Friday, Oct. 22, 2021

Poker Online

Scritto da:

|

il 7 Ago 2021

|

 

Fedor Holz e Mario Moesbeck: quando e perché saltare la continuation bet

Fedor Holz e Mario Moesbeck: quando e perché saltare la continuation bet

Area

Vuoi approfondire?

Seconda puntata con l’analisi di Fedor Holz e di Mario Mosboeck sul final table del Main Event SCOOP di PokerStars.com, vinto di recente proprio dallo stesso Mario.

Si nota subito quanta disciplina e impegno Fedor metta nella review: questo articolo è solo un piccolo estratto di uno studio di 10 minuti solo sul check behind al flop!

La mano

Mario Mosboeck ha 106k a blinds 800/1.600 ante 200, lo Small Blind gioca per 90k.

Preflop Mario apre con AT a 3.440 da HJ, difende solo SB.

Flop (10.080) 2Q5 – Check to check.

L’analisi

Neanche il tempo che Moesbeck dica “Lui checka…”, che Holz interrompe: “Ok Mario, come approcci questo spot?” e quando vede una tabella comparire sul monitor “Non pensare nemmeno ad aprire un software!” 

Mario Moesbeck: “Penso che sia molto più difficile c-bettare contro lo Small che contro il Big Blind perché il suo range è molto più forte. Contro il BB spesso puoi andare in continuation bet su un board non connesso con una carta alta: size piccola e non sbagli mai. 

Qui penso sia più difficile, lui è più sbilanciato verso Q-X, tutte le pocket pair, gli A-X e K-X suited, e mi chiedo sempre se posso far foldare mani che sono migliori della mia. Con A-T off senza backdoor penso che sia una mano che voglio checkare a una frequenza molto alta e puntare mani come A-3s, A-4s perché posso far foldare A-To, A-7 senza backdoor. 

Il mio range di bet grosse comincia da A-Q, K-Q, forse K-K e A-A ogni tanto, li mixerei tra big e small size. Andrei più grosso con mani dove penso di avere extra fold equity, come 76 perché posso far foldare di più gli A-X senza backdoor.” 

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Fedor Holz: “Mi sembra molto logico, ma rendiamola più difficile: quale frequenza di c-bet credi che dovresti avere qui?”

Mario Moesbeck: “Non è facile tradurlo in numeri, ma direi un 60%, di cui un quarto delle volte con size alte e il resto size piccole, forse un po’ più di big sizing perché checkiamo molto spesso.”

Fedor Holz: “Sembra ragionevole. Pensavo, hai alcune mani off-suited, penso che giochino un ruolo in tutto questo. Parlavi di 76, ma credo ci siano mani più adatte per un bluff, come K-J con K per esempio. 

Comunque è un leak che ho notato del mio gioco, salto subito a conclusioni per le mani che scelgo come bluff, quando ci sono mani migliori e più facili da bluffare.

Io cerco sempre backdoor flush e backdoor straight, quando alla fine è meglio un blocker di colore nut e overcard, per esempio A-T con A.

Ho notato che sopravvaluto alcune mani che sembrano carine, quando ce ne sono altre che fanno il loro lavoro. 

Comunque avrei un range molto simile a quello che hai detto tu, anche se dipende molto da quanto flatta il nostro avversario. Se chiama un po’ più tight credo dovremmo checkare più spesso e scegliere size un po’ più grosse.” 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari