Thursday, Oct. 6, 2022

Scritto da:

|

il 19 Nov 2016

|

 

Tutti contro Phil Hellmuth! I suoi colleghi scrivono su Twitter: “È scarso, egoista e non ci rappresenta”

Tutti contro Phil Hellmuth! I suoi colleghi scrivono su Twitter: “È scarso, egoista e non ci rappresenta”

Area

Vuoi approfondire?

La comunità del poker, quasi dal nulla, ha deciso di sfogarsi pesantemente contro Phil Hellmuth.

È bastato un semplice tweet, pubblicato questa settimana da Tim Ferriss, per scatenare la bufera. Chi è Tim Ferriss? Un popolare autore, scrittore e personaggio televisivo americano.

I suoi podcast sono davvero molto seguiti negli States e ogni volta che invita un ospite d’eccezione, pone su Twitter la stessa domanda ai suoi follower: “Cosa volete che gli chieda?“.

Questa volta però non ha ricevuto il solito tipo di risposte. Famosi poker pro (e non) si sono infatti scatenati, insultando Hellmuth e pregando Ferriss di cambiare ospite!

Terrence Chan per esempio scrive: “Phil Hellmuth non fa altro che promuovere la sua persona, non è all’altezza delle persone che di solito intervisti. Intervista chiunque altro ma non lui“.

Connor Drinan è d’accordo: “Ci sono molti altri giocatori che hanno cose più interessanti da raccontare. Il pubblico non resterebbe impressionato da Phil Hellmuth“.

Isaac Haxton ci va giù pesante: “Non è competitivo ad alti livelli, non è un oratore interessante e ha fatto pubblicità ad un sito che ha truffato i suoi clienti“.

Haxton va a toccare probabilmente il punto critico, il vero motivo per cui tanti provano astio nei confronti di Phil Hellmuth, che ha prestato la sua faccia in passato per promuovere il sito Ultimate Bet.

Il proprietario della poker room, Russ Hamilton, ha imbrogliato migliaia di utenti con il software ‘God Mode’, guardando le loro carte. Da allora molti evidentemente conservano rancore.

 

 

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

A sparare contro Hellmuth su Twitter sono arrivati anche Tony Dunst, Ryan Fee, Liv Boeree e tanti altri pokeristi, più o meno conosciuti.

Mike McDonald commenta: “Ospite perfetto. Dovreste indagare sulle sue transazioni con Cereus nel 2011“. Olivier Busquet scherza: “Finalmente la comunità del poker è in sintonia su un argomento“.

David Benefield fa un appello: “Tim, scegli un giocatore che sia rispettato dalla comunità“. Darryll Fish chiede: “Come ti ha ingannato per convincerti che è una buona scelta per il tuo podcast?“.

Dan O’Brien supplica: “Ti chiedo solo di non fargli domande di strategia. Mi piace il tuo show e non tollererei certe cose nosense”.

Tra i giocatori più richiesti come ‘riserve’ di Phil Hellmuth ci sono Phil Galfond e il tedesco Fedor Holz. Qualcuno ci ha pensato da solo a proporsi…

È il caso di Dan Smith: “Intervista me. Ho 27 anni, ho vinto 14 milioni in carriera e sto donando 175.000$ in beneficenza“.

Chiudiamo con la candidatura di Daniel Cates: “Intervista me. Sono il giocatore online più vincente degli ultimi anni“.

Chissà come andrà a finire questa storia… Di certo non è stata una bella settimana per Phil Hellmuth che ha scoperto all’improvviso di essere odiato da molti rispettabili personaggi del suo ambiente. O forse lo sapeva già?

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari