Wednesday, Jan. 22, 2020

Storie

Scritto da:

|

il 12 Giu 2019

|

 

Andrea ImB0sc495 Boscani racconta le due settimane di rush su PokerStars.it!

Andrea ImB0sc495 Boscani racconta le due settimane di rush su PokerStars.it!

Area

Vuoi approfondire?

Ventimila euro in quindici giorni, kappino più kappino meno per usare il gergo amato dai pokeristi.

Siamo ben consapevoli che un professionista i conti li dovrebbe fare a fine anno e non ogni metà del mese…Ma come può non saltare all’occhio un rush di queste proporzioni, specie sulle “punto it” dove, come ci ha confermato la scorsa settimana Peppe Ruocco, una cifra simile corrisponde a metà dell’atteso annuale di un reg medio?

Eccoci quindi faccia a faccia con Andrea ImBOsc495 Boscani, capace di vincere due major da oltre 10K al primo, nel giro di due settimane, su PokerStars.it.

Prima il NOS KO del giovedì nell’ultima decade di maggio per 10.977€ e lunedì scorso il Big Stack della Turbo Week per altri 11.966€. Se sottraiamo la spending delle sessioni intercorse tra i due eventi, nelle quali non sono arrivati risultati altisonanti, il profit totale raggiunge i 20.000€ menzionati in apertura.

Quando si pensa a una simile “rushata” è facile immaginare chissà quali colpi clamorosi o run devastanti dal primo livello di gioco fino all’ultima mano. Invece no. Anzi, secondo quanto ci ha raccontato Andrea, in entrambi i casi si trattava di sessioni completamente anonime, di quelle: “In cui perdi tutti i colpi ovunque e rimani aggrappato al NOS sempre corto, corto, corto…Però sei lì, aspetti il tuo spot, reshovi quando devi reshovare e stai sempre sui 15/20x o anche qualcosa meno a volte.

Tutto in sordina: “Finché si sciacalla l’ITM e già lì non dico che si esulta ma…Perché sai, ci sono quelle sessioni tristi in cui recuperi quei 200/250 e sei pure felice…🙄 

E allora affidiamoci direttamente alle parole del protagonista passando ai raggi X i tornei, uno per uno.

Il NOS KO del giovedì: un torneo vinto “per sbaglio”

A ben pensarci la sera del NOS fino all’ITM non avevo preso nemmeno una taglia, quindi una depressione proprio. Morale: mi ritrovo 20 left che da cortissimo, con 10x  o meno, balzo in top2 vincendo qualche colpo grazie a un rush di carte favorevole. A una certa sono 1 di 11 con appena due taglie vinte. Comincio comunque a crederci, ma in bolla FT mi trovo a dover giocare il 60% dello stack contro il boss delle taglie che ne aveva una da 1.5K: apro, shova 22/23x io con K-Js devo callare per diverse ragioni, lui gira A-T e perdo questo 40/60. Ci sta, ma torno 8/11: il sogno è finito GG…

Ma nei tornei  l’importante è restar dentro e allora proseguiamo. Al FT ero quello che aveva meno taglie, card dead totale e per giunta cortissimo. Ho foldato qualcosa come il 98% delle mani fino a 4 left, sciacallando quattro o cinque gradini che, parliamoci chiaro, per come si erano messe le cose era già tanta roba. Nella fase 4-handed sono 4 di 4 con James90511 (Giacomo Grossi), Olhack (Olsi Lala) e Cavendramin (Marcello Miniucchi).

La condotta di Miniucchi mi ha sorpreso un po’ perché da super chip leader non metteva mai pressione agli stack intermedi, salvo poi andare a scontrarsi con James che era l’unico a potergli dare action in quel frangente, vista la situazione in stack. Fattostà che James prende in mano il tavolo e da lì parte la magia: rimasto con 8bb shovo, lui chiama praticamente any two e vinco…Poi un’altra gira contro Miniucchi  al 30%, dove reshovo 10x A-J e mi calla A-K da BB. Dico: ‘Vabe bravi, 4 left…’ Invece casca un Jack al flop e vado io. Poi James coolera con Miniucchi e da lì in poi è scivolato tutto abbastanza liscio.”

Quel lunedì che non ti aspetti alla Turbo Week

“Dopo lo shot non è cambiato nulla se non a livello morale, perché dopo diversi mesi senza risultati e qualche palo… fa piacere diciamo. Quindi ho affrontato le Series abbastanza serenamente. Come sono andate? Fino a lunedì davvero ridicole, mai una deep run. Poi essendo turbine la fortuna ha un’incidenza maggiore, magari in late si riesce a mettere pressione ma nelle fasi iniziali o intermedie se non si vincono i colpi giusti non c’e’ tanto da fare. Lunedì stessa solfa, sessione non proprio entusiasmante e Big Stack abbastanza anonimo anche se navigavamo a vista. Le persone uscivano a botte di 10 ogni 3 minuti e in questi casi bisogna solo mantenere la calma, poi magari vinci due o tre colpi e ti ritrovi in fondo. E’ andata proprio così: verso i 50 left ho cominciato a coolerare a favore e ad un tratto mi son ritrovato secondo.

Poi lo spot vs reg che mi ha lanciato: ho quasi 2 milioni vs 3,6m a T60K, uno va all-in per 1 BB, io isolo e CL gioca. Casca A-J-T e floppo scala con K-Q…Tra l’altro le mie sono anche a Fiori e sul board ci sono altri due Fiori. Lui checka, io c-betto piccolo e oppo chiama. Turn casca un 5 a fiori e pesco flush nuts, ribarello e lui gioca. Al river casca una carta che mette 4/5 di scala, non ricordo se un Kappa o una Dama, quindi la situazione diventa un po’ sick perché ovviamente blockero le combo di scala e per farmi pagare devo sperare davvero che abbia una di quelle o flush, dato che le doppie foldano e i set non li dovrebbe avere nel range. Lui però fa una tankata lunghissima che mi fa pensare avesse intenzione di donk-shovare, quindi tanko a mia volta e metto resto. Snap-call, gira 4-3 a fiori e sono chipleader a 4 milioni circa.

Da quel momento in poi è cambiato tutto, ricordo di esser stato 1/30 e 5 minuti dopo, complice una struttura completamente collassata ero 1 di 13. L’average era bassissimo, chi ne aveva tante giocava con 10x. Fortunatamente non c’erano troppi reg, salvo Gaetano Preite ed Eugol93 (che uscirà in bolla FT ndr).

Tutta questione (o colpa) dell’ICM…

Fila tutto liscio fino a 4/5 left, quando BTN apre x3 a 900K, SB folda e io mi trovo con 7-7 da BB. Penso che stia aprendo con quella size per raise-foldare su di me e callare su BB anzi, me ne convinco e decido di shovare per mettere pressione, in fondo un0 aveva 6x, l’atro 12x e lui qualcosa come 20x. Insomma lui snappa e mi gira A-5 off…Mi si è fermato il cuore! Il colpo ha tenuto ma sai, anche giocando al 70% trovarsi un call in quella situazione non è mai piacevole. Poi se vinci hai il torneo in tasca, ma che sudata!

In fase 3-left mi trovo con 9 milioni, un altro ne ha 10 mentre Preite è fanta-corto con 2. In blind war ho 8-8, Preite folda da BTN, SB limpa, io shovo e mi trovo uno snap call con Q-Q…8 turn! 😍 Lì praticamente si è chiuso il torneo, io ho circa 30x mentre i miei avversari hanno una manciata di BB ciascuno. All’heads-up siamo io e Preite con lui che in chat mi scrive parole al miele perché avendone bustati 6 su 9 gli ho fatto sciaccallare una seconda posizione che non sapeva nemmeno lui come!

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari