Tuesday, Aug. 9, 2022

Storie

Scritto da:

|

il 10 Ott 2015

|

 

Phil Hellmuth elogia Max Pescatori: “Vincere due braccialetti quest’anno è stata una prova di forza!”

Phil Hellmuth elogia Max Pescatori: “Vincere due braccialetti quest’anno è stata una prova di forza!”

Area

Vuoi approfondire?

Succede che passeggiando tra i tavoli nella sala dove si svolge l’evento #1 delle WSOPE spunta il suo inconfondibile faccione.

Arrivato con qualche ora di ritardo, Phil Hellmuth non è uno che passa inosservato: vuoi per il chiasso che proviene dal suo tavolo, per la presenza imponente o per la naturale capacità di attirare l’attenzione di chiunque, gli sguardi di giocatori, addetti ai lavori o semplici osservatori sono tutti per lui.

Phil ha la capacità di rendersi protagonista anche quando sono gli altri a giocare il colpo: ogni mano è un piccolo show a suo modo unico e imprevedibile.

Poco prima della fine del Day1 arriva la sua prematura eliminazione: rimasto con 2.100 gettoni sui bind 500/1000 spinge quasi interamente la sua pila da 100 mentre la dealer dichiara l’all-in:

Non sono all-in – esclama – mi rimangono ancora 100 chip, prego!

hellmuthraisa-2000-con-100-dietrosamll

Eccolo mettere sul piatto le ultime 2.000 chip…

In un clima di ilarità generale arriva il call dei blind, che checkano entrambi sul flop:

I check too...” fa Hellmuth strappando un sorriso alla dealer.

Al turn casca una seconda Donna che fa il paio con quella scesa al flop, lo small blind punta 1.500, il  big blind chiama mentre Phil, quasi controvoglia, lancia la sua ultima chip accingendo ad infilarsi una manica della giacca.

Al suo fianco Max Pescatori assiste divertito alla scena: il river è un Asso e sul check generale ‘the poker brat’ mucka e saluta tutti stringendo la mano al nostro portacolori.

hellmuth-triste-all-insmall

Il board non sorride a Hellmuth e la sua espressione è eloquente.

Attendo un poco in disparte il suo passaggio, assieme a un collega di una testata internazionale, per strappargli qualche battuta a caldo e lui si dimostra molto disponibile:

Sono ancora un po’ interdetto, – esordisce alludendo a uno spot giocato in precedenza – i blind erano arrivati a 1.000 e tutti giocavano super-tight, finché un signore apre a 3.500. Un tipo anzianotto, perciò penso subito che possa avere una bella mano  ma poi do uno sguardo alle mie carte, un Asso e un Kappa, da grande buio lo metto ai resti per le sue 15.500 rimanenti e lui chiama con K-J suited. Sgrano gli occhi guardando le sue carte e penso: cosa? Ha davvero chiamato? Al flop casca un Asso e io mi rilasso convinto di aver quasi vinto il colpo. Poi in modo bizzarro accade che al turn e al river si materializzano una Dama e un Dieci regalandogli una scala e lui comincia a scusarsi con me. Ok, va bene, non mi va di fare nomi ma che cxxxo, sono arrivato fin qua per vedere cose simili? Con quel pot avrei fatto sicuramente Day2!

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

phil-hellmuth03small

Dopo alcune divagazioni sulle diverse volte in cui, dopo essere stato in testa alla classifica POY il secondo è riuscito a rimontare – vedi Greg Merson nel 2012 che poteva superarlo solamente vincendo il Main Event, com’è poi accaduto – gli chiedo un’opinione su Max Pescatori:

Sia io che Max abbiamo tanta esperienza come giocatori e lui ha cominciato la sua carriera giocando cash-game, principalmente al No Limit Hold’em (almeno agli inizi) e successivamente abbracciando altre specialità. E’sempre stato molto bravo e continua a migliorare.

Gli chiedo se si riferisce ai due titoli conquistati quest’anno e lui annuisce aggiungendo:

Max è un gran giocatore, tosto da affrontare. Vincere due braccialetti in due varianti differenti è una prova di forza: può giocare qualsiasi gioco. Quando ha vinto il secondo era rimasto cortissimo, aveva qualcosa come ottomila chip mentre io ne avevo trenta o quarantamila, al che ho guardato dalla sua parte e ho pensato ‘beh non durerà molto’. Poi ha cominciato a double-uppare e alla fine ha vinto il braccialetto!

pesca-hellmuth

Pescatori e Hellmuth al tavolo assieme

Prima di salutarci ci regala un altro piccolo siparietto infilandosi la mano in tasca e tirando fuori l’equivalente del bankroll di un grinder medio italiano, per poi esclamare:

“Cxxxo, devo aver perso dei soldi da qualche parte, mi ritrovo un mazzo di euro e non so nemmeno quanti siano…”

Hate him or love him, that’s Hellmuth guys!

Seguite con noi l’avventura degli azzurri alle WSOPE sul nostro Social Blog!

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari