Sunday, Jun. 7, 2020

Strategia

Scritto da:

|

il 28 Gen 2020

|

 

Cinque modi per gestire il tilt e riacquistare un mindset di ferro

Cinque modi per gestire il tilt e riacquistare un mindset di ferro

Area

Vuoi approfondire?

Il poker si basa su equilibri molto delicati.

L’aspetto mentale è quello più sottovalutato nonché il più importante e in certi casi non c’è competenza tecnica che tenga quando la testa è altrove.

In questa breve rubrica abbiamo raccolto cinque metodi, assolutamente non infallibili ma sicuramente validi, per limitare i danni derivanti dal tilt ed evitare di buttare al vento quanto fatto di buono in precedenza.

Sessione sotto abi

Vi trovate in un vortice pazzesco di bad run, dove le carte sembrano girare soltanto a favore dell’avversario e avete quasi paura di puntare?

La soluzione è molto semplice, anche se contro-intuitiva: per riacquisire un po’ di fiducia provate a giocare una sessione ampiamente sotto abi.

Spendete un decimo di quel che avevate in mente e provate a dare il massimo senza preoccuparvi del resto.

Nel caso la sfortuna continuasse, beh, non avrete perso molto. In caso contrario invece, uno shot, seppur contenuto, potrebbe restituirvi un po’ di serenità.

Break

Paragrafo riservato a chi può permettersi di fare una pausa a sessione in corso, ovvero spinner e cashgamer.

Una pausa prolungata dopo aver perso un dato numero di buy-in/poste è il rimedio più antico e tra i più efficaci in assoluto.

Prendere decisioni importanti con la testa affumicata significa semplicemente dare la metà di quel che si è in grado di fare, se non addirittura meno.

Overcall, overfold, sbracciate e chi più ne ha più ne metta: il poker va preso con serenità o il rischio di mandare tutto all’aria è sempre dietro l’angolo

Tank terapeutico

Spesso il tilt induce il giocatore a prendere decisioni con troppa fretta, senza pensare effettivamente a pro e contro dell’azione che si ha in mente di fare.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Ecco perché, al fine di mantenere il pieno controllo delle facoltà mentali e delle emozioni, un bel tank terapeutico è una risorsa da non sottovalutare.

Pensate almeno 10 secondi prima di prendere ogni decisione, il tempo c’è tutto e non vi corre appresso nessuno, ma soprattutto farete un esercizio di autocontrollo tanto semplice quanto complesso da eseguire in tilt.

Fold terapeutico

Un consiglio molto pratico e per certi versi assurdo che i cash gamer adottano per riprendersi da momenti di bad run è proprio questo: sedersi a un tavolo dal limite bassissimo, giocare un’oretta e passare preflop tutto il top range.

Avete capito bene: A-A/K-K/Q-Q e A-K equivarranno a 2-7/2-8/2-9/2-10.

Dietro questa apparente follia c’è un obiettivo ben preciso: riprendere il controllo di sé stessi. Non è il poker a decidere ma siamo noi, e se vogliamo possiamo anche passare al mano migliore del gioco.

Perlomeno non potrete dire che vi hanno scoppiato gli Assi o i Kapponi anche ai microlimiti!

Non aprire altri tavoli

Consiglio riservato ai torneisti: se la sessione non sta andando per il meglio dal punto di vista del mindset, meglio non aprire altri tavoli.

La tentazione di riprendersi tutto è subito la conosciamo tutti, così come sappiamo bene quante poche volte sia accaduto di fare la sessione della vita completamente in tilt.

Il goal principale è sempre lo stesso: mantenere il controllo e ottimizzare le risorse.

Se avete ancora pochi tornei provate a concentrarvi su quelli e metteteci una pietra sopra, domani sarà un altro giorno!

Ecco i consigli di Peppe Ruocco per bilanciare la propria schedule MTT nel caso vi fossero sfuggiti…

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari