Reg identikit – Andrea ‘Danko90’ Degli Angioli: “Non potevo rifiutare il deal al Sunday MIllion!” | Italiapokerclub

Friday, Apr. 3, 2020

Storie

Scritto da:

|

il 21 Set 2016

|

 

Reg identikit – Andrea ‘Danko90’ Degli Angioli: “Non potevo rifiutare il deal al Sunday MIllion!”

Reg identikit – Andrea ‘Danko90’ Degli Angioli: “Non potevo rifiutare il deal al Sunday MIllion!”

Area

Vuoi approfondire?

Una medaglia di bronzo da 61.394€: 54.569€ da montepremi, 6.825€ di taglie.

Il Sunday Million Progressive Knockout era il suo quattordicimilaottocentoventunesimo torneo su PokerStars. Il faentino Andrea ‘Danko90’ Degli Angioli (al centro in foto copertina) è un regular che da anni si disimpegna con costanza ai tavoli di PokerStars e nella notte tra lunedì e martedì ha centrato lo shot che ogni Mtter sogna.

In una lunga chiacchierata scambiata con il 25enne di Lugo (26 tra 10 giorni) abbiamo provato a ripercorrere gli step chiave della sua carriera, partendo dai primordi:

“Conobbi il texas hold’em grazie ad un amico, credo nel 2009. Ai tempi era un must seguire Poker1Mania, il programma di ‘ciccio’ Valenti e Luca Pagano, così, di lì a poco, iniziai depositando qualche spicciolo online sapendo a malapena le regole. Perdevo regolarmente: come tutti agli inizi d’altronde! Dopo qualche mese, continuando a seguire il poker in tv anche su PokerItalia24, iniziai ad approcciarlo in maniera più seria; avevo appena finito la scuola e non mi dispiaceva portare a casa quei 300/400€ al mese grazie ai sit’n’go! Ovviamente si faceva ancora tutto per divertimento e per arrotondare lo stipendio, dato che a 19 anni qualche centinaio di € a fine mese in più, fanno molto comodo! Ho continuato così per qualche anno, poi, nel 2012, ho deciso di mettere anima e corpo nel poker e ho iniziato la mia avventura con gli MTT…”

L’avvento del cash game e il fisiologico calo del traffico nei sit’n’go spianano la strada ad Andrea in quella che è la disciplina certamente più adrenalinica del Texas Hold’em.

“Erano un territorio sconosciuto; sapevo sarebbero stati molto più varianziosi rispetto ai sit’n’go e sapevo che avrebbero richiesto una spesa di tempo molto più ingente. Allora era impensabile dover stare almeno 5 o 6 ore davanti al computer per un torneo! Pian piano, però, ho capito che ero abbastanza predisposto per gli mtt e ho proseguito a testa bassa. Il cash game non l’ho mai preso in considerazione sinceramente, provai a studiarlo all’epoca e giochicchiavo al NL50 per cappare supernova il primo anno di grinding, ma l’ho sempre ritenuto davvero troppo monotono! Negli mtt è sempre affascinante giocare una late stage, anche nei tornei piccoli ci sono spesso tanti soldi in ballo.”

Oggi, a 4 anni da allora, Andrea ha uno spending che solo chi ha fatto del poker una professione può permettersi:

“Gioco all’incirca 25 mtt a sessione: una ventina su PokerStars, facendo partire quasi tutto> 10€, e il resto su iPoker, Lottomatica, gd/bwin. In una sessione giornaliera spendo all’incirca 800€, il giovedì qualcosina in più per via del 250€ KO, e la domenica si raggiunge quota 1.000€ per via dei domenicali. Prima di questo terzo posto lo shippo fu una delle prime edizione del sunday explosive su iPoker, nel 2012, primo anno in cui iniziai a grindare in maniera molto più professionale, dove vinsi all’incirca 18.000€.”

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.
gra

Il grafico overall di Andrea

Venendo dunque al Million appena concluso, ‘Danko90’ ci ha raccontato gli spot cruciali che gli hanno permesso di centrare questo super risultato:

“In realtà non ce ne sono stati troppi, paradossalmente non ho vinto chissà quanti showdown, difatti ho sempre avuto una taglia medio bassa, sono quasi sempre stato deep nelle fasi finali del torneo, anche se alla partenza del day2 avevo poco meno di 30bb! Ci sono stati un paio di flip decisivi giocati proprio durante il final table, a 5 left vinco T-T>A-J contro ‘MajinBejiita’ incassando anche una buona taglia, e un J-T > 9-9 pre ft, dove ci si stava scannando per una taglia molto grossa e non potevo passare: ho perso il main pot, ma un T miracoloso al river mi ha fatto cmq rimanere in gioco vincendo il side pot. Non c’è stato un vero momento in cui ho pensato di farcela, ho sempre cercato di ragionare step by step, ovviamente una volta raggiunto il tavolo, ho iniziato a crederci maggiormente. Ho preferito dealare perché anche se in quel 4handed ritenevo di avere parecchia edge, si stava giocando per cifre davvero molto alte! Per questo ho preferito vedere le cifre per fare un po’ di conti, una volta viste, ho ritenuto il deal per ICM un ottimo compromesso, convinto di potermela giocare tranquillamente per la vittoria, anche se poi sfortunatamente non è stato cosi…”

ca

Andrea Degli Angioli con Emiliano Conti

In ultimo, come da tradizione per la nostra rubrica, Andrea ci ha rivelato i nomi (il nome!) del suo mentore pokeristico per eccellenza:

“Non ho idoli in particolare, ma per quel che concerne il punto it la persona che stimo di più è sicuramente Emiliano Conti: è merito suo se in questi ultimi anni il mio gioco è notevolmente migliorato! Ad ogni modo cerco sempre di tenermi al passo coi tempi e aggiornare sempre di più il mio gioco, per questo mi confronto quotidianamente con altri amici reg per cercare di essere sempre tra i migliori!”

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari