Wednesday, Oct. 21, 2020

Poker Live

Scritto da:

|

il 1 Mag 2015

|

 

Tilt Poker CUP – Geo Maresca schierato all’HORSE: “A Bologna giocavamo Omaha Hi/Low nel 2007!”

Tilt Poker CUP – Geo Maresca schierato all’HORSE: “A Bologna giocavamo Omaha Hi/Low nel 2007!”

Area

Vuoi approfondire?

Oltre a Max Pescatori, Michele Limongi e Carlo Braccini, veterani assoluti delle varianti, al torneo di H.O.R.S.E [Hold’em, Omaha Hi-Low, Razz, Stud, Eight or Better/Stud Hi-Low] che ha aperto il festival veneziano della Tilt Poker Cup c’è anche un bolognese di 30 anni che ha tutte la carte in regola per farsi valere.

Giovanni Maresca vanta infatti a sua volta un pedigree di tutto rispetto: già nel lontano 2007, al circolo Felsineo di Via Pezzana, Geo organizzava nel suo “club” un campionato che prevedeva la presenza di discipline differenti da quel Texas Holdem ormai pronto a esplodere definitivamente.

“Giocavamo Omaha e Omaha Hi/Low” racconta. “Di certo non eravamo in tanti, ma la curiosità di scoprire giochi nuovi era davvero tanta. Molti di noi si appassionarono al punto di concentrarsi quasi esclusivamente sulle varianti; nel 2011 Michele [Di Lauro, ndr] fece addirittura runner-up al torneo di Omaha WSOPE! Preistorici ricordi a parte, ho sempre nutrito una grande passione per le varianti e ho dunque colto l’occasione per prendere parte a questo torneo di H.O.R.S.E a Ca’ Noghera. 19 iscritti non saranno tantissimi, ma per un torneo del genere può comunque considerarsi un buon risultato”.

Oltre al piacere di giocare in specialità “a carte scoperte”, Geo crede che un torneo del genere abbia anche una discreta expected value:

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

“Eccetto quei 3-4 lupi di mare, ci sono alcuni giocatori che non hanno ben chiare le dinamiche delle varianti più complesse. Al mio tavolo ho notato una certa ‘incompetenza’ nello Stud Hi/Low e sto spingendo anche più di quanto sarebbe consigliato fare. Per ora sta pagando, vedremo come andrà a finire…”.

In questi ultimi mesi, gli impegni lavorativi – extra poker – del bolognese si sono fatti sempre più intensi e per il buon Geo è diventato sempre più complesso prendere parte ad un torneo live.

“I tornei durano almeno 3-4 giorni e purtroppo non ho più troppo tempo da dedicare ai live. Questa volta però una serie di coincidenze mi ha portato a liberarmi per il week-end del primo maggio, perciò parteciperò anche al day1B di domani della Tilt Poker Cup… La speranza è di freerollarlo grazie a questo H.O.R.S.E”!

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari