Wednesday, Apr. 21, 2021

Poker Live

Scritto da:

|

il 5 Feb 2021

|

 

Capire cosa è l’edge al tavolo da poker con Bryn Kenney che trasforma top pair in bluff

Capire cosa è l’edge al tavolo da poker con Bryn Kenney che trasforma top pair in bluff

Area

Vuoi approfondire?

Con “edge”, nel poker, si intende il “vantaggio” che un giocatore ha sugli avversari in termini di maggiori abilità.

Questo edge si può concretizzare in numerosi modi, ma nella singola mano, per la natura stessa del poker, che premia sì l’abilità ma solo sul lungo periodo, può anche non farlo.

Nella nuova stagione di High Stakes Poker, ad esempio, abbiamo visto Tom Dwan alzare bandiera bianca contro l’amatore Michael Schwimer in più spot.

Oggi vediamo invece una mano portata a buon fine da Bryn Kenney grazie all’edge che aveva contro Brad Steven nella quinta puntata del format di PokerGo dedicato al cash game high stakes.

 

La mano

Kenney apre 2.000$ da utg con AJ, due posti alla sua sinistra Brad Steven tribetta a 8.500$ con JT, Kenney chiama.

Flop 7T8, Kenney check-raisa a 35.000$ la cbet di Steven, che chiama.

Turn J, Kenney bet 69.000$, call.

River 3, Kenney bet 147.000$ su un piatto di 227.000$, Steven folda. Il businessman si rigira sulla sedia lamentandosi del nove in mano a Kenney.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

“Avevi peggio di una overpair?” chiede il torneista live più vincente di sempre al businessman. Steven risponde che aveva più di una overpair.

“Avrei vinto io vero? – gli fa. Kenney resta muto ma con un cenno del capo dà la conferma.

 

Una doppia da stracciare sempre?

In questa mano probabilmente emerge tutto l’edge che un professionista tra i più forti al mondo come Kenney ha su un giocatore ricreativo, seppur di livello, come Brad Steven.

Kenney inizia a costruirsi il “vantaggio” già del preflop, sia dal punto di vista della posizione che della equity. La sua linea prosegue con una condotta aggressiva postflop a iniziare dal raise sul flop drawy che gli apre il gutshot, e poi prosegue al turn in cui centra top pair top kicker.

Vista la condotta della mano, il jack al turn è una carta buona per Kenney forse più per la possibilità di togliere qualche scala dal range di Steven, che non per il valore di showdown che gli offre.

Il river è ininfluente e coerentemente con la linea intrapresa Kenney dimensiona la sua puntata in modo da farla sembrare di chiaro valore. Seppur con una doppia coppia, su quel board Steven è chiamato a tutti gli effetti a un herocall. Si rifarà in futuro?

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari