Tuesday, Jul. 16, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 1 Giu 2012

|

 

WSOP 2012 – Ancora niente gloria per Alioto e Guerra!

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

WSOP 2012 – Ancora niente gloria per Alioto e Guerra!

Area

Vuoi approfondire?

Argomenti correlati

Continua la corsa al titolo mondiale dei giocatori di Sisal Poker in gara ai campionati del mondo di poker a Las Vegas: oggi Dario Alioto e Cristiano Guerra sono stati impegnati rispettivamente nell’evento #7, il 1.500$ Seven Card Stud, e l’evento #6, il Mixed Max No Limit Hold’Em, ma per entrambi la corsa si è fermata al Day1.

STUD PER ALIOTO – Dario Alioto, come consuetudine, punta a tutti i giochi che non siano Texas Hold’Em, e quest’oggi è toccato all’evento Seven Card Stud. A guardare i tavoli del torneo si nota come l’età media del field sia molto avanzata: tanti capelli grigi e bianchi, perché “Il Seven Card Stud era uno dei giochi di poker più diffusi prima che arrivasse il Texas Hold’Em”, spiega il capitano di Sisal Poker, “Però questi veterani del gioco non hanno evoluto la loro strategia, giocano in maniera poco aggressiva.

Dario ritiene di aver giocato uno dei migliori tornei di Seven Card Stud della sua carriera: “Ho commesso pochissimi errori, sono soddisfatto di come ho giocato, anche se poi le carte non sono state dalla mia parte”. “Ero arrivato ad avere più del doppio dell’average (17.000 chip su media di 7.000), poi negli ultimi due livelli di giornata i bui salgono così tanto che perdere dei colpi diventa compromettente per lo stack”. I colpi decisivi sono due: nel primo Alioto mette l’avversario su un bluff, però l’avversario scopre un punto forte; nel secondo colpo Dario chiude una scala nuts che poi viene demolita da un colore chiuso all’ultimo. Rimasto short, non riesce a risorgere.

NIENTE DA FARE PER GUERRA – L’evento Mixed Max prevedeva tavoli NLHE 9-max il primo giorno, 6-max il secondo e, dal Day3 fino alla fine solo heads up! Una formula interessante che però Cristiano Guerra non ha potuto assaporare a pieno: la fortuna continua a non essere dalla parte di Crisbus che vede sfumare anche oggi la corsa al braccialetto.

Cristiano Guerra ai tavoli del Mixed Max

Il giocatore romano trova al suo tavolo un Antonio Esfandiari particolarmente aggressivo che “Aveva un range di 3bet estremamente wide”, così Crisbus decide di 4bet/callarlo con AQ. La mano si trasforma in un incubo perché questa volta Magic Antonio ha AK e domina la mano del pro di Sisal Poker, il quale deve rimandare i sogni di gloria all’evento #9: il No Limit Hold’Em re-entry da 1.500$ che si giocherà il 2 giugno, evento che vedrà protagonista anche Gabriele Lepore.

DOMANI IL CAPITANO GIOCA ANCORA – Incessante, come ogni anno, la presenza di Alioto ai tavoli: si ricomincia con l’evento #8, Omaha Hi-Lo Split 8 Or Better da 1.500$, appuntamento alle ore 12.00 qui a Las Vegas!

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari