Friday, Nov. 22, 2019

Storie

Scritto da:

|

il 11 Lug 2017

|

 

“Negreanu calling station, Mercier scorbutico!” Giuseppe Zarbo racconta la giornata al TV table del Main Event WSOP

“Negreanu calling station, Mercier scorbutico!” Giuseppe Zarbo racconta la giornata al TV table del Main Event WSOP

Area

Vuoi approfondire?

In Italia non lo conoscono in tantissimi nonostante l’incredibile record di quattro itm consecutivi al Main Event World Series.

Questo perchè Giuseppe Zarbo da oltre 20 anni è emigrato in Francia, dove attualmente risiede con la famiglia ad Antibes, nonostante durante la settimana lavori a Parigi in qualità di proprietario di una ditta di consulenza.

Eppure proprio ieri il giocatore originario di Agrigento ha ribadito tutta la sua italianità presentandosi sotto le telecamere del tavolo televisivo del Main Event WSOP con una maglietta in cui il nome del nostro paese era scritto a chiare lettere (foto in alto).

Giuseppe spiega di aver scoperto all’ultimo momento che avrebbe dovuto giocare al tavolo televisivo a fianco di giocatori del calibro di Jason Mercier e Daniel Negreanu:

“Ho scoperto che sarei stato al tv table nel momento in cui sono entrato al Rio e ho visto che il mio tavolo era stato trasferito nel palco della sala Brasilia. Visto che era il tv table ho pensato subito che avrei incrociato qualche star, e infatti così è stato. Ma non ero emozionato per niente, al di là del fatto che fosse il mio primo tv table. Mi sono detto che avrei giocato come le altre volte, e che forse il fatto di giocare al tavolo televisivo contro quei mostri sarebbe stato un vantaggio, visto che magari dovendo mostrare le loro carte alle telecamere avrebbero fatto meno spewate”.

Il fatto di incrociare le carte con due tra i più acclamati pokeristi di tutto il Mondo non ha portato Giuseppe a elaborare alcun cambio di strategia:

“Ho pensato solamente a giocare il mio miglior poker e a divertirmi al tavolo senza nessuna paura degli altri player. Unica cosa, sia Mercier che Negreanu avevano posizione su di me, e quindi dovevo stare un po’ più attento del solito per non essere messo sotto torchio. Comunque ho giocato come se fossero stati due giocatori normali”

Zarbo spiega che i due super pro hanno atteggiamenti molto diversi al tavolo verde:

“Con Negreanu abbiamo riso e scherzato molte volte al tavolo, Mercier invece è stato un po’ scorbutico e chiuso al dialogo, ha una certa nonchalance a buttare i gettoni come se si stesse annoiando… Negreanu invece è più di compagnia, abbiamo parlato un po’ in tutte le lingue, italiano francese americano…”

Sul Negreanu-giocatore, invece, Zarbo non è propriamente entusiasta:

“Ha giocato da calling station, non ha mai lasciato un tribet anche fuori posizione. Dal mio punto di vista credo che il suo non fosse il miglior livello di gioco, secondo me ha sprecato abbastanza gettoni. Per come ha giocato ieri Mercier, lo reputo decisamente più forte… Anche se mi ha pagato una tribarrel con un 5 su board scary in una mano in cui avevo floppato doppia”.

Zarbo è letteralmente entusiasta della giornata vissuta ieri al Main Event WSOP:

“La giornata per me è passata a meraviglia, già al tavolo televisivo ho trovato un piacere enorme nel giocare un poker aggressivo ma non troppo, difficilmente exploitabile dagli altri e con una elevata imprevedibilità rispetto agli standard del tavolo – spiega Giuseppe – Sono molto contento anche perchè mi ero ripromesso di chiudere a più di cewntomila chips, e al Day2 ne avrò 126.000. Non ho alcun rimprovero da farmi, credo di aver giocato al meglio senza commettere errori particolari, preferendo buttare le carte prima di mettermi in situazioni delicate in un torneo dove, lo ricordo, non si vince nè alla prima nè alla seconda nè alla terza giornata di gioco”.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari