Saturday, Oct. 1, 2022

Storie

Scritto da:

|

il 27 Nov 2015

|

 

Alec Torelli: “Se si è stressati l’unica via è prendersi una pausa dai tavoli”

Alec Torelli: “Se si è stressati l’unica via è prendersi una pausa dai tavoli”

Area

Quante volte abbiamo letto che per giocare a poker bisogna essere mentalmente liberi da ogni problematica e dagli stress della vita di tutti i giorni?

Puntualmente però riversiamo ai tavoli tutte le nostre problematiche e abbiamo difficoltà a staccare le due situazioni.

Alec Torelli nel suo ultimo video risponde alla domanda di un giocatore di small stakes il quale prova ad approcciare il gioco in maniera professionale ma i problemi famigliari e le continue pressioni a cui è sottoposto ogni giorno ne minano la serenità e soprattutto fanno scadere il suo gioco da un A game a un B/C game.

Una sitauzione molto comune anche per molti giocatori italiani che devono necessariamente fare i conti con il lavoro di ogni giorno e le problematiche derivanti da esso e dalla vita quotidiana che spesso è enorme fonte di stress che finisce inevitabilmente per ripercuotersi sul proprio gioco sia ai tavoli online sia a quelli live.

Non è un segreto infatti che giocare a poker, soprattutto per una vita, è un’impresa estremamente stressante. Lo si faccia per lavoro o per passione giocare tre/quattro volte a settimana è una fonte incredibile di pressione vista la varianza legata al gioco e il fatto che da un momento all’altro ci si possa sentire invincibili o incapaci pur giocando alla stessa maniera.

Il primo paragone fatto da Torelli che serve come consiglio per la gestione dello stress è quello con le starting hand del poker.
Purtroppo non sempre infatti abbiamo la fortuna di avere in mano una monster hand e allo stesso modo non sempre viviamo nella condizione migliore per giocare a poker.
Semplicemente dobbiamo imparare a gestire la situazione così come quando non ci viene servita una premium hand e fare di tutto per massimizzare i nostri risultati anche in condizioni che non sono estremamente vantaggiose.

Il processo secondo Alec è abbastanza comune: ciò che siamo nella vita di tutti i giorni, le nostre preoccupazioni, i nostri successi e delusioni, sono quasi sempre trasportati al tavolo da poker perchè anche lì siamo esattamente le stesse persone che siamo lontano dai tavoli.

Il secondo paragone fatto da Torelli è quello con la via più breve per arrivare da una destinazione a un’altra: purtroppo non sempre è possibile fare la via più veloce e dobbiamo prendere delle deviazioni che ci allontanano dalla nostra meta finale.
Allo stesso modo nella vita per arrivare a essere professionisti di poker non è detto che la via più breve sia quella di far finta di non avere problemi e dedicarsi anima e corpo nel gioco: è meglio risolvere i problemi famigliari (ed eventualmente di bankroll) e poi buttarsi nella mischia anche a costo di stare lontano dai tavoli per un periodo più o meno lungo.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Lo stress infatti generato da cause esterne non è sempre positivo, anzi molte volte può diventare dannoso.

Ci sono infatti una miriade di conseguenze sul nostro corpo dovute ai momenti di stress: il segreto sarebbe quello di incanalare questo stress e farlo diventare positivo, in modo che esso ci spinga a lavorare di più, ci mantenga vigili e attenti e ci aiuti a evitare pericoli anche ai tavoli da poker.

Quando però non abbiamo uno sbocco per lo stress esso diventa problematico. E peggio ancora quando lo teniamo nascosto come se non ci toccasse, esso  finirà per trovare la sua via d’uscita.

Una situazione di lavoro equilibrata, esercizio fisico, vacanze e tempo passato con gli amici e la famiglia sono i possibili sbocchi positivi mentre le droghe, l’alcool e il gioco d’azzardo sono negativi.

Per questo per un giocatore di poker, visto che il gioco d’azzardo è così strettamente legato al poker, è assolutamente necessario che lo stress non trovi uno sbocco negativo, perché il risultato è che si finirà per distruggere il proprio bankroll a volte piano piano e a volte in maniera repentina.

Incanalare le pressioni in qualcosa che possa aiutarci a sfogarle è il segreto del successo secondo Alec Torelli e prima di rimetterci ai tavoli da poker dobbiamo assolutamente trovare una soluzione a questo problema.

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari