Saturday, Sep. 21, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 29 Mag 2012

|

 

WSOP 2012: Phil Ivey è tornato ai tavoli, ma non concede interviste!

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

WSOP 2012: Phil Ivey è tornato ai tavoli, ma non concede interviste!

Area

Vuoi approfondire?

Argomenti correlati

E’ considerato fra i migliori giocatori al mondo, ma dopo lo scandalo di Full Tilt Poker aveva disertato i tornei live, comprese le WSOP dello scorso anno: stiamo parlando di Phil Ivey, ormai da tempo associato all’immagine di Full Tilt Poker, Team Pro di cui faceva parte prima dello “scioglimento”, che sembrava scomparso dalla circolazione proprio come la sua red room. Oggi la sorpresa: Phil Ivey è risceso in campo per le WSOP 2012, e si presenta al tavolo senza alcuna patch.

Che ci sia qualche speranza di vederlo griffato con la picca rossa? Sicuramente la vendita di Full Tilt Poker sta facendo parlare, e la presenza di Ivey a queste WSOPpotrebbe riservare colpi di scena nei prossimi due mesi, soprattutto se le voci di acquisto da parte di PokerStars dovessero essere confermate.

Oggi Phil Ivey ha partecipato all’evento #2 No Limit Hold’Em da 1.500$ delle World Series Of Poker 2012, con scarso successo: il suo stack si riduce a una manciata di bui, che Ivey decide di pushare con una coppia di dieci preflop, ma trova il call della più deep Maria Ho, la quale ha JTo ma riesce a chiudere una fortunata scala al river, che in un primo momento la dealer non vede e addirittura mucka le carte alla bella giocatrice prima che qualcuno al tavolo le faccia notare che in effetti ha scoppiato TT di Ivey, il quale termina così il suo primo torneo di queste WSOP.

Ivey era sparito dai tavoli verdi “In segno di rispetto verso i giocatori che avevano perso i propri soldi con la scomparsa di Full Tilt Poker”, stando a quanto diceva la versione ufficiale. Ma probabilmente il giocatore non riteneva conveniente, in quella situazione post-apocalittica, fare la sua comparsa ed esporsi visti i tanti ex Full Tilt Players creditori della room che lo sponsorizzava. E questo momento non sembra passato, visto che Ivey, alla mia richiesta di rispondere ad un paio di domande (ovviamente quelle su Full Tilt c’erano, in fondo alla lista ma c’erano), risponde No, no, not right now, poi aggiunge “Maybe later in the tournament” prima di uscire velocemente dalla sala.

Che dire? “Thank you”, gli rispondo, lo prendo sulla parola: “later in the tournament” ci riproverò, Mr. Ivey!

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari