avversario e per lui arriva un 113° posto.


Saranno 108 quindi i giocatori ad accedere al Day 3 di queste IPO, capitanati da Dario Rusconi che sigilla nella busta l’importante stack di 1.515.000 chips. Bene anche Aris Theodoris (1.355.000), Federico Piroddi (934.000) e Salvatore Bonavena (818.000).


Appuntamento a domani alle ore 13.00 sempre al Casinò Municipale di Campione! (report di giornata)

02.55 - Ultime tre mani

Pochi attimi dopo all’applaudito scoppio della bolla, vengono annunciate le ultime tre mani di giornata per i 112 giocatori left.

02.45 - And the bubble blows

Dopo 4 situazioni a rischio, scoppia ufficialmente la bolla a queste IPO, decretando i 120 giocatori che torneranno a casa premiati. La mano dell’eliminazione del bubbleman Sokol Zhivanaj si svolge tutta preflop, le sue dame QQ si scontrano contro gli AJ di Armando Di Giorgio ed il board si presenta: K8A T 4 decretandone l’uscita.


Non è stato fortunato come Bassano Jean Marc, a rischio di poche mani prima, che ha visto la sua coppia di K-K  pescare il set al river contro la coppia di Assi di Silbernagel Gilles con A3


bolla-small

02.30 - Bassano rischia la bolla...

Momenti di panico per Jean Marc Bassano, che pusha le sue 162.000 in piena bolla dopo il raise 40.000 di UTG+1 ed il call di Silbernagel Gilles. È solo quest’ultimo a chiamare con A3, partendo sotto ai KK di Jean Marc, anche se il flop inverte le cose: A22, turn 7.


Ormai le speranze sono ridotte all’osso e Bassano sembra condannato ad essere l’uomo bolla del torneo, ma un magico K ristabillisce l’ordine naturale delle cose e regala un inaspettato double up!

01:56 - Rusconi vola a 1.200.000

Su un flop J-J-8 per tre giocatori Dario Rusconi punta, Aris Theodoridis chiama, e il terzo player manda i resti per 127.000 chip. Chiamano entrambi.


Turn Q, Rusconi minibetta 60.000, call di Aris. River 3, 200.000 per Rusconi e Theodoridis passa mostrando T9 suited per la scala. Fa bene… perché Rusconi ha QQ per il full, e anche il trips di Jack con J7 dello short stack non basta. Dario vola a 1.200.000 chip!

01.40 - Theodoris goodrunna anche nelle penalità

Aris Theodoris riceve una sanzione di due mani per essersi alzato dalla sedia in un momento non opportuno… Poco male, anche se cadono proprio quando deve pagare SB e BB. Questo poi si rivela anche una fortuna quando Enrico Mosca gli ruba il buio e mostra A-K…

01.30 - Buongiorno, double up!

L’ansia di uscire in bolla stava logorando Andrea Buongiorno, che ha open pushato 13bb da CO ricevendo il re-shove di Poar-Khomany Kasia, monster stack del tavolo. Il BB folda dichiarando A-Q, mossa poco furba dato che gli altri mostrano in ordine AJ e KJ. Il flop presenta un Asso, ma accompagnato da due carte a quadri che alimentano la suspense, anche se alla fine il piatto se lo aggiudica Andrea. Kasia resta in gioco con uno stack superiore alle 1.100.000.

01.25 - Che botta per Castro!

Apertura a 33.000 per Raffaele Castro, 3bet a 90.000 per Massimo Grumelli, call. Sul flop 4-5-J con due fiori, check di Castro, c-bet 120.000 di Grumelli, call.


Turn 7, check Castro, all in 257.000 per Grumelli, Castro va in the tank e dopo averci pensato per svariati minuti opta per il call! 66 per Castro, AJ per Grumelli, arriva anche un Asso river e Castro rimane con sole 250.000 chip.

01.16 - Meno 11 alla bolla

Mancano solo 11 giocatori eliminati per poter annunciare a tutti gli altri di essere arrivati a premi.


Chi otterrà lo sgradito titolo di bubbleman?

01.02 - KK scoppiati da 64 e Arendi esce di scena

Vincenzo Scarpitti dà sempre più spettacolo al suo tavolo.


Va a vedersi il flop con Rafal Arendi ed escono 3-4-6. All in ed istant call e Arendi gira una coppia di K-K, mentre Scarpitti parte in vantaggio con 4-6. Il turn apre un progetto di colore per Rafal, ma al river è la trash hand ad avere la meglio. Player out e uno stack da quasi un milione per Scarpitti.

00.58 - Nuovo livello

Comincia il livello 21 blinds 8.000/16.000 ante 2.000

00.52 - E luce fu!

Si riprende da dove è stato lasciato: pochi minuti allo scoccare del 21° livello!

00.38 - Grande buio

Intanto in sala si spengono le luci e cala la notte. Sarà uno scherzo di Halloween? Siamo in pausa forzata, a tra poco!


buio-small

00.30 - Piroddi a 400K

Federico Piroddi non molla il colpo e con un paio di piatti a segno, e un bell’uncontested pot da 140.000, resiste in average a 400.000 chips.

00.18 - Scarpitti on fire!

Dopo un all-in diretto da 110.000 e un call, Vincenzo Scarpitti manda a sua volta i resti per 270.000 gettoni. Il caller ci pensa a lungo, poi decide di passare dichiarando un Asso. Scarpitti gira le sue QQ, il giocatore short stack mostra AT… un altro Asso appare sul flop, ma alla Donna turn Scarpitti esulta e sale a circa 500.000.

23.55 - Nuovo livello

Si rientra dalla pausa e parte il livello 20: blinds 6.000/12.000 ante 2.000.

23.40 - Pausa

15 minuti di pausa per tutti, a tra poco!

23.35 - Sick river per Pisano

Arriviamo al flop 657 dove Enzo Pisano e Frederic Zaiat si contendono il piatto. I due vanno ai resti in breve tempo, mostrando rispettivamente 75 e JJ. Una brutta sorpresa runner runner per Pisano: 2 9 che regalano il colore all’avversario. Enzo non nasconde la sua alterazione…

23.19 - Out Swissy Rinaldi

Nulla da fare per Claudio “Swissy”  Rinaldi, che rimasto corto affida tutte le sue speranze a Q-Q e viene chiamato da due giocatori. Buone notizie quando uno di essi mostra J-J, un po’ meno quando l’altro mostra A-A e si aggiudica la mano.

23.14 - Benelli accusa un colpo e scende a 270.000

Comodamente sopra average, Andrea Benelli apre da Early Position per poi chiamare il push di Spaziano Gaetano che ammonta a 108.000. Arrivano le brutte notizie quando ai T-T di Benelli Gaetano risponde con dei K-K che reggono fino alla fine. Per andrea uno stack da 270.000 su avg 350.429.

22.58 - Out Delfino Novara

Colpo sfortunato per Delfino Novara che perde un pot da quasi 800.000 chip. Su flop A K 10 si ritrova ai resti con A-10 in mano, l’avversario ha A-Q… il turn è un K che dà a entrambi la doppia coppia di Assi e Re ma all’avversario il kicker più alto, e Delfino lascia l’IPO!

22.40 - Livello 19

Si alzano i blinds: 5.000/10.000 ante 1.000.

22.18 - Pokerbern dà il colpo di grazia a Cortellazzi

Finisce qui l’avventura di Andrea Cortellazzi ai tavoli di questo 19° IPO. Prima apre da CO con AQ ricevendo il call del bottone ed il push dello SB per circa 90K totali. Con 210K dietro Andrea sceglie di chiamare ma si schianta contro gli A-A dell’avversario, che raddoppia. Poche mani dopo c’è l’open di Bernardini per 17.000, Andrea con 9-9 opta per il push delle 110.000 che gli restano, ma Gianluca lo chiama con T-T e si aggiudica la mano.

22.05 - Quattro ganci per Seregola

Fabio Seregola con coppia di Jack sceglie di re-pushare dopo l’open di un giocatore ed il push di un altro. Alla fine il primo giocatore folda e il piatto viene conteso in HU contro i K-Q del primo giocatore in all in. Il flop non lascia spazio ad errori: K-J-J per un poker che molto difficilmente verrà battuto, anche se il turn K comincia a preoccupare… Il river comunque è un 7 che aggiudica a Fabio il pot e porta all’uscita l’altro giocatore.

21.49 - Da 10bb a quasi 4 volte l'average!

Incredibile Dario Rusconi, che tre livelli fa aveva circa 10bb ed ora svetta oltre le 900.000 chips… Dopo aver triplicato il suo stack con T-T vs. A-K vs. Q-Q, passa qualche mano e Dario apre la sua coppia di 8 trovando il solo call del BB. 9-8-6 e BB punta 20.000, chiama Dario. 2 al turn che non cambia molto, Rusconi shova in risposta alla seconda puntata dell’avversario, il quale poi chiama con 9-7 e non riesce ad aggiudicarsi il pot. E da qui si continua a salire…

21.40 - Nuovo livello

Si ricomincia! Blinds 4.000/8.000 ante 1.000.

20.40 - Pausa cena

Un’ora di pausa cena per i giocatori ancora in corsa a questo Day 2.

20.18 - Double up per Cortellazzi

Apre Andrea Cortellazzi da UTG+2 a 17.000, chiama solo il giocatore alla sua sinistra. 67T e Cortellazzi c-betta 19.000, call. Turn 2, bet 30.000 di Andrea che chiama il push di 64.000 totali dell’altro. AA per Cortellazzi che deve sperarer in un cuori per battere il set 77 dell’altro. Il river è un magico 3 ed Andrea torna in average.

20.02 - Silbernagel oltre il milione

Gilles Silbernagel, non è uno scioglilingua ma il nome dell’attuale chipleader, che grazie ad alcuni call piuttosto “estrosi” ad all-in avversari ha superato il muro di un milione di chip!

19.40 - Nuovo livello

Ultimo livello prima della pausa cena per i 264 giocatori in game: 3.000/6.000 ante 500.

19.35 - Brutto colpo per Aris che resta comunque in piedi

L’ex chipleader Aris Theodoridis prende una batosta contro Gabriele Citro. Pur partendo in vantaggio Aris con 88, Citro con 89 riesce a superarlo con un board che recita 5-T-7-J e nonostante le invocazioni di split di Theodoridis, il river non cambia le cose. Per Ancora oltre 350.000 chips e un amaro in bocca non indifferente…

19.20 - Bernardini minibetta e incassa

Sull’apertura di Gianluca Bernardini da middle position a 10.000 c’è il call di Benjamin Soule da small blind.


Flop 1092, check Soule, 12.000 Bernardini, 24.000 il raise del francese, call.


Turn: 9, bet 28.500 di Soule, call.


River: 2, Soule check, Bernardini sceglie una size molto piccola e punta 16.000, call e muck per Soule quando “pokerbern” gira KT.

19.03 - Scala reale per Fabio Zambruno!

E’ la seconda volta che all’ex chipleader Andrea Zanzarzi “scoppia” una coppia d’Assi: stavolta, però, con molto stile, dato che gli AJ di Fabio Zambruno gli fanno chiudere addirittura scala reale!


reale

18:39 - Rientro dal break

Nuovo livello al day 2 IPO: siamo a 2.500/5.000 ante 500 per i 320 player ancora ai tavoli.

18.04 - Rimonta rapida di Aris

Un bel piattone che lo porta ai piani alti del count, se non addirittura chipleader. Aris Theodoridis apre con K9 ricevendo il call dello Small Blind, ed il flop è da sogni: K97. Check, c-bet 12.000 per Aris e call. Turn K, stavolta SB decide di check-raisare ad 86.000 la second barrel di Aris, che con il nuts si limita al call. Il river è un 9 che rovina un po’ i giochi ad Aris, che dopo il check di SB sceglie di pushare comunque. L’avversario chiama ma il suo flush con A2 non basta ad assicurargli il piatto: player out!

17.52 - Theodoridis accusa un colpo ma resta sopra avg

Aris Theodoridis si contende un pot da 560.000 chips con AA contro i JJ dell’avversario. Al river quando le probabilità dell’avversario sfiorano il 2%, esce un J che inverte le percentuali. Aris è comunque in corsa con 230.000 chips.

17.43 - Non buone notizie in casa Canavesi

Il nostro redattore Marco Canavesi è ancora in gioco, ma un fold sofferto ha colpito duramente il suo stack. Apre preflop Sofiane Belkilani da CO e Canavesi da BB resta in gioco. 2AT e Marco check-calla i 10.000 avversari. Q, ancora check-call per 15.000. Il river chiude tutti i progetti: J e Marco pensa il da farsi di fronte al push per 53.000 dell’altro. Al termine delle riflessioni il Cana sbuffando “È cascata proprio la mia, e proprio la più brutta del mazzo” getta nel muck… cosa avrà avuto?

17.25 - Nuovo livello

400 player in gioco e si va ora al 15° livello: bui 2.000/4.000 ante 400.

16:59 - Triple up di Dario Rusconi!

Sull’apertura di Andrea Benelli e la 3bet di Francesco Donadio, Dario Rusconi decide di mettere tutto lo stack in mezzo al tavolo, 33.400 gettoni. Riceve il cold call di Giuseppe Fontana, il fold di Benelli e il call di Donadio.


Con il board che dice J J 10 2 9, Rusconi gira la sua coppia di Dieci ed è buono contro AK e QQ dei due avversari: si sale a quota 115.000 in un colpo solo!

16:40 - Big pot per Theodoridis

Dopo aver check-raisato al turn, su board 9 10 4 9 8 Aris Theodoridis spara una bet da 60.000 al river. L’avversario ci pensa un po’, ma non è troppo convinto, e alla fine passa. Lo stack di Aris sale così oltre i 250.000 pezzi!

16:01 - Out Dinobreak, Benelli il giustiziere

Sull’apertura di Andrea Benelli, Gerardo “Dinobreak” Muro decide di mandare all-in con AJ. Il toscano però chiama con QQ e il board gli dà ragione. Muro out, Benelli sale oltre 235.000 chip!

15.50 - Bel piattone per De Bessa

Action molto aggressiva al preflop, che si conclude con un call di Adriano De Bessa alla 4-bet IP di Giovanni Socci per 35.000 circa.


Il flop è JAJ e De Bessa donkbetta 25.000 ricevendo il call dell’avversario. Sul turn 3 il primo giocatore sceglie però di checkare ed istant-pushare sulla bet di Giovanni. Quest’ultimo infine chiama con A8 ma non riesce a superare l’AQ dell’altro, e mentre paga le 67.200 che gli deve, non risparmia critiche sul call preflop con A-Q…

15.35 - Quota 500

Già tanti eliminati in queste primissime ore di gioco al day 2 dell’Italian Poker Open: con gli ultimi player out rimangono ancora 500 giocatori ai tavoli del Casinò di Campione, a litigarsi i 120 posti a premio.

15.10 - 'superprimex' entra in grande stile

Recuperata qualche ora di sonno, Daniele ‘superprimex’ Primerano arriva carichissimo ai tavoli di questo Day 2. Vince già un importante piatto con un avversario che al river su 9J9 3 A punta 6.000 e paga il raise a 36.000 di Daniele, per muckare alla vista del suo full con 33

15:08 - Nice pot per Mazzia

Daniele Mazzia inizia bene questo day 2: Massimo Simonetti decide di limp-repushare AQ ma si trova di fronte le QQ di Mazzia. Board con qualche brivido per i progetti di scala con l’Asso, ma alla fine Simonetti è out e Daniele torna sopra average!

14.40 - Out Lacchinelli

Riccardo Lacchinelli riesce a vincere qualcosa nelle prime mani di giornata, ma il suo stack da 23.000 non è comunque sufficiente ad avere un buon margine di manovra.


Il suo tentativo di rimonta crolla subito però, con un push da SB con 85 che trova Q-Q contro. Al flop cade una fiori che apre le speranze, il turn è un’altra carta di fiori che le alimenta, ma il river le spegne per sempre e lo condanna all’uscita da questo IPO.

14.24 - Preite ingrana la marcia giusta

A pochi minuti dalla partenza già il field comincia a scremarsi, gli annunci di “Player out” dei dealer rimbalzano da un lato all’altro della room.


Intanto Gaetano Preite parte col piede giusto, facendo “cry-foldare” i suoi avversari che già non ne possono più “La prossima volta non ti credo più eh….!”

14.09 - ...go!

Si parte! Blinds 1.000/2.000 ante 200, average stack 93.333. Chi si aggiudicherà la prima moneta da oltre €150.000?

13.55 - Ready, set...

I 612 giocatori in corsa al Day 2 dell’Italian Poker Open prendono posizione ai posti ed estraggono le chips dalla busta… a breve si comincia!

 

_________________

DAY 1B

03.40 - Si chiude il Day 1 B

392 giocatori sigillano le buste con almeno una chip all’interno.


Avanti a tutti Henry Levi con 332.700, bene anche Alessandro Lauri con 318.500. Sopra le 100K anche Perati con 105.000, ‘pokerbern‘ con 121.900, Enrico Mosca con 106.000 e Benelli con 117.000. Menzione d’onore al nostro Marco Canavesi che imbusta 76.500 chips!


Appuntamento a domani alle ore 14.00 per lo Shuffle Up And Deal del Day 2, nell’attesa leggete il nostro report di giornata.

03.28 - Anche Scalzi out all'ultima mano del giorno

Come Musso, neanche Antonio Scalzi vuole accedere al Day 2 con meno di 15bb. Dopo aver aperto con K-Q, pusha sulla 3-bet di un avversario che lo chiama dominandolo con A-K. Il K che si materializza sul board è irrilevante ai termini della mano, e per Scalzi arriva la fine del torneo.

03.15 - Musso out a pochi passi dalla fine

Rimasto ormai corto Maurizio Musso accetta di metterle anche al 30% nella speranza di accedere al Day 2 con uno stack dignitoso. È proprio quello che fa e si gioca tutto con A8 trovando di fronte l’AQ dell’avversario. Il board è beffardo: 388 Q K e Musso è player out.

02.40 - Ultimo livello

Undicesimo ed ultimo livello di giornata: blinds 800/1.600 ante 200.


Attualmente in gioco ancora 429 players sui 724 alla partenza.

02.31 - Passare da 6K a 100K? Fatto

“One chip one chair” ed a Giovanni Vermi bastano tre mani per portare il suo stack da 6.200 chips ad oltre 100.000. Prima un K-K vs. J-J di Carlo Savinelli, classico cooler senza sorprese dal board. Poi un K-9 che riesce a superare i J-J dell’avversario e per ultimo un flippone con coppia di 9 contro i K-Q di oppo: board liscio e ci si riporta in gara sopra average!

02:11 - Perdiamo anche Minasi

Continua l’ecatombe di pro: Alessandro Minasi finisce ai resti con 88 settati su board A 10 8. Oppo gira 9 e 7… 6 turn per la scala, non arriva il full e Minasi deve lasciare il day 1B!

01.55 - Fuori dai giochi anche Gianluca Trebbi

Si susseguono le eliminazioni in questo nono livello di giornata: rimasto corto Gianluca Trebbi manda i resti squeezando circa 15 big blind con 77. Call dell’original raiser con JJ e nulla di buono dal board.

01.44 - GG Minieri!

Niente da fare in questo day 1B per Dario Minieri! Decide per una condotta aggressiva pushando con K10 su board A23. L’avversario però non si fa intimorire e chiama con AJ, niente cuori sul board e Dario out!

01.25 - Out Micol Tiafu

Su bui 500/1000 arriva un raise a 3.000 e un call, Micol Tiafu trova AK e decide di squeezare a 10.100. All-in dell’original raiser e call, la Tiafu si ritrova contro QQ e il board va liscio. Out!

01.12 - Triple up per Savinelli!

Prima mano al rientro dalla pausa e Carlo Savinelli passa da short a sopra average con un triple up! Con KK si ritrova ai resti contro 88 e AQ, arriva anche un K river, e Carlo risale a 75.000 gettoni quando la media è di 57.000.

00.41 - Chieregato: 'Mi sto facendo outplayare...'

Per Amedeo Oddone Chieregato non è un buon periodo. Pur essendo in pieno average con 59.000 racconta di aver già perso contro tre scale ad incastro e di aver dovuto foldare spesso la mano migliore, pur immaginando di essere avanti “Uno prima ha shovato al turn in bilaterale, io avevo Top Pair Top Kicker ma avrei dovuto giocarmi quasi 60K… ho foldato. Mi sto facendo outplayare ma di questi tempi se rischio qualcosa loro chiudono sempre!”

00:27 - I numeri ufficiali: 120 posti a premio!

Dopo la chiusura delle iscrizioni è il momento di tirare le somme per l’Italian Poker Open 19: sono 1428 le entries totali, e saranno 120 i giocatori ITM. Ecco l’intero payout:


1. 153.000€


2. 100.100 €


3. 61.600 €


4. 44.800 €


5. 34.800 €


6. 27.880 €


7. 21.220 €


8. 16.100 €


9. 11.600 €


10-12. 8.100 €


13-15. 5.400 €


16-20. 3.800 €


21-30. 2.700 €


31-50. 2.100 €


51-70. 1.700 €


71-90. 1.300 €


91-120. 1.100 €


00.16 - Nice bluff per Millauro, ma Conti non ci casca!

Raise preflop di Dario Millauro a 1.300 da MP, chiama Luigi Conti dal seat adiacente e call anche del BB. Sul flop T68 BB checka imitato da Millauro, Conti invece punta 3.075 trovando il fold del BB e il call di Dario. Sul turn 3 quest’ultimo checka, bet 5.100 di Conti, raise 13.300 per Millauro e call. Il river è un 8 che accoppia il board, Dario va all in per 20.425, dopo un po’ di riflessioni l’avversario chiama con AT, e Millauro deve abbandonare il torneo girando un 73

23.46 - Double up per Darietto

Anche Dario Minieri fa sentire il suo ruggito! Grazie al K al river Dario chiude una scala con il suo A-J e l’avversario con K-Q una doppia coppia. Davanti all’ultima bet di Minieri oppo tanka ed infine chiama, lasciando il piatto a Dario che si porta oltre le 60.000.

23.41 - Preite a 90K

Gaetano Preite porta il suo stack ad alti livelli eliminando un avversario con J-J vs. 9-9: all in preflop e sul board un set over set lo porta a quota 110.000 chips!


Persa una mano poco dopo scende di nuovo a 5 cifre, ma i suoi 90.000 corrispondono comunque a quasi il doppio dell’average!

23.12 - Out and Rebuy anche per il Primex

Dopo Minasi, anche Daniele Primerano esce di scena, per poi rientrare in gioco all’istante. La sua Kournikova A-K non riesce a superare i T-T avversari e Primex si alza dalla sedia, ma ora è di nuovo in corsa per la sua seconda chance!

23.06 - Alessandro Minasi out&in

Nulla da fare per Alessandro Minasi… per lo meno per il suo primo stack!


Alessandro si gioca tutto con QX, per una Top Pair con contorno di Flush Draw, ma l’avversario che lo chiama con Q-8 ha una doppia coppia che al river si rivela sufficiente ad eliminarlo… Minasi comunque non si scompone ed acquista subito un altra entry.

22.45 - Primex dimezza il suo stack

Al sesto livello di giornata non ci sono buone notizie per Daniele Primerano.


Superprimex non sembra aver ancora ingranato la marcia giusta e dopo l’ultima mano, che lo vede bet-tank-foldare al rilancio dell’avversario su JA3 A T, il suo stack scende a 22.350… Con 50bb comunque c’è ancora un buon margine di manovra!


primex

22.35 - Nuovo livello

I 684 giocatori in gara (724 iscritti) giocheranno da ora il sesto livello blinds 200/400 ante 25.

22.30 - Anche Scalzi è dei nostri

Tra le centinaia di persone che affollano la room, in gioco anche Antonio Scalzi, che è già ben sopra average con 60.000 chips raggranellate piattino dopo piattino (esattamente come Enrico Mosca…)

22.10 - Un trips non è mai nuts

Preflop apre un giocatore da Middle Position a 600 e trova i call di 3 giocatori blinds inclusi. Flop 8Q8 e giro di check. Al turn 3 lo SB Sirjy punta 1.500 per chiamare il raise 4.000 del quarto player. Al river J Sirjy punta ancora dimostrando molta forza, ma oppo decide comunque di raisare 14.000 e chiamare il push avversario, che con J8 ha trovato nel river una sicurezza in più sufficiente ad eliminare l’altro con 98. Secondo voi avrebbe dovuto limitarsi al call?

21.50 - Si riprende

Riprendono i giochi blinds 150/300 ante 25.

21.30 - Break

Prima pausa per i giocatori di questo Day 1 B IPO. A fra poco!

21.20 - Mosca a 60K

Enrico Mosca comincia con grinta, rubacchiando e vincendo molti piatti piccoli. Nessuna mano spettacolare o altro, ma il suo stack comunque si porta ampiamente sopra avg a quasi 60K…

20.58 - Ultimo livello prima della pausa

150/300 i bui, ancora senza ante, per il quarto livello di gioco, al termine del quale i player avranno una pausa da 15 minuti. Intanto arrivano anche Muhamet Perati, Gaetano Preite, Micol Tiafu!

20.30 - Triplo busto per 160K

Alessandro Lauri vince il pot of the day (fino a questo momento almeno). Si trova ad affrontare tre giocatori sul board 673, ed il fato ha incastrato le mani giuste per andare rotti già in questa prima street: 6-7 per lui, 6-3 per un avversario, monster draw con 85 per un altro e flushdraw nuts per il quarto con AX. Il turn già chiude i giochi: 7 ed al river scende un ironico fiori T che ormai non può più cambiare le cose. Tre player out e un piatto di tutto rispetto per Lauri.

20.17 - A volte basta un kicker

Arriviamo al turn T55 3 e vediamo Rocco Natuzzi rilanciare a 17.500 la bet 6.000 dell’avversario. Beluga è stato molto chiaro a definire questa situazione, ma l’avversario non si tira indietro e accetta la scommessa.


Il river è un 4 e Rocco pusha le sue ultime 18.000, mossa che l’altro avrebbe dovuto aspettarsi, ma dopo un po’ chiama nascondendo il suo 85 alla vista del A5 di Rocco.

19.53 - Savinelli, third time's the charm?

Carlo Savinelli si presenta al day 1B all’inizio del terzo livello di gioco (bui 100/200). “Ieri non è andata bene, due buy-in sono durati davvero poco… oggi cambio tattica e mi iscrivo dopo due livelli, vediamo cosa succede”

19.30 - Monticciolo ammonticchia

Il “Vamos!” non passa mai di moda, non finché il poker continua ad emozionare.


Dopo il limp di UTG arriva il raise 600 di UTG+1, flattano Alessandro Monticciolo da MP e lo Small Blind. Flop J9T, OR punta 2.000 e call per Alessandro. Turn , secondo proiettile a 4.000, raise 12.000 e all in del primo a parlare, che avendo già raddoppiato copre abbondantemente Monticciolo.


Quest’ultimo chiama con il nuts KQ, ma al river molte carte possono cambiare la situazione contro i JJ avversari. Il 7 è liberatorio e il grido “Vamos!” riecheggia per tutta la sala.

19.02 - 620 in sala con tanti volti noti

I monitor segnano ben 620 player iscritti a questo day 1B, e il numero continua ad aumentare con le iscrizioni che rimarranno aperte fino al sesto livello di gioco.


Ai tavoli dell’IPO oggi troviamo Sergio Castelluccio, Luigi Curcio, Daniele Primerano, Maurizio Musso, Enrico Mosca, Alessandro Minasi, Dario Minieri e tanti altri… stay tuned!

18.37 - Primo out

Pochi minuti dallo start e già comincia la decimazione: Andrea (cognome ignoto) apre ricevendo i call dei blinds, tra cui Stefano Mura.


Il flop è A-T-4, Andrea c-betta e call di Mura. Turn K, stavolta Mura prende l’iniziativa e trova il call di Andrea. Sul river A ancora bet di Andrea, raise di Mura e push. Per Stefano il call è facile con il nuts A-K, e ad Andrea quindi non è sufficiente il suo A-T. Player out!

18.30 - Shuffle Up And Deal!

In perfetto orario viene dato l’annuncio ai dealer di mescolare e distribuire le carte.


Per i 550 iscritti al momento via al primo livello di giochi: bui 50/100.

18.21 - Tutto pronto per il day 1B

Tra pochi minuti prenderà il via il day 1B della diciannovesima edizione dell’Italian Poker Open!


Numeri alle stelle previsti per questa giornata di poker, tra chi si presenterà per la prima volta oggi e chi riproverà a fare re-entry dopo essere stato eliminato ieri… talmente tanti i giocatori attesi qui al Casinò di Campione che sono stati allestiti sei tavoli sopra al palco del Salone delle Feste!


palco

 

_________________

DAY 1A

03.25 - Finisce il Day 1 A

Con la chiusura dello stack nelle buste da parte dei 256 left volge al termine la prima tranche di giochi dell’Italian Poker Open.


Davanti a tutti svetta Gaetano Napoli con 401.000 chips, mentre tra i notables solo Lorenzo Fedeli e Raffaele Castro imbustano più di 200.000 chips. Ottima prestazione anche per Paolo Luini (111.100), Giannino Salvatore (106.000) ed Andrea Cortellazzi (98.300).


Leggi tutti i dettagli sul nostro report di fine giornata.

03.03 - Kart in retromarcia turbo

“Ho passato tutto il giorno ad accumulare piattini e con un po’ di pazienza mi sono portato fino a 160.000!” Salvatore Giannino passo dopo passo si è riuscito a portare al doppio dell’average, ma non è sempre primavera… “poi devo perderli tutti in bluff con un draw non chiuso contro i K-K dell’altro.” C’est la vie Giannino, comunque adesso ha 80.000 circa, pieno average.

02.58 - Da 120.000 a 0 in tre mani

Cristoforo Villano non ricorderà questo Day 1 A come la giornata dei suoi sogni pokeristici. Nutrito il suo stack fino a farlo triplicare, bastano tre mani a demolirlo completamente. Prima i suoi 6-6 non reggono il flip da 30K contro l’A-K di oppo che chiude doppia coppia al volo, poi la sua two pair con 5-6 al flop 5-6-J viene battuta dall’A-J avversario grazie ad un A al turn, ed infine il colpo di grazia è un A-Js<T-T: l’avversario setta, si apre un incastro di scala ma nulla. Player out.

02.43 - Rusconi ne elimina due

Dopo un raise dalle prime posizioni di gioco, Dario Rusconi 3-betta preflop, il CO pusha ormai shortstack ed il BTN invece re-shova per 35.000.


Questa rappresentazione di forza mette in dubbio la validità della mano di Rusconi QQ, che però alla fine finisce allo showdown contro JJ del primo e 99 un po’ overplayati del secondo… Un set di donne non mette più dubbi: doppio out!

02:25 - Anche Bonavena short stack

Gli ultimi livelli di giornata non hanno risparmiato nemmeno Salvatore Bonavena, che veleggia intorno ai 20 big blind. Urge un raddoppio per Sasà!

02:10 - Mazzia pusha

I bui 600/1.200 si fanno parecchio pesanti per lo stack piuttosto risicato di Daniele Mazzia, a cui basta un piatto tribettato per trovarsi con una pot-sized bet. Puntualmente arriva l’all-in di Mazzia su un flop JJ6, trova il fold dell’avversario e un po’ di ossigeno.

01.44 - 344 left

All’inizio del decimo livello di gioco, ovvero il penultimo di stasera, ci sono ben 344 persone in sala: la maggioranza dei tavoli del Salone delle Feste è ancora in attività. Si prosegue a 600/1200 ante 100!

01.27 - Babbai e Nicole in difficoltà, Theodoridis alle stelle

Aris Theodoridis in formissima a questo day 1A: un tavolo non facile e continui scontri con Raffaele Castro, ma Aris sembra in questo momento avere la meglio con i suoi 120.000 gettoni.


Molto corto invece lo stack di Roberto “Babbai” Mazzaferro che non sembra aver ingranato la marcia giusta. Problemi di chip anche per Nicole Noroc che, dopo la prima eliminazione, ha effettuato il re-entry senza però riuscire a far fruttare il secondo stack.

01.11 - Nuovo livello

Comincia il 9° livello: bui 500/1.000 ante 100.

00.56 - Break

15 minuti di pausa per i 425 player in gara

00.20 - Un runner runner da incubo per Petrucci

Scoppio e controscoppio da adrenalina che coinvolge suo malgrado Paolo Petrucci. Dopo il raise di un giocatore e la sua 3-bet, i due vedono il flop JTQ. Donkbetta il primo a parlare per 4.200 totali, raise a 21.000 di Petrucci che chiama il push di 60.000 avversario. Petrucci mostra A-K, in netto vantaggio contro i KK, che però rimontano miracolosamente runner runner: 8 9.

23.50 - Lacchinelli porta a buon fine il suo bluff

Pur essendo partito ottimamente, Riccardo Lacchinelli viene travolto da un’onda negativa ed il suo stack pian piano comincia a scendere.


Un colpo di coda ed un’ottima bet al river portano però Lacchinelli verso la rimonta. Riccardo apre preflop trovando 4 call, e prima che il dealer giri, evoca l’asso al flop: A4Q. Bet 3.600 per lui, call del giocatore alla sua sinistra. Il turn T è un check-check, al river Q però Riccardo punta 5.025 e oppo tanka fino alla fine del clock per poi foldare la sua mano. Riccardo mostra spavaldamente un 8 5 per un tentativo di colore bucato.

23.22 - 'Ma il colore non batte il full?'

A volte una distrazione può costare qualche chip in più, ma ci si guadagna in risate.


Su un board che recita J3J K J un giocatore punta al river con un bel colore, e l’altro si limita al call con K-X! Al tavolo si scatena l’ilarità: “Ma che mani sono… è come all’italiana? Il colore batte il full?”

23.01 - Flatta la 5-bet con 97s ed elimina Karakashi

Mentre il dealer conta il suo stack, Dennis Karakashi se la ride, probabilmente per non piangere…


Apre Stefano Servalli, ormai affermato matador di Dennis, a 825, raise di Snejder per 2.600, 4-bet di Stefano a 6.000 per poi chiamare il rilancio a 19.000 di Dennis. Il flop si presenta 8JT, check di Servalli, Dennis punta 20.000 e chiama il push dell’altro per i restanti 20.000. Dennis mostra AA ma ha un’amara sorpresa davanti ai 97 dell’altro, che grazie ai 6 e 9 nelle ultime street si aggiudica la mano ed elimina Snejder.

22:44 - Livello 6, ultima chance per iscriversi

I bui salgono a 200/400 con ante 25 nel livello numero sei. Al termine di questi 45 minuti si chiuderanno le possibilità di iscrizione e re-entry per questo day 1A dell’Italian Poker Open.

22:25 - Luigi Spagnolo, out in due mosse

Luigi Spagnolo era partito bene, mettendosi subito davanti al resto del tavolo con la mano uncontested contro Dennis Karakashi che vi abbiamo raccontato pochi livelli fa.


Purtroppo il suo torneo non è proseguito nel migliore dei modi: si è ritrovato in all-in con set di Dieci contro un progetto di colore, e al river è uscita la carta di Cuori che gli ha fatto perdere un piatto da più di 70.000 gettoni. Rimasto corto, Spagnolo ha provato a mandarle tutte con JJ ma si è schiantato contro KK che hanno retto.

22:05 - Nicole Noroc out!

Niente da fare in questo inizio di day 1A per Nicole Noroc: la campionessa di IPO 12 non è più al tavolo al ritorno della pausa.


Indaghiamo su cosa le sia successo: gli altri giocatori ci raccontano che “Wodimella” ha provato ad aggredire con 77 su un board non particolarmente pericoloso: soltanto un 8 come overcard, ma l’avversario ne aveva altri due in mano per il top set che ha condannato Nicole a uscire. La ritroveremo sicuramente più tardi o domani grazie al re-entry!

21.56 - Nuovo livello

Riprende il torneo da blinds 150/300 ante 25

21.41 - Break

Break di 15 minuti per i 512 giocatori in gara

21.35 - Gaia vince allo showdown... senza showdown!

È davvero necessario vincere allo showdown dopo aver chiamato la bet dell’avversario al river? A quanto pare no.


Su 735 Corrado Gaia bet-calla il raise dell’avversario che da 3.000 passa a 7.000. Il turn è un 6 ed entrambi checkano, sul river A Gaia checka nuovamente e l’avversario punta 10.000. Corrado sceglie per il call e l’avversario evidentemente in bluff getta le sue carte… A Gaia la cosa non arreca comunque disturbo, dato che vince così senza arrivare allo showdown.

21.15 - Can't bluffcatch Karakashi

Sul flop QA7 sono in gioco tre giocatori, tra i quali Dennis Karakashi OOP. Il BTN punta 2.500 ricevendo i call degli altri due, ma tutti checkano di fronte al 4 turn. Il river è un 8 e Snejder prende l’iniziativa puntando 3.000. Il giocatore da bottone tenta il call, ma getta nel muck alla vista dell’A3 di Karakashi.

20.55 - Brihen turna i Jack in bluff

Puntando imperterrito su tre strade, Milan Brihen è riuscito nell’impresa di far foldare una mano che lo dominava fin dal preflop.


Chiama da UTG con J-J, raise 1.000 da un giocatore in MP, call del BB e call dello stesso Brihen. Il flop è 6-7-8 e Brihen punta 2.200 ricevendo i call da entrambi i giocatori. Sul turn K l’action si ripete, ma con una size di 2.800.Il river è una Q sulla quale Milan punta 7.700 portando dopo lunghe riflessioni al fold entrambi gli avversari… Uno di essi mostrerà A-A!

20:40 - Sportellate tra Spagnolo e Karakashi

Mano interessante quella tra Luigi Spagnolo e Dennis “Snejder” Karakashi. Dopo l’apertura di Spagnolo a 900 da UTG c’è la 3bet di Karakashi a 1500. Ci va pesante Spagnolo e 4betta a ben 6350, call. Il flop è 3 J 9, bet 8500 di Spagnolo e call di “Snejder”. Turn 6 e i fiori sono troppi per Dennis, che alla vista dell’all-in di Spagnolo decide di foldare.

20.11 - Cortellazzi e un poker di 2 da 73K

Ottimo esordio in questa diciannovesima tappa di Italian Poker Open per Andrea Cortellazzi, che dal primo livello porta già il suo stack a quasi il doppio dell’average.


Dopo il limp dell’UTG chiama anche Andrea con 2-2 dalla posizione adiacente, imitato da altri quattro giocatori inclusi i blinds. Il flop regala un quad a faccetta: 2-2-4 che però non danno azione generando un giro di check.


Il turn è un 7 che apre un possibile draw a colore, SB esce puntando 500, call di UTG e raise a 2.000 di Cortellazzi che però non sembra intimorire l’UTG+2, il quale va ancora sopra per 5.375 totali. Chiama lo Small Blind, che è poi l’unico a flattare anche la 4-bet a 12.375 di Cortellazzi.


Il river è un T, checka il piccolo buio e Cortellazzi cerca di massimizzare pushando, ma causa il fold dell’oppo.


cortellazzi

19.45 - Arrivano i rinforzi


Con l’arrivo di Dennis “Snejder” Karakashi, Andrea “#assodicorte” Cortellazzi, Salvatore Bonavena, Lorenzo Fedeli, Gerardo “Dinobreak” Muro e tanti altri, si tocca quota 481 presenti in sala quando sta per terminare il secondo livello di gioco. Già tre persone hanno perso l’intero stack, ma possono avvalersi della possibilità di re-entry sia per la giornata di oggi che per il day 1B di domani!

19.26 - Volti noti e fine primo livello

Tra gli oltre 440 iscritti attuali emergono i volti conosciuti di Riccardo Lacchinelli, Roberto “Babbai” Mazzaferro, Paolo “Salsa-vb” Luini e la coppia d’oro Alessandro De Michele e Nicol Noroc (in arte Woodimello & Woodimella), quest’ultima già vincitrice della dodicesima edizione dell’IPO.


Salgono in questo momento i bui a 75/150.

19.14 - Il gioco si fa (già) duro

La grande affluenza di player genera una grande quantità di cooler già dai primi livelli, che conditi con la giusta aggressività fanno muovere porzioni importanti di stack…


In pochi minuti abbiamo già assistito a varie scale vs. scale più alte, set vs. overset, colori contro full, ma ancora tutti i giocatori sono in gara. Secondo voi fra quanto arriverà il primo player out? 😉

18:58 - 400 tondi tondi!

Il primo livello del day 1A inizia con una sala già pienissima! Sono ben 400 i giocatori che si sono presentati ai nastri di partenza della prima giornata, e il numero continuerà ad aumentare fino alla chiusura della late registration.


sala-ipo

18.41 - Ready, set... Go!

Dealer, Shuffle Up And Deal!


Comincia l’IPO 19 con blinds 50/100.

18.25 - Pochi minuti alla partenza

Il conto alla rovescia sta per terminare! I dealer sono già in posizione ed i primi giocatori affollano l’area di gioco, attendendo solo l’annuncio dello Shuffle Up And Deal per cominciare questi 4 giorni di torneo.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari