Wednesday, Nov. 13, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 9 Ott 2014

|

 

L’EPT ‘trasloca’ a Malta: i pareri di Moschitta, Lacchinelli, Buonanno e ‘crazysalsero’ Graziano

L’EPT ‘trasloca’ a Malta: i pareri di Moschitta, Lacchinelli, Buonanno e ‘crazysalsero’ Graziano

Area

Vuoi approfondire?

La notizia, questa mattina, è arrivata piuttosto inaspettata. Non tanto perché non fosse nell’aria, quanto per la tempistica.

La tappa di Londra dell’EPT, probabilmente, ha favorito una accelerazione delle decisioni definitive che, poi, sono state comunicate in rete.

L’isola di Malta, dunque, nel marzo del prossimo anno ospiterà per la prima volta nella storia una tappa dello European Poker Tour, giunto all’undicesima stagione.

A farne le spese, evidentemente, è Sanremo che, almeno nel 2015, non ospiterà la manifestazione che, da diversi anni, dava lustro all’intero panorama del poker italiano. Chissà, poi, quello che potrà accadere nel futuro non esattamente prossimo.

Le reazioni a caldo dei professionisti italiani, comunque, sono eterogenee: per qualcuno è una sconfitta totale, per qualcun altro una scelta anche felice.

Luca Moschitta: “Ho un mix di sensazioni a riguardo. Da una parte mi dispiace tanto che l’Italia non avrà una tappa dell’EPT e spero che questa manifestazione torni nella nostra penisola, perché la comunità pokeristica lo merita. Dall’altra sono veramente felice, perché si giocherà a 100 metri da casa mia e davvero non vedo l’ora che arrivi marzo! Malta è una delle migliori location europee possibili, quindi mi sembra strano ci siano voluti ben 11 anni prima che venisse compiuta questa scelta. Cercherò di costruire un’ottima schedule, ho visto che nel programma c’è anche il main event IPT da 1.100€…”

Riccardo Lacchinelli: “Mi sembra davvero una cavolata, non andrò di sicuro. Personalmente, comunque, mi tange poco questa scelta, dato che da un paio d’anni preferisco il braccialetto WSOP al titolo EPT. A mio avviso l’EPT ha perso tantissimo appeal, infatti quest’anno ho saltato Sanremo. Pagare 5.000€ per schierarsi in un amplissimo field di ‘super-duri’? No, grazie, gioco sereno il main event WSOP”.

Antonio Buonanno (campione Grand Final EPT Montecarlo): “Chiaro che dispiaccia il fatto di non vedere più Sanremo nella schedule, ma c’è da dire che l’organizzazione non sbaglia davvero nulla, tutte le sedi scelte ultimamente, infatti, sono state indovinate. Nell’ultimo anno ho giocato tutte le tappe dell’EPT e posso affermarlo in assoluta tranquillità”.

Antonio ‘crazysalsero’ Graziano (commentatore PokerStars): “Credo la decisione presa sia davvero giusta, al momento non c’è paragone tra le due località. Malta è estremamente accessibile per i turisti, c’è più movida e si può scegliere tra tre/quattro casinò. Non ho dubbi che abbia influito il numero di partecipanti a Sanremo di quest’anno, visto che è stata l’unica tappa EPT del 2014 che ha fatto segnare un calo sostanziale. Un po’ mi dispiace vedere anche l’IPT fuori dall’Italia, però la formula da 1.100€ piace molto a chi arriva per l’EPT, quindi ci saranno sicuramente grossi nomi schierati ai tavoli del main event dell’Italian Poker Tour”.

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari