Sunday, Apr. 21, 2019

Poker Online

Scritto da:

|

il 12 Nov 2016

|

 

Alessandro Meloni, campione ICOOP PLO heads up: “E’ stato il mio unico itm, le aspettative erano più alte…”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Alessandro Meloni, campione ICOOP PLO heads up: “E’ stato il mio unico itm, le aspettative erano più alte…”

Area

Vuoi approfondire?

L’ICOOP di PokerStars sta avendo come protagonisti i regular, che stanno facendo la voce grossa nella maggioranza degli eventi.

A vincere il PLO heads up da 100€, in versione turbo, è stato infatti il professionista sardo Alessandro ‘Ale.KJ24’ Meloni, che ha battuto in finale Italo ‘Hidden91’ Modena: il campione ha preso 5.147 euro e il runner-up 4.000€.

“Nessun segreto per vincere – ha detto scherzosamente Alessandrosemplicemente quando mettevo le chips in mezzo tornavano indietro raddoppiate. Non sono un esperto di omaha, ma il giochino lo conosco. Sono stato comunque fortunato, sia nell’aver affrontato quasi esclusivamente player mediocri sia nel vincere gli showdown. Negli ottavi, poveretto, ho runnato contro Daniele Primerano, mi ha fatto bet/bet/shove su A-Q-T-x-x perché blokerava con K-K ma io avevo K-J!”.

Un torneo in discesa, insomma, per Meloni, che non ha trovato grossi ostacoli verso la conquista del titolo italiano.

“Quasi nessuno conosceva le regole, non foldavano mai. Ho dovuto vedermela solo con gente molto scarsa. La finale ha dell’irreale, dopo un mio herocall, infatti, ero rimasto con 350 chips contro le sue 5.650. Incredibilmente sono riuscito a rimontare! Devo dire però che lui ha giocato molto male, quando ero short non mi ha mai messo pressione, anzi, limpava tutti i bottoni e mi permetteva di giocare il board, così facendo mi ha portato nella comfort zone. Se avesse aggredito di più, il titolo lo avrebbe vinto lui. Il deal l’ho proposto io e lui ha accettato subito…”.

Meloni è convinto non sia un caso che molti regular stiano primeggiando negli eventi ICOOP e parte del merito va alle strutture, piuttosto tecniche.

“Le strutture giocabili non fanno altro che avvantaggiare i regular capaci, il field per il 90% è composto da amatori poco preparati, quindi a meno che non si venga coolerati o scoppiati per forza di cose si va avanti. Al mio ICOOP comunque, escludendo questo torneo, darei uno zero, visto che non ho fatto alcun itm! Le aspettative erano un po’ più alte di così, ma sicuramente vincerò il Main… (ride)“.

Non solo questa manifestazione non è andata alla grandissima, anche il 2016 complessivamente non è stata un’annata ad hoc.

“Per nulla soddisfatto, ho giocato con poca costanza e regolarità. Ora invece mi sto mettendo sotto e grinderò sempre cinque giorni su sette. Dal prossimo anno, quindi, mi aspetto più games e più profit. A vincere il titolo, comunque, mi ha aiutato il percorso di coaching che ho fatto un mese fa con due top cervelli dell’omaha, ossia Daniele ‘dany_8908’ Mandas (in foto copertina con Meloni) e Manuel ‘lool88’ Piras, loro mi hanno permesso di migliorare molto la tecnica…”.

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari