Saturday, Dec. 14, 2019

Poker Online

Scritto da:

|

il 10 Nov 2015

|

 

Il futuro dei grinder cash punto it secondo Lucio Martelli: “Multiroomare e modificare le proprie attitudini”

Il futuro dei grinder cash punto it secondo Lucio Martelli: “Multiroomare e modificare le proprie attitudini”

Area

Vuoi approfondire?

Se ne continua a parlare. A una settimana dall’ufficializzazione da parte di PokerStars.it del nuovo Vip System per l’annata a venire, anche un Guru del poker azzurro è intervenuto per dire la sua sulla questione.

Lucio Martelli non è mai banale. Con prontezza ed efficacia avanguardistica, “luciom” ha già da tempo valutato alcune alternative per sostituire i proventi del giochino. Non per questo possiamo definirlo estraneo al nostro mondo, anzi.

E all’alba di questa rivoluzione, l’emiliano ha dispensato diversi consigli agli ex colleghi Supernova Elite, la ‘cricca’ decisamente più penalizzata dalle novità annunciate da mamma Stars.

“Il concetto principale – afferma – è che in situazioni di incertezza massima come quella in cui si trova oggi il poker punto it si debba valutare ogni genere di opzione. A mio avviso, chi vuole sopravvivere a questo terremoto, deve ora prendere in considerazione di aprire conti gioco su ogni room del punto it, concordare deal dove possibile, fare le prove con i vari software delle room e di supporto. Più basi tieni coperto, meglio è. Stimare quali saranno i volumi di gioco del cash game nel 2016 è impossibile: su PokerStars si registrerà sicuramente un calo dal NL100 a salire, ma medio o drastico non è dato saperlo”.

Per Martelli, i Supernova Elite dovranno necessariamente rivedere il proprio approccio al gioco tout-court:

“Senza avere valide alternative, saranno in tanti quelli che farebbero questo e altro per continuare ad avere un lifestyle di un certo tipo e continuare a mettere soldi da parte. Il profitto annuale atteso presumo scenda per molti, ma non tutti i mali vengono per nuocere: la qualità della vita teoricamente può anche migliorare. Chiunque si sia trovato a grindare controvoglia per target di rake/vpp sa cosa intendo. Giocare solo se ti senti bene e in forma è un plus di estrema importanza e anche se a fine anno porteranno a casa meno, allo stesso tempo si logorano anche meno.”

L’ultimo appunto di “LucioMM” riguarda la questione relativa all’HUD:

“Non è ancora certo che l’hud venga abolito, ma la direzione dichiarata è quella quindi meglio premunirsi: consiglio a tutti di provare delle sessioni di 6-8 tavoli senza utilizzando alcun supporto aiutandosi googlando in giro vecchi post su come si prendono le note fondamentali sui players al tavolo. Il concetto principale resta però quello di modificare la propria attitudine: non tiltare, ad esempio, se un tavolo muore poco dopo aperto. Serve rivalutare la durata del flow perché un tavolo può durare letteralmente 15 mani. E’ un fenomeno già diffuso e credo prenderà ancora più piede: quando muore il fish… muore il tavolo!”

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari