Tuesday, Nov. 30, 2021

Strategia

Scritto da:

|

il 17 Feb 2014

|

 

Thinking Process – Christian ‘IwasK.Mutu’ Favale e l’overpot river per farsi bluffcatchare

Thinking Process – Christian ‘IwasK.Mutu’ Favale e l’overpot river per farsi bluffcatchare

Area

Vuoi approfondire?

Argomenti correlati

Scopri come pensano i protagonisti del tavolo verde con Italiapokerclub!

Dopo Luca Moschitta, Giuliano Bendinelli, Luigi Curcio, Dario Sammartino, Mustapha Kanit ed Emiliano Conti, oggi è il professionista di Pokerstars Christian ‘IwasK.Mutu’ Favale a raccontarci il suo thinking process.

La mano è stata giocata in un tavolo di cash game NL400 su Pokerstars, quando ad affrontare Christian c’erano avversari del calibro di Giacomo ‘ita.dred’ Loccarini, Lucio ‘luciomm’ Martelli e Francesco ‘ziopippo1985’ Elefante. A contendergli questo pot è stato però il regular ‘fool3d’.

Ecco l’azione descritta strada per strada da Christian:

favale-mano

 

Ed ecco il thinking process:

 

PREFLOP

La 3-bet preflop non merita troppe considerazioni. Il giocatore che apre da bottone, ‘fool3d’, è uno dei migliori interpreti del cash game 6-max ‘punto it’, ma da questa posizione J-J è comunque un raise per valore contro chiunque. Il mio plan è quello di 5-bettare in caso ricevessi una 4-bet, ma il mio avversario opta per un call.

 

FLOP

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Il flop è buono per la nostra mano, non troppo per il nostro range: tutte le broadway hanno mancato il board, mentre nel range di ‘fool3d’ ci sono molti più T-x e middle connector. E’ un flop, dunque, su cui farei check con una buona frequenza e talvolta devo farlo anche con overpair: questa, infatti, è una di quelle. Il check behind del mio avversario credo definisca bene il suo range su coppie e mani come A-K/A-Q.

 

TURN

Il 3 al turn cambia davvero poco, quindi con la mia mano devo cercare di prendere valore dalle coppie del mio avversario, pensando a cosa farei in una situazione come questa con A-Q: punterei l‘importo del pot per polarizzare il mio range e provare a mettere pressione ai bluffcatch dell’oppo tra turn e river.

 

RIVER

Il K al river è un’ottima carta per il mio range e ininfluente rispetto alla forza della mia mano, sempre che ‘fool3d’ non abbia una delle poche combo di K-T. Su questo river, dunque, ragiono alla stessa maniera del turn: se avessi A-Q in mano cercherei di mettere pressione a mani come T-9, e il modo migliore per farlo è puntare tanto. Opto così per una size di 310€ su un pot di 184€.
Il mio avversario utilizza tutto il time bank e decide poi di bluffcatchare chiamandomi con T-9, probabilmente pensando esattamente ciò che avevo pensato io. Questa volta, però, ho la mano giusta nel mio range e il pot lo vinco. Ma sostanzialmente è come se la partita fosse finita in pareggio

 

Che ne pensi del ragionamento di Christian? Commenta la mano sulla nostra pagina Facebook!

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari