Thursday, Oct. 6, 2022

Poker Live

Scritto da:

|

il 2 Mag 2015

|

 

Tilt Poker Cup – Gioriz sul ‘Choose your side’: “Le chips attirano sempre, il re-entry ha più di un senso…”

Tilt Poker Cup – Gioriz sul ‘Choose your side’: “Le chips attirano sempre, il re-entry ha più di un senso…”

Area

Vuoi approfondire?

In questo festival del poker che ha preso vita a Ca’ Noghera, oltre al main event da 550€ di buy-in, a riscuotere grande successo sono stati i side event ideati da Giovanni Rizzo e Kara Scott.

“From players for players” è il motto dei due neo ambasciatori Tilt Venice, e che non si tratti di un semplice slogan lo dimostra, su tutti, il torneo organizzato per la serata di domenica.

Il “choose your side” rappresenta un’innovazione assolutamente unica nel panorama dei tornei live in Italia: la struttura, i blinds, il numero di giocatori al tavolo e tutto le sfumature del torneo stato infatti state stabilite dai players stessi tramite un sondaggio scritto compilato in sala prima dello “Shuffle up and deal” dei due day1 della Tilt Poker Cup.

Gli exit poll dicono che si giocherà un 8-max freezeout di No Limit Hold’em con stack da 25.000 chips, blinds da 25 minuti e buy-in da 250€ (unico elemento stabilito a priori).

Abbiamo dunque chiesto a “gioriz” di leggere questi numeri per cercare di capire se si possano trarre particolari info sulle preferenze dei vari players.

“Onestamente ci aspettavamo qualcosa di simile. La sezione più incerta è stata quella riguardante il numero di players ai tavoli e sono molto felice che sia stato partorito un 8-max piuttosto che un full ring. L’8-handed non è certo come un 6-max, ma è certamente più frizzante di un full ring. In un’ora si riescono a giocare certamente più mani e oltretutto, diciamocela, nei tavoli da 8 non sei costretto a stare appiccicato al dealer e hai più spazio per goderti l’esperienza al tavolo.”

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Rizz pare soddisfatto anche per la scelta della durata dei blinds, mentre avrebbe gradito uno stack leggermente più ridotto, rispetto alle 25.000 richieste dal popolo:

“C’è stato praticamente un plebiscito per quel che riguarda la scelta dei 25′ a livello e credo onestamente sia una durata perfetta per i livelli di un side. Mi sarebbe invece piaciuto giocare con qualche chips in meno per vedere un poker un po’ diverso . Evidentemente la maggior parte dei giocatori adora avere tante chips e uno stack più profondo possibile. Il Monster Stack di ieri testimonia questa ormai radicata tendenza: è il torneo che in proporzione a finora riscosso il maggior successo…”

Una chiave di lettura interessante nell’analisi di questa numeri è il gran numero di crocette piazzate sulla modalità re-entry, che ha comunque dovuto cedere il passa al freeze-out:

“Il torneo senza chance, add-on, re-buy e vari è sempre il più apprezzato, ma in tanti hanno votato per la modalità re-entry. A differenza di quel che si potrebbe pensare, in un contesto come un live, credo che siano soprattutto i giocatori occasionali a desiderare una seconda chance. Ci sono ragazzi che sono saliti esclusivamente per giocare questo e quel side e nella loro ottica ci sta preferire il re-entry al freezeout.”

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari