Thursday, Apr. 22, 2021

Poker Live

Scritto da:

|

il 15 Mar 2021

|

 

High Stakes Poker: una triple barrel in bluff di Tom Dwan

High Stakes Poker: una triple barrel in bluff di Tom Dwan

Area

Vuoi approfondire?

Nella stessa puntata di High Stakes Poker che ha visto l’incredibile fold di Doug Polk con scala floppata, è andata in scena una giocata ‘vecchio stile’ di Tom Dwan.

Nel format tv del canale streaming PokerGo, ‘durrr’ ha intavolato una triple barrel in bluff su tribettato con suited one gap connectors, una delle giocate simbolo del suo repertorio.

Chiariamo subito che l’azione non è andata a buon fine: dopo aver chiamato la tribet preflop fuori posizione, Brandon Steven non si è lasciato intimorire e ha trovato il call anche al river. Vediamo subito

 

La mano

Su blinds 200$-400$ con possibilità di utg straddle Brandon Steven apre a 1.100$ da early position AJ, Tom Dwan tribetta 4.000$ da bottone 97, Adams chiama.

Flop J48, Dwan 5.000$, chiama Steven.

Turn 3, nuovo check-call per Steven con Dwan che dimensiona la puntata a 14.000$.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

River 3, Dwan spara 30.000$ restando con circa 32.000$, Steven chiama e incassa il piatto di 107.000$, con Dwan che scuote la testa.

 

Quel mancato shove river

In questa mano Tom Dwan decide di prendere la linea aggressiva già dal preflop tribettando con suited one gap connectors.

Probabilmente in questa action aggressiva pesano anche il fattore posizionale e il fatto che l’avversario sia un businessman come Brandon Adams, contro il quale, probabilmente, un professionista navigato come Dwan sente di avere edge.

Dopo aver floppato progetto di colore e gutshot di scala, la continuation bet di Dwan è automatica. Al turn le cose si fanno interessanti: in posizione il professionista americano potrebbe checkare dietro nella speranza di vedere una delle tante carte del mazzo che migliorerebbero il suo punto, ma si tiene fedele alla storia aggressiva che ha deciso di raccontare da inizio mano e punta nuovamente per ingrandire il piatto e tenere l’inerzia del gioco.

Al river Dwan ha poco più di una pot-sized bet, ma invece di pushare decide di bettare metà stack. Qui sarebbe interessante capire a che livello di pensiero è nata la decisione di Dwan di minimizzare la fold equity. Probabilmente ha creduto che Steven potesse vedere la sua puntata come di valore estremo.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari