Thursday, May. 23, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 15 Lug 2018

|

 

WSOP Main Event – John Cynn è il nuovo campione del mondo! Incassa 8.800.000$ battendo Miles in un heads-up da record

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

WSOP Main Event – John Cynn è il nuovo campione del mondo! Incassa 8.800.000$ battendo Miles in un heads-up da record

Area

Vuoi approfondire?

Era il momento che tutti stavamo aspettando. Terzo ed ultimo atto del final table più desiderato al mondo!

Si giocava per una prima moneta da $8.800.000 e per il braccialetto più ‘pesante’ di tutta la manifestazione. Cosa è successo nel Day10 del Main Event WSOP 2018?

Avevamo sospeso gli aggiornamenti in situazione di 3 players left al termine del Day9, con Tony Miles (238.900.000) al comando, seguito da John Cynn (128.700.000) ed un corto Michael Dyer (26.200.000).

Come pronosticabile, chipcount alla mano, il primo eliminato di giornata è stato Michael Dyer in seguito ad uno spot giocato contro Tony Miles, precisamente nella mano #243.

Miles apre da BTN a 4M, Dyer pusha da SB per 22.2M, passa Cynn da BB e si arriva allo showdown a due: il chipleader mostra A J, SB gira A T.

Il board recita Q 5 3 J Q ed inizia così l’heads up finale, scontro che si rivelerà lungo ed impegnativo. Al momento dell’eliminazione di Dyer infatti, gli stack in gioco registrano una differenza minima, con Miles sempre in testa a quota 203.500.000 gettoni e Cynn ad inseguire con 190.300.000 chips.

Parte in questo modo un testa a testa a dir poco epico, e non solo per il mega bluff di Miles nella mano #276. Il primo spot interessante vede Miles allungare su Cynn di ben 71.2M nella mano #311.

Tony apre da BTN a 7.2M e Cynn calla da BB. Sul flop K 9 2 Miles cbetta 9M e BB check/calla. Al turn cade K e l’action si ripete a specchio con una second barrel di 19M.

Il river è Q che porta Cynn al terzo check consecutivo; Miles spara la terza pallottola a 28M e dopo un lungo tank si arriva allo showdown: Tony si aggiudica il pot con A Q e prende nuovamente le distanze dal suo avversario.

La situazione si ribalta solo 3 mani più tardi, hand #314, con un big pot da 90.8M. Questa volta è Cynn ad aprire da BTN a 7.2M, chiama Miles da BB. Il flop recita 9 5 3 e Tony check/calla una cbet di 8.5M. Action identica per il turn su J, in seguito alla seconda bet di Cynn a 19M.

Su river 3 arriva la third barrel di John a 46.5M e Miles va in the tank; dopo qualche minuto si arriva allo showdown e Cynn diventa chipleader con full house, mostrando 5 5.

Ci si riavvicina all’equilibrio iniziale solo durante la mano #395. Miles apre da BTN a 8M e Cynn gioca da BB. Su flop 7 4 3 entrambi gli sfidanti optano per un check.

Al turn cade K e Cynn check/calla la bet di 10M di Miles. Il river è K e Cynn sceglie di nuovo il check/call sull’ulteriore scommessa da 23M di Tony; Miles torna così in vetta al chipcount mostrando K T, trips!

Allo scoccare della mano #400 c’è poi anche spazio per i record. Di fatti il final table di questo Main Event WSOP 2018 risulta essere il più lungo delle ultime 8 edizioni


Ma l’action è talmente frenetica da riportare immediatamente l’attenzione sulla mano #409, delirio!

Miles apre da BTN a 9M e Cynn calla da BB. Flop Q 8 5 – Cynn checka, Miles betta 12M; dopo due minuti, John annuncia il raise a 32M e Tony pusha per 146M! Potrebbe essere l’epilogo di un heads up a dir poco estenuante ma…

Il board si completa con J e J, Miles mostra 7 6 mentre Cynn gira 7 4: è split!


La mano #426 riapre nuovamente l’argomento guinness: in questo preciso istante il Main Event WSOP 2018 ha ufficialmente mandato in scena l’HU più lungo degli ultimi 8 anni; quanto durerà ancora lo scontro finale?


Nemmeno a dirlo, i due players tornano quasi pari stack al termine della mano #438. Cynn apre da BTN a 9 milioni e Miles chiama da BB. Il flop recita K J 7, Tony opta per un check/call sulla bet da 9M di Cynn; su turn 9 però i due scelgono carta gratis con un doppio check.

Al river cade 9 e Miles decide di puntare 36M su pot di 37M; Cynn chiama dopo qualche riflessione ma si schianta contro T 8 dell’avversario che recupera ossigeno vitale.

L’epilogo di questo testa a testa interminabile arriva giusto dopo 442 spot. Cynn apre da BTN a 9M, Miles 3betta da BB a 34M, call.

Flop K K 5 – Miles betta 32M, solo call per Cynn.

Turn 8 – Miles pusha per i restanti 114M e dopo DUE MINUTI Cynn spinge le chips nel mezzo!

Il river 4 non cambia l’esito dello showdown: Q 8 per Miles, K J per Cynn!

Trips al flop e fine dei giochi. Dopo ben 12 ore di adrenalina pura ed un final table spettacolare, John Cynn è il nuovo campione del mondo!

 

Payout $10,000 No-Limit Hold’em MAIN EVENT – World Championship

1° – John Cynn 8.800.000$
2° – Tony Miles 5.000.000$
3° – Michael Dyer 3.750.000$



banner-calendario-tornei

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari