Monday, Oct. 25, 2021

Strategia

Scritto da:

|

il 8 Set 2016

|

 

Hand Of The Day by Alec Torelli – Quando fare un Hero Call?

Hand Of The Day by Alec Torelli – Quando fare un Hero Call?

Area

Vuoi approfondire?

Continua la serie di spot analysis di Alec Torelli, che questa volta prende in considerazione una mano dalla dinamica molto particolare, che lo ha colpito proprio per questo.

Mi piace molto questa mano perché è molto dinamica, ho ricevuto molti feedback al riguardo e tutti hanno dato opinioni diverse sulla linea da seguire. Credo che sia questo che rende il poker un gioco così brillante, ognuno ha un punto di vista unico.” 

Torelli però non si limita ad analizzare un semplice spot per trovare la strada migliore in esso, ma cerca di guardare la situazione a 360° e studiare il miglior modo di comportarsi in tutte le situazioni simili.

Da questa mano MTT infatti Alec ha trovato ottimi spunti di riflessione su argomenti come il gioco da Small Blind, le nuove dinamiche MTT, come capire quando è il caso di fare un Hero Call e molto altro.

Speriamo che Hero non inciampi in un Hero Fail… a volte il confine è sottilissimo!

Preflop

[Pot: 3.360] MTT online, tavolo 6-handed blinds 800/1.600 ante 160. BTN (35.290) limp, Hero (26.412) con 98 chiama da SB e BB (26.898) fa check.

“Prima di tutto devo fare notare una cosa: il gioco si evolve velocemente, soprattutto online, e bisogna sempre restare aggiornati con le nuove dinamiche per restare competitivi. Una cosa che non esisteva e ora si vede spesso (almeno sul dot-com ndr) è il limp da Small Blind con tutto il range, in pratica non rilanciano mai e foldano solo le trash hands. Ovviamente questo non è il caso, visto che il BTN ha limpato per noi, ma dobbiamo comunque capire se è il tipo di player che limpa per confonderci o se rappresenta la forza della sua mano. È un dettaglio fondamentale per tutta la mano e per la decisione che ci aspetta al river.”

Flop: 5410

[Pot: 5.760] Triplo check.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

“Non c’è molto da commentare, non abbiamo che un backdoor e qui è un semplice check-fold, però gli avversari ci fanno arrivare al turn.” 

Turn: 9

[Pot: 5.760] Hero check, BB punta 2.860, call BTN e call Hero.

“Il 9 apre molti draw di scala e colore. Non mi soffermerò molto sul bivio check-bet, sono entrambe opzioni sensate che hanno i loro pro e contro. Personalmente penso che andrei per il check la maggior parte delle volte. BB sceglie di puntare una size ridicola, chiama BTN e chiamiamo noi. Credo che il call vada bene, molto dipende da come pensiamo che i nostri avversari possano reagire ai vari river possibili. Blufferanno sulle scary? Saranno iper aggressivi? Sono capaci di thin-valuebettare? Sanno interpretare i range? Sono domande importanti, perché più cose troviamo che ci possono ostacolare, meno dovremo considerare l’overcall. Su una size così comunque io sceglierei di chiamare.”

River: A

[Pot: 14.340] Check, check, BTN push 30.830, Hero chiama 21.952 effettivi e vince contro 97.

“Il BTN fa un’overbet incredibile, molti folderebbero senza nemmeno pensarci troppo: abbiamo terza coppia e c’è un altro giocatore dopo di noi. La minaccia di avere un altro avversario a parlare è rilevante solo se ha una mano forte o chiamerà dopo il nostro call. L’unica possibilità è che lui abbia una mano fortissima e stia tentando di trappare il BTN con set o al limite A-T, A-9, ma è poco probabile che con mani simili avrebbe fatto check al river per paura di un check back, avrebbe probabilmente puntato anche a costo di essere face up. Anche se stesse checkando con dei bluffcatch, folderebbe dopo un nostro call quindi non credo sia il caso di considerare il Big Blind per la nostra decisione. 

Il ragionamento per decidere se chiamare è il solito: vedere quante odds abbiamo e quanto spesso pensiamo che possa bluffare. Analizziamo il suo range a partire dalle mani di valore che valuebettano con questa size: i set sicuramente rientrano nel range (se fosse capace di valuebettare all in con set), ma li escluderei in quanto non credo abbia le pocket pair nel suo range di limp preflop. Molto raramente può avere set d’assi, ma la minaccia vera sono le doppie come A-9 o A-5. Però dobbiamo chiederci perché pusha, o meglio da cosa spera di essere chiamato. Ovviamente la risposta è ‘da un bluffcatch‘, ma è molto difficile che metteremo a rischio tutto il nostro torneo con second pair in un limped pot, quindi realisticamente possiamo togliere anche le combo di two-pair dal suo range.

Il nostro compito è capire il nostro avversario, capire se è capace di giocate elaborate di alto livello di pensiero o se è un opponent straightforward e pensa che l’unico modo di vincere qui sia pushare in bluff. Questa non è una buona situazione per bluffare perché spesso si troveranno dei bluffcatch contro, ma non tutti i giocatori sono bravi quindi è possibile che ci provino lo stesso. Alla fine Hero chiama e BTN gira 9-7 turnata in bluff. Hero qui ha vinto per un pelo, ma credo che spesso troveremo missed draw dall’altra parte che compensano le volte che questo avversario girerà J-9 o Q-9. Devo fare i complimenti a Hero per la condotta perfetta della mano.”

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari