Thursday, May. 23, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 17 Lug 2018

|

 

WSOP – Bonomo domina tra i sei finalisti del Big One for One Drop! Occhio però a Holz

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

WSOP – Bonomo domina tra i sei finalisti del Big One for One Drop! Occhio però a Holz

Area

Vuoi approfondire?

I primi sei mesi del 2018 per Justin Bonomo sono già stati qualcosa di straordinario, ma ora la sua annata rischia di diventare ancora più incredibile.

Bonomo infatti è nettamente il chip leader del Big One for One Drop delle WSOP di Las Vegas dopo il Day 2. Con quasi 100 bb ha più del doppio delle chips rispetto a qualunque suo avversario al momento.

Non è finita qua, però. A guidare gli inseguitori c’è per esempio il tedesco Fedor Holz, uno che di god run se ne intende e può stoppare quella di Bonomo.

Gli altri protagonisti rimasti in gioco al tavolo finale sono tutti americani: parliamo di Smith, Salomon, Kaverman ed Einhorn.

Solo uno di loro non piazzerà la prestigiosa bandierina, visto che sono 5 le posizioni previste dal payout! Le ricompense vanno da un minimo di 2.000.000$ a un massimo di 10.000.000$!

In totale sono 24.840.000 i dollari nel montepremi grazie ai 27 iscritti totali di questo torneone dal buy-in milionario. Alle ore 17:30 locali si riparte dai bui 250/500k. Questa è la situazione al tavolo seguita dal payout:

 

Seat 1 – Rick Salomon (USA) – 19,650,000 (39 bb)
Seat 2 – Byron Kaverman (USA) – 10,525,000 (21 bb)
Seat 3 – David Einhorn (USA) – 12,300,000 (25 bb)
Seat 4 – Fedor Holz (Germania) – 22,125,000 (44 bb)
Seat 5 – Justin Bonomo (USA) – 48,950,000 (98 bb)
Seat 6 –  Dan Smith (USA) – 21,450,000 (43 bb)

 

1° place – $10,000,000
2° place – $6,000,000
3° place – $4,000,000
4° place  – $2,800,000
5° place – $2,000,000

 

Bonomo a fine giornata ha detto: “Non mi sarei mai aspettato di fare così bene in questo anno. Penso di essere un bravo giocatore ma quello che ho fatto va oltre le mie previsione e i miei meriti, a essere onesti.

Oggi ho vinto molte grosse mani. Non ho goduto di cooler particolari ma ho chiuso ottime mani in tanti piccoli piatti“.

E pensare che Bonomo si è presentato al Day 2 con uno stack inferiore a quello di inizio torneo. Quindi si è presentato con meno chips anche rispetto ai giocatori che si sono iscritti nella seconda giornata: Rainer Kempe, Brian Rast e Byron Kaverman. Nel poker, tuttavia, può succedere di tutto. Lo dimostra pure il fatto che Kaverman sia arrivato tra gli ultimi sei.

 

 

Il Day  si è chiuso con l’eliminazione di Nick Petrangelo in settima piazza. Petrangelo ha pushato preflop 9.425.000 con A8 trovando Bonomo con 99. Il board Q-2-9-4-3 ha decisamente premiato Bonomo.

Lo stesso Bonomo ha bustato anche Phil Ivey all’8° posto! Ivey ha pushato con AJ trovando niente meno che KK in mano a Bonomo. Il board 4-4-3-8-K ha concesso addirittura un full di kappa a Bonomo!

Insomma, quello di Bonomo è stato un dominio fin qua al final table del Big One, dove è uscito pure Erik Seidel (9° per mano di Einhorn).

Daniel Negreanu è stato bustato ancora prima del tavolo finale non ufficiale da nove, quando ha pushato in guerra di bui con 107 trovando Steffen Sontheimer con A6. Board Q-9-3-8-Q e fine dei giochi per Kid Poker.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari