Tuesday, Jan. 26, 2021

Poker Online

Scritto da:

|

il 26 Nov 2020

|

 

La mano della eliminazione di Enrico Camosci al tavolo finale CPP con il commento di Jason Koon

La mano della eliminazione di Enrico Camosci al tavolo finale CPP con il commento di Jason Koon

Area

Vuoi approfondire?

Stanotte Enrico Camosci ha chiuso in settima posizione il tavolo finale del Caribbean Poker Party che si è disputato sulla estensione internazionale di partypoker a causa della emergenza Coronavirus.

Molto parlare ha fatto e sta facendo la mano in cui il bolognese ha trovato l’eliminazione, in cui ha prima difeso suited connectors da big blind e poi ha pushato al turn in semibluff con bilaterale per trovare il call avversario con overpair.

Vediamo subito nel dettaglio lo spot e anche come è stata commentata la condotta del bolognese in diretta dal fortissimo pro statunitense Jason Koon.

 

La mano

Il torneo è a 7 left, su blinds 1.750.000-3.500.000 il chipleader Grayson Ramage, con uno stack superiore ai 300 milioni, apre x2 QQ. La mano precedente aveva coppia di Re da grande buio.

Folda tutto il tavolo, anche small blind con AJ. Enrico è da grande buio con uno stack di 91.277.032 e decide di difendere 65.

Flop 732, Camosci check, utg prosegue 6.208.125, call.

Turn 8 Camosi check, original raiser punta 19.250.000 su pot di 31 milioni, Camosci tanka e alla fine decide di pushare 81.568.907, l’avversario chiama!

Il river è un ininfluente 7 ed Enrico è player out! Il settimo posto gli vale un premio di 99.552€.

Quel push in semibluff

Come detto diversi hanno criticato la condotta di Camosci. Anche nel gruppo Club del Poker c’è chi ha condannato la sua linea derubricandola a un eccesso di aggressività.

Ma siamo pronti a scommettere le mutande che un giocatore preparato quale è Enrico, universalmente riconosciuto come tra i più studiosi del panorama italiano, sappia sempre bene quello che fa.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

La sua condotta può essere spiegata matematicamente, in particolare considerando che l’avversario di questo spot, Grayson Ramage, stava giocando molto loose.

Evidentemente, dopo il call preflop con suited connectors per odds, Enrico ha deciso di chiamare al flop ritenendo un fold con gutshot come troppo debole. Ma crediamo che nello stesso spot il bolognese possa mixare fold e call a seconda dell’avversario.

Sul turn che gli apre bilaterale Enrico decide di massimizzare la fold equity pushando in semibluff. Questa è una azione che non può mancare dal bagaglio tecnico di un pokerista: anche se verrà chiamato Enrico avrà comunque otto outs a disposizione per chiudere il suo progetto al river.

E un avversario che sta giocando in modo molto aggressivo, facendo pesare il suo monster-stack, al turn avrà un ampio ventaglio di mani con cui è pronto a bet-foldare sul push avversario in semibluff. Evidentemente, ma non ci dovrebbe essere neanche il bisogno di specificarlo, in game Camosci ha ritenuto quel push a valore atteso positivo.

Il commento in diretta di Jason Koon

La giocata di Enrico ha strabiliato in primis i commentatori della diretta streaming, tra cui c’era anche Jason Koon.

“Deve solo check-foldare qui, non va da nessuna parte. Credo che Grayson punterà circa di due terzi del piatto, intorno a 21-22 milioni, ed Enrico deve uscire dalla mano – dice Koon sulla bet turn di 19 milioni di Greyson, vedendo che Enrico sta tankando.

“Mi meraviglierei se le mettesse tutte dentro. Penso sia fuori da questa mano. Magari una volta ogni tanto. Credo che che in questo momento sia in piedi di fronte alla scrivania scorrendo la barra delle size”

Quando Enrico va all-in, Koon fa un balzo sulla sedia: “Oh shit lo ha fatto! Vi posso garantire che adesso non sta guardando allo schermo ma sta ripetendo ‘per favore folda per favore folda…'”.

“Non ci sono possibilità che Grayson foldi, voglio dire, proprio lo zero per cento”

Infatti Grayson chiama ed Enrico è player out. I commentatori se la ridono tra i baffi ma non possono che riconoscere il coraggio dell’italiano.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari