Sunday, Nov. 28, 2021

Strategia

Scritto da:

|

il 19 Mar 2014

|

 

Thinking Process – Il bluff di Davide ‘DJDave_en’ Nutarelli contro un finlandese aggressivo al NL1000 live

Thinking Process – Il bluff di Davide ‘DJDave_en’ Nutarelli contro un finlandese aggressivo al NL1000 live

Area

Vuoi approfondire?

Scopri come pensano i protagonisti del tavolo verde con Italiapokerclub!

Dopo Luca Moschitta, Giuliano Bendinelli, Luigi Curcio, Dario Sammartino, Mustapha Kanit, Emiliano Conti e Christian Favale, oggi è il grinder toscano Davide ‘DJDave_EN’ Nutarelli a raccontarci il suo thinking process.

La mano è stata giocata in un tavolo di cash game live 6-max con blind 5€/10€ e straddle da 20€. Quattro avversari al tavolo, a contendere il pot a Nutarelli è stato un forte player finlandese dallo stile aggressivo.

Ecco l’azione descritta strada per strada da Davide:

MANO-DJDAVE

Ed ecco il thinking process:

 

PREFLOP

Al tavolo ci sono due giocatori amatoriali molto scarsi e due finlandesi abbastanza capaci e intelligenti. Da un po’ gli scandinavi stanno facendo rilanci al buio, ovvero senza guardare le carte, così dopo lo straddle decido di aprire standard da bottone fino a 60€. Il finlandese, da big blind, 3-betta a 180€. Io gioco in posizione, dicendogli di non aver ancora visto le carte. Lui sorride. Qui opto per il call perché abbiamo entrambi uno stack molto deep, sopra i 300 big blind, quindi in posizione mi trovo a mio agio a giocare con un range molto ampio di mani.

 

FLOP

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

A questo punto, dunque, guardo le mie carte e vedo 4-3 off… non benissimo. Il mio avversario punta 210€ e decido di chiamare in floating per poi bluffare al turn.

 

TURN

Il finlandese punta 375€, io rilancio fino a 780€ e lui chiama. Ai miei occhi sta bettando per valore, ma io, avendo chiamato al buio preflop, ai suoi occhi sono ATC (any two cards), quindi nel mio range posso anche avere un 2: dato che è un avversario capace, questo lo sa.

 

RIVER

Per ultima carta esce un asso: lui checka e io pusho per 1.850€. Credevo fortemente di poter rappresentare il 2, infatti chiamando al flop e raisando al turn la mia azione è percepita come molto ‘strong’ dal finlandese. Chiaramente non avrei mai fatto una mossa simile contro uno dei due giocatori amatoriali scarsi, perché credo mi avrebbero chiamato velocemente, senza riflettere troppo sulla azione preflop. Quando si fanno queste giocate, è necessario scegliere un avversario ‘giusto’, ovvero qualcuno che sia in grado di capire la mano che stai rappresentando. Il mio avversario stava dimostrando valore, sul momento pensavo a K-J o K-Q… dopo aver tankato per cinque minuti esclama “Deuce in the dark wins!” (il due al buio vince, ndr), e folda mostrando A-Q di quadri. Quando ho girato il mio bluff con 4-3 off c’è rimasto malissimo!

 

Che ne pensi del ragionamento di Davide? Commenta la mano sulla nostra pagina Facebook!

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari