Friday, Apr. 23, 2021

Poker Live

Scritto da:

|

il 26 Feb 2021

|

 

Un hero-call in fourbettato in cui Jason Koon già sapeva di muckare

Un hero-call in fourbettato in cui Jason Koon già sapeva di muckare

Area

Vuoi approfondire?

A volte nel poker capita di sapere quale sia la azione migliore, eppure, a forza di ‘overthinkare’, si finisce a fare tutt’altro.

Da questo brutto ‘vizietto’ a quanto pare non sono esenti neanche i super professionisti come Jason Koon, che nella ultima puntata della nuova stagione di High Stakes Poker sembra essere caduto in una sorta di auto-sabotaggio.

A parole, infatti, aveva indovinato esattamente cosa aveva l’avversario, ma poi si è comportato all’esatto opposto di come sembrava aver stabilito con la sua stima.

 

La mano

Tavolo cash game blinds 400$/800$ con ante, questa mano diversamente dal solito è senza straddle. Daniels da utg+1 ha uno stack di 210.000$, apre 2.200$ con KK, alla sua sinistra Koon con 476.000$ di stack spilla QQ e tribetta a 8.000$, Daniels fourbetta a 29.000$, Koon chiama.

Flop JK4 Daniels prosegue 14.300$, Koon call.

Turn 3 Daniels 40.000$, call.

River 2 Daniels shova 128.000$, Koon entra in the tank.

Alla fine, dopo il monologo che potete leggere sotto, decide di chiamare e osserva il mucchietto dirigersi dalla parte dell’avversario, che gongola.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

 

Tra il dire e il fare

Il bello è che durante la ‘tankata’ al river Koon indovina la combo di Daniels.

Shoveresti gli assi qui? – chiede il biondo statunitense facendo un po’ di stretching sulla sedia – Presumo che avresti avuto bisogno di un asso di picche, vero? Oh no, non shovi qui un asso o un re di picche, non credo. Credo che tu possa avere top set“.

Il professionista statunitense sembra esprimere i suoi pensieri a briglia sciolta, più che cercare di carpire qualche tell avversario. Prosegue:

“E’ uno spot matto, ti voglio credere, devi avere una fottuta mano qui, una fottuta big hand. Voglio dire hai mai top set? Vuoi che ti chiami da peggio vero? Davvero sick… Voglio crederti, lo voglio davvero“.

Si rivolge all’avversario ma senza guardarlo direttamente. Alla fine della chiacchierata a voce alta, però, diversamente da quanto le sue parole avrebbero potuto far pensare, Koon mette una manciata di chips in mezzo al tavolo e Daniels incassa il piatto da 425.000$.

 

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari