Saturday, Jun. 19, 2021

Storie

Scritto da:

|

il 10 Giu 2021

|

 

10 storie a tema poker che forse non conoscevi

10 storie a tema poker che forse non conoscevi

Area

Pensi che il poker non abbia più segreti per te? Magari con queste simpatiche curiosità ti faremo cambiare idea.

Per esempio sapevi che esiste un poker in modalità rodeo? O che c’è una partita dove al primo classificato va il titolo di sindaco?

Ma ora basta spoiler. Se vuoi scoprire le 10 curiosità sul poker di cui (forse) non hai mai sentito parlare continua a leggere!

1 – Come nascono le chips

Nei primissimi tempi il poker si giocava usando pepite, monete o addirittura polvere d’oro, ed era piuttosto complicato avere delle unità standard per le puntate. Fu per questo che vennero inventate le chips, che erano fatte di avorio, osso, argilla o addirittura legno. Esattamente come quelle di oggi avevano dei disegni per raffigurarne il valore e venivano scambiate per soldi veri direttamente alla casa da gioco.

2 – Dai tornei ai rodei

Vuoi scoprire una variante di poker che non vorresti mai provare? Il Convict Poker dell’Angola Prison Rodeo funziona così: quattro detenuti giocano a poker in mezzo all’arena, viene rilasciato un toro arrabbiato e l’ultimo giocatore ad alzarsi dal tavolo vince.

3 – All in, call, e diventa sindaco

In Estencia, New Mexico, in caso di pareggio nell’elezione del sindaco, la contesa si risolve con un Heads-Up! È successo tre volte nella storia.

4 – All in, call, e Nixon diventa presidente

Molti di voi conosceranno Richard Nixon, ex presidente degli Stati Uniti d’America famoso per lo scandalo Watergate. Forse non tutti però sapranno che Nixon fosse un giocatore di poker decisamente bravo! Si dice che la sua prima campagna per le elezioni al Congresso fosse stata finanziata in gran parte dalle sue vincite.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

5 – Blooody riverrr!

Il river è un cliché: prende il nome dai tempi in cui si giocava a poker sui battelli fluviali negli USA, e i bari erano soliti nascondere una carta nella manica per cambiarla con quella che ricevevano, in caso non fosse di loro gradimento. Che fine facevano se venivano beccati? Buttati nel “river”.

6 – Si è davvero giocato la moglie…

Andrei Karpov durante una partita a poker perse tutti i suoi soldi, e finì -come nelle classiche battute- per giocarsi la moglie in una mano. La cosa divertente è che perse contro Sergey Brodov, e quando la moglie lo scoprì si arrabbiò al punto di divorziare all’istante. Per poi sposarsi davvero con Brodov…

7 – Il primo poker in TV

Il primo evento mai trasmesso in televisione fu il Main Event delle World Series Of Poker nel lontano 1973. Era la quarta edizione dell’evento, e 13 partecipanti versarono il buy-in di $10.000. La vittoria andò a “Puggy” Pearson che vinse tutto il montepremi da $130.000, Johnny Moss arrivò secondo.

8 – Asso-Asso la mano migliore del gioco?

Nella storia dei Main Event WSOP, non esiste ancora un singolo caso dove la mano vincente sia stata A-A, ma due volte è stata l’ultima mano del runnerup.

9 – Phil Laak e il record per 115 ore ai tavoli

Il record per la maratona pokeristica più lunga è detenuto da Phil Laak, che nel 2010 ha giocato a poker per 115 ore (4 giorni di fila) no stop ai tavoli $10/$20 del Bellagio di Las Vegas. Per finire nel Guinness dei Primati Laak aveva diritto al massimo a 5 minuti di pausa ogni ora di gioco, anche se potevano essere risparmiate e utilizzate per una pausa più lunga. Questo record faceva parte della campagna promozionale della poker room di Laak, e il poker pro ha donato metà delle vincite in beneficenza ai bambini malati.

10 – Ho giocato tutti i tornei da un milione

Solo tre giocatori in tutto il mondo possono vantarsi di poter pronunciare questa frase. Cary Katz, Rick Solomon e Talal Shakerchi sono gli unici ad aver partecipato a tutti e quattro i tornei dal buy-in di un milione di dollari disputati fino a oggi.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari