Saturday, Jul. 2, 2022

Poker Online

Scritto da:

|

il 13 Mag 2014

|

 

La bad run di Ivey continua: perde settecentomila dollari in una settimana!

La bad run di Ivey continua: perde settecentomila dollari in una settimana!

Area

Vuoi approfondire?

Che il 2014 non sia iniziato nella maniera giusta per Phil Ivey, si era abbondantemente capito dai primi risultati ottenuti dopo il grande rientro su Full Tilt Poker.

Il “Tiger Woods” del poker non è partito bene in questi primi quattro mesi del nuovo anno, ma quanto è accaduto nel corso della settimana appena trascorsa rientrerà molto probabilmente nei libro dei record di Phil, ovviamente dalla porta sbagliata.

Nella prima settimana di maggio, come si evince dal consueto resoconto fatto dai colleghi di HighStakesDB.com, Ivey ha fatto registrare un saldo negativo di ben 695.039 dollari sui tavoli di Full Tilt Poker, sfiorando la poco gratificante quota dei tre milioni di dollari di saldo negativo dall’inizio del 2014.

Con questa clamorosa perdita, Phil ha scalato la classifica dei grinder più “in rosso” nella prima parte del nuovo anno, con la quota di 2 milioni 770mila e 305 dollari di saldo negativo.

Solo un giocatore ha fatto peggio di Polarizing (questo il nickname di Ivey su Full Tilt, ndr), si tratta di Gus Hansen: The Great Dane è l’unico giocatore ad aver sfondato il muro dei tre milioni di dollari persi in questi primi quattro mesi del 2014.

Assieme ad Ivey e a Hansen, tra l’altro, solo un altro giocatore ha sforato il milione di dollari di perdite su Full Tilt: si tratta di Chun ‘samrostan’ Lei Zhou, il cui passivo è di oltre 2 milioni e 300mila dollari.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Un altro pessimo inizio di mese per Phil Ivey, che già nella prima settimana di aprile aveva perso quasi un milione di dollari sulla nota piattaforma giocando perlopiù varianti come il 2-7 Triple Draw e il Pot Limit Omaha.

Più in generale, per Ivey non è affatto un bel periodo, viste anche le recenti accuse ricevute dai responsabili del Borgata Casino di Atlantic City, i quali hanno dichiarato che, a loro avviso, il noto grinder californiano avrebbe disputato partite palesemente truccate a Baccarat per un ammontare di ben 9 milioni di dollari.

E con lo start sempre più vicino dell’edizione 2014 delle World Series of Poker, tra 15 giorni si inizierà con il 25.000$ Mixed Max No-Limit Hold’em e in cui il player californiano andrà a caccia della doppia cifra in termini di braccialetti messi al polso (finora è fermo a quota 9), l’umore di Phil Ivey non sarà sicuramente dei migliori…

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari