Monday, Sep. 28, 2020

Storie

Scritto da:

|

il 31 Lug 2015

|

 

Niccolò Ceccarelli replica al pubblico ludibrio di Borsa: “Ancora oggi penso di aver fatto la scelta giusta”

Niccolò Ceccarelli replica al pubblico ludibrio di Borsa: “Ancora oggi penso di aver fatto la scelta giusta”

Area

Vuoi approfondire?

Nel pomeriggio di ieri Alessandro “giuda90” Borsa ha pubblicato sulla propria pagina Facebook un video relativo all’EPT primaverile di Malta, nel quale l’amico Niccolò “ChallengerGX” Ceccarelli si rende protagonista di uno spot alquanto discutibile.

Il romagnolo, impegnato in questo colpo contro il fenomeno tedesco Fedor Holz, decide dopo una lunga riflessione di checkare back KQ su board: 946 10Q.

A lasciare interdetta gran parte della community è stata sicuramente l’action del colpo: apertura di Ceccarelli da early e difesa di Holz da big blind. Check-check flop, bet Holz e call Ceccarelli turn, arrivando dunque al check di Holz al river, che sembrava potesse lasciare davvero spazio ad una comoda value bet da parte dell’azzurro.

Eppure, Niccolò ha optato per il check back (che gli è comunque valso il pot).

Borsa ha dunque schernito pubblicamente l’amico:

borsa

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Nonostante gli sbeffeggi più o meno velati da parte di alcuni colleghi, il vincitore della leaderboard IPT season 6 ha preferito riderci su senza aggiungere alcuna spiegazione tecnica a riguardo.

Noi, però, incuriositi da questa scelta quantomai insolita abbiamo provato a capirci qualcosa di più chiedendo a Niccolò i motivi che lo indussero a non bettare quel river. Il romagnolo, schierato in queste ore al day1B dell’IPT Saint Vincent, ci ha risposto immediatamente, senza ‘freecocharchi’ troppo:

“Il concetto di base è che in certi spot, condotti in certe maniere, i giocatori forti check-foldano o check-raisano e in quel momento non mi sentivo abbastanza forte mentalmente da affrontare un check-raise. Capisco possa sembrare una scelta anomala, ma anche il flow della partita ha sicuramente inciso nel farmi propendere per il check behind. Quando penso di aver sbagliato una mano me ne accorgo subito o comunque ne discuto sempre con i miei amici per capire l’errore. In quel caso ero davvero piuttosto confident e ancora oggi penso di aver fatto la scelta migliore“.

A suggello del Ceccarelli-pensiero ci sono i fatti: in quel torneo, Niccolò si arrese al 25° posto, proprio per mano di Holz, ma nella mano che lo costrinse all’eliminazione fu proprio l’azzurro a far overthinkare il tedesco; Holz optò per una 5-bet push da small blind con 810, Ceccarelli snappò con AK, ma il board aveva in testa altri programmi

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari