Friday, Nov. 27, 2020

Storie

Scritto da:

|

il 28 Mag 2015

|

 

Il bilancio di Luca Pagano sulla seconda edizione della Casa degli Assi: “Un paio di concorrenti emergeranno!”

Il bilancio di Luca Pagano sulla seconda edizione della Casa degli Assi: “Un paio di concorrenti emergeranno!”

Area

Vuoi approfondire?

Sono passati ormai venti giorni da quando la vincitrice Sabina e tutti gli altri finalisti della Casa degli Assi hanno salutato la villa di Malta dall’oblò dell’aereo che li stava riportando a casa.

Ed ecco che tutti tornano alla loro vita, dove il poker è ancora più presente che mai (soprattutto per Marco Aloe che ha vinto il Sit&Go riservato su PokerStars.it che metteva in palio un volo a Las Vegas) Tra live ed online tutti continuano a giocare, non senza nostalgia della cara villa nella quale hanno passato tutto quel tempo assieme.

Ma non solo i partecipanti: anche Pier Paolo Fabretti, Giada Fang, Mariella Pellegrino e tutta la troupe sono tornati alla vita di tutti i giorni, come anche Luca Pagano che, pur non stando mai fermo, ha trovato il tempo per darci il suo parere finale su questa passata edizione della Casa degli Assi.

“L’edizione di quest’anno è stata, sotto certi punti di vista, più coinvolgente; meno sfuriate ma molta più tecnica. È stato dato molto risalto al profilo personale di tutti i players e credo che sia uscito fuori lo spirito con il quale abbiamo affrontato questa nuova avventura. I poker coach Pier Paolo Fabretti e Giada Fang sono stati preziosi, non solo per i concorrenti; abbiamo un buon rapporto ed è facile lavorare con persone così preparate e disponibili, inoltre vederli sul “campo” e non solo ai casting è stato proficuo per la riuscita del programma. Vale lo stesso per Mariella Pellegrino, la fitness coach, che ha cercato di rendere gli allenamenti meno “tecnici” e più “personali”; si è interessata a tutti i concorrenti e non ha lesinato su commenti e proposte. Lavorare insieme a questo team, assieme alla troupe e a tutti coloro che hanno avuto a che fare con la Casa, è stato molto divertente: confesso tuttavia che dietro le quinte la figura del Direttore inflessibile veniva meno…”

Questa seconda edizione della Casa degli Assi è stata sicuramente diversa dalla prima. Per Pagano le novità sono state tutte positive, con un unico piccolo elemento negativo:

“Sicuramente ci sono state più interazioni tra i concorrenti, il lato umano, quello fragile, è venuto fuori in alcuni di loro e credo sia servito per comprendere quando un mindset possa essere importante, al di là della situazione nella quale ci si trova. Il programma è migliorato perché ha dato una visione del poker a 360 gradi, coinvolgendo non solo il neofita amatore (che ha potuto imparare le basi del gioco) ma anche il player medio (che ha avuto modo di “ripassare” certe basi che diamo per scontate). Un’altra nota positiva è stata la sempre nutrita presenza femminile e ciò dimostra come il poker non sia sessista! Il lato negativo? Il vento di Malta! :)”

la-casa-degli-assi-villa

Come è normale che accada sui social network, oltre ai complimenti ed agli apprezzamenti Luca ha anche dovuto affrontare molte critiche, non sempre costruttive:

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

“È naturale che non tutti possano essere d’accordo; ci sono stati commenti positivi di chi ha capito lo spirito del programma che non era certo quello di vedere all’interno dei professionisti navigati. Ho apprezzato molto il feedback anche di chi ha criticato il reality, vedere il tutto in un’altra ottica aiuta a migliorarsi. Sicuramente c’è da scremare una parte di quei commenti negativi che sono mirati solo a denigrare il programma e gli sforzi fatti da tutti, in fondo ci siamo messi in gioco per una passione comune!Il lavoro è stato tanto e spesso piuttosto duro, ma la soddisfazione di aver rafforzato quella passione non ha uguali!”

Parlando dei partecipanti, Luca non svela per chi tifasse, ma conferma la bizzarria di un personaggio (avete sicuramente già capito chi) e ci racconta un divertente aneddoto:

“Sono rimasto piuttosto sorpreso dall’eterogeneità dei partecipanti, erano tutti i miei preferiti, chi per un motivo e chi per un altro; ho tifato per ognuno di loro anche se non sempre le aspettative sono state corrisposte. Jurij tra tutti è stato il personaggio più “particolare”, il quale mi ha sempre trasferito grande simpatia e spontaneità… e nonostante alcune provocazioni, ha sempre reagito da signore e persona vera. Jurij era talmente “particolare” che durante le prime settimane, in regia c’era proprio la discussione se lui fosse davvero così o se fosse parte del suo “personaggio”. E la risposta l’abbiamo avuta quando, una volta eliminato e “scortato” al controllo sicurezza dell’aeroporto, senza telecamere (e noi che spiavamo di nascosto), lo abbiamo visto bloccarsi appena prima del metal detector, bloccare la fila di persone dietro di lui, prendere del deodorante dal marsupio, rinfrescarsi le ascelle e poi passare il controllo.”

Secondo Pagano l’esperienza nella Casa ha aiutato i partecipanti a crescere da un punto di vista pokeristico, e non solo. Qualcuno di loro avrebbe davanti un futuro addirittura radisoo:

“La crescita c’è stata, senza alcun dubbio. Vedere chi non sapeva quali fossero le posizioni riuscire a ragionarci sopra è stato uno dei migliori momenti; ognuno poi ha il suo modo di affrontare le cose: ci sono persone che hanno bisogno di tempo per mettere a frutto gli insegnamenti e altre che agiscono solo d’istinto. Per tutti i concorrenti è stato fondamentale imparare, anche attraverso le prove fisiche, che niente si conquista senza impegno, determinazione e disciplina. La base di una buona riuscita è comprendere i propri limiti, ascoltarli, farli propri e abbatterli con strategia; ci vuole anche tanta applicazione pratica (live od online) e tanta umiltà nell’ammettere i primi, cocenti, fallimenti. Con questa filosofia, mi aspetto di vedere qualcuno di loro conquistare qualche risultato. Almeno un paio di loro ce la faranno ad imporsi e non vedo l’ora di poterli affrontare al tavolo!”

 

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari