Friday, Oct. 22, 2021

Poker Live

Scritto da:

|

il 18 Ott 2015

|

 

Max Pescatori torna alla base: “Esperienza WSOPE oltre ogni aspettativa e ora mi riposo un po’!”

Max Pescatori torna alla base: “Esperienza WSOPE oltre ogni aspettativa e ora mi riposo un po’!”

Area

Vuoi approfondire?

Max Pescatori è stato protagonista per tutta la prima metà del festival WSOPE e oltre, tenendo accese le speranze azzurre per un altro successo in campo internazionale.

‘Il pirata’ ha colpito ancora con due deep-run che hanno tenuto col fiato sospeso gli appassionati di tutta Italia, ma purtroppo la sorte gli ha voltato le spalle nei momenti cruciali.

Come ci aveva anticipato in una recente intervista la sua avventura dalle parti di Berlino si è conclusa prima del Main Event, al quale avrebbe partecipato solamente nel caso fosse stato in lotta per vincere la classifica Player Of the Year.

Ecco cosa ci ha raccontato Max questo pomeriggio:

IPC: Un final table sfiorato e uno raggiunto: non è arrivato il braccialetto ma tutto sommato non è andata così male…

MP: “Prima di partire avevo detto che se avessi fatto un tavolo finale sarebbe stato un gran risultato. Ne ho fatti quasi due o comunque due top 10 e sarebbe difficile per me non ammettere che il bilancio sia stato decisamente positivo. Obbiettivamente quando si è in 7 o 8 si hanno il 15% di chance di vincere e nei momenti chiave la fortuna non mi ha assistito. Come nel six-max, dove 12 left ho avuto set over set: quelle sono le cose che ti uccidono proprio in un torneo. Insomma è andata bene anche senza braccialetto, queste due deep-run hanno reso il 2015 ancora più speciale.”

pescatori-hellmuth

IPC: Hai qualche rimpianto in particolare, come ad esempio il check-raise mancato nella mano cruciale contro Romanello?

MP: “In un certo senso si, probabilmente avrei dovuto giocare il tavolo finale in modo più aggressivo ma queste sono considerazioni fatte a carte viste, allo stesso modo in quello spot ero riuscito a ‘trappare’ Romanello che fondamentalmente era rimasto con due out. Ero sicuro che puntando mi avrebbe rilanciato solo se ce l’aveva ed è stato così, per il rispetto che ha del mio gioco e per tante piccole situazioni nel torneo.”

IPC: Come ti è sembrata l’organizzazione dell’evento qui a Berlino?

MP: “I dealer sono stati ottimi, perché comunque sono gli stessi che girano per i circuiti più prestigiosi in Europa. Inoltre i tedeschi che erano alle World Series aiutavano e davano consigli ai floorman locali per insegnare cosa funziona nei grandi tornei, nei mixed-game, nel pot limit omaha e via dicendo.”

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

 

pesca-fundaro-02-logata

IPC: Cosa pensi dei numeri registrati fino ad ora e come mai non si sono visti tanti italiani fino ad ora?

MP: “Il numero di giocatori accorsi è ottimo, tra i più elevati alle World Series Of Poker Europe e l’organizzazione dovrebbe essere molto contenta. Gli italiani sono mancati, questo è vero, e per me questo rimane un gran punto di domanda, specialmente a quando non ci sono più sponsorizzazioni. Questa scelta, intrapresa dalle grandi aziende e soprattutto da quella che detiene la fetta di mercato maggiore che non assume un italiano da tre anni, ha fatto a suo modo svanire il ‘sogno’, perciò non trovo una valida ragione per preferire un torneo a livello europeo, seppur di ottima qualità, piuttosto che i mondiali di poker. Tra l’altro qui in Germania ci sono zero tasse per gli italiani quindi per me non ha molto senso andare in un altro posto, considerato che lo schedule non era affatto male con tornei da 500 o 1000 euro e un evento che ha fatto oltre  2000 persone. Che poi non è che gli italiani non ci fossero, qualcuno c’era però effettivamente potevano essercene di più…forse perché Berlino sembra lontana dalla mappa, e un po’ lo è, ma non bisogna dimenticare che costa molto meno rispetto a Londra o alla Costa Azzurra.”

pescaeng

IPC: Programmi futuri?

MP: “Niente! Mi riposo per un po’ perché sono arrivato alla fine dei queste WSOPE abbastanza esaurito. Ho giocato veramente tanto tra quest’estate e gli otto eventi in programma qui in Germania e penso di fermarmi per un po’. Non ho ancora deciso quale sarà la prossima tappa ma sicuramente niente Malta!”

 

Seguite con noi l’avventura degli azzurri alle WSOPE sul nostro Social Blog!

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari