Wednesday, Aug. 12, 2020

Storie

Scritto da:

|

il 14 Feb 2014

|

 

Nicola Cappellesso e gli effetti collaterali del grinding: il post su Facebook è già un cult

Nicola Cappellesso e gli effetti collaterali del grinding: il post su Facebook è già un cult

Area

Vuoi approfondire?

Cuori, aforismi, ancora cuori. Tra le migliaia di sdolcinatezze apparse quest’oggi su Facebook per celebrare il giorno degli innamorati, a catalizzare l’attenzione e riscuotere valanghe di “mi piace”  è spuntato, all’improvviso, il sardonico post di Nicola Cappellesso, in arte “Snap_Cap“, che, proprio come fece il buon Cesarino qualche tempo fa, stila una sorta di resoconto su chi, come amore incondizionato, ha soprattutto il poker.

L’analisi redatta in una delle sue tante notti insonni da “JhonCheever“, questo il nickname di Cappellesso su Pokerstars, è ovviamente creata per strappare una risata. Ma in realtà, se si va oltre il mero aspetto ironico, nasconde ben più di una verità.

Cappellesso evidenzia infatti delle innegabili conseguenze che la vita da grinder comporta:

La vostra pancia è aumentata sempre più, hai degli orari che ti vergogni di far sapere: vai a letto quando tua madre ha già finito colazione da un pezzo e ti svegli quando il tuo migliore amico e stanco di lavorare. L’igiene personale è ai minimi termini“. E via dicendo.

Negli otto punti elencati da “Cap” – che rappresentano solamente una bozza dell’infinita lista che, a sua detta, si potrebbe fare – c’è un riferimento particolare per ogni giocatore come, ad esempio, nel punto 4:

44

Il richiamo alle interviste pubblicate recentemente proprio qui sulle pagine di IPC è evidente:

Spero che tutti abbiano colto lo spirito del post che, per quanto riveli verità incontrovertibili, è stato fatto per far sorridere i miei amici pokeristi. Con Giuliano ed Emanuele ho un bel rapporto e sono certo che non se la prenderanno…

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Ma com’è nata l’idea di questo ricettario di effetti collaterali per pokeristi? “Ne stavo parlando l’altro giorno con i miei coinquilini poppy [Roberto Zanellato] e ninetto [Christian Nuvola]. Ridendoci su mi sono reso conto che gran parte delle cose che dicevamo erano, di fatto, conseguenze tangibili dell’assurda vita del pokerista online.”

Ovviamente, secondo Nicola, ci sono anche tanti aspetti positivi e visto lo spropositato successo di questo post sta già meditando di prepararne un altro, sulla stessa lunghezza d’onda, che metta in risalto gli aspetti +EV di questo lavoro: “Se siamo ancora in così tanti ad amare questo gioco un motivo ci sarà. Grazie a questa passione ho stretto tantissime amicizie, alcune delle quali davvero molto forti. Questo è il primo e senz’altro uno degli aspetti più belli del nostro micro-mondo”.

Nello scambio di battute avuto sul social network con “Cap”, abbiamo infine concluso lanciandogli una provocazione legata alla giornata degli innamorati: “Ma se questa sera, San Valentino, ci fosse un torneo da 1 milione garantito e la tua ragazza ti volesse con lei ad ogni costo, come ti comporteresti?”

“In molti non mi crederanno – ammette – ma sicuramente opterei per una serata con lei: nonostante tutto, a differenza di tanti altri, io preferisco ancora…”

La risposta è all’altezza del post.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari