Thursday, Jul. 7, 2022

Storie

Scritto da:

|

il 15 Lug 2016

|

 

WSOP – Un giocatore troppo ubriaco diventa molesto e viene espulso dal Little One for One Drop

WSOP – Un giocatore troppo ubriaco diventa molesto e viene espulso dal Little One for One Drop

Area

Vuoi approfondire?

Se i muri di Las Vegas potessero parlare quante cose avrebbero da dire…

Però i muri non parlano -anche se molti poker player finiscono per parlare con loro- e le storie che arrivano oltreoceano sono limitate a quelle che si diffondono a voce o via web.

Grazie a un Tweet di Sam De Silva (che trovate in fondo all’articolo) e la testimonianza dei colleghi di PokerListings.com, vi raccontiamo di un giocatore del Little One for One Drop espulso dal casinò dopo aver alzato un po’ troppo il gomito ed essersi dedicato a sceneggiate plateali nel bel mezzo del Rio.

Tutto inizia con un tanking che è sembrato esagerato a Cory A. Cunningham, che ha cominciato ad urlare: “Time! Time! Time!”. Sulla scena è accorso il TD Jack Effel, che ha cercato di far ragionare Cory, ma quest’ultimo si è fatto invece progressivamente più aggressivo.

A questo punto, come ogni volta che c’è qualcosa di curioso da vedere, una grossa folla si è riunita attorno al tavolo. Arriva sul posto anche la security del casinò, mentre Cory cercava di scacciarla urlando: “Andate a f*****o via di qui!” 

Cunningham ha urlato anche alla dealer per farsi mostrare le carte foldate dall’avversario, ma la ragazza le ha rapidamente mescolate nel muck.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Infine il giocatore ubriaco marcio è stato fisicamente trascinato via dal tavolo dalla security e un paio di altri player, agitandolo ancora di più: “Portatemi in galera! Non posso non giocare questo torneo, non potete lanciarmi fuori!” 

Il provvedimento inizialmente pensato dalla direzione prevedeva una squalifica immediata dal torneo e un ban dalle WSOP, ma Jack Effel ha preferito andare di polso morbido e ha concesso: “Ok, le cose ti sono sfuggite di mano. Hai alzato molto la voce. La notizia buona è che non hai fatto male a nessuno se non a te stesso. Ti chiediamo di non farti più vedere per il resto dell’estate, se sarai collaborativo ti permetteremo di tornare alle prossime WSOP. È un’offerta ragionevole considerando che ci sono dei poliziotti qua vicino.”

La buona notizia per Cory è accettando le responsabilità delle sue azioni, la direzione si è detta disponibile addirittura a restituirgli il buy-in del torneo, per chiudere le WSOP con una nota positiva.

Cunningham ha accettato l’offerta ed è uscito dall’area torneo, ma non senza avere l’ultima parola, ovviamente non buona: “Tutte str****te!” 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari