Tuesday, Jul. 5, 2022

Storie

Scritto da:

|

il 10 Gen 2022

|

 

Il diario della trasferta WSOP di Mustapha Kanit

Il diario della trasferta WSOP di Mustapha Kanit

Area

Vuoi approfondire?

Dopo essere stato in giro per il mondo da metà settembre, i giorni scorsi Mustapha Kanit è tornato a casa.

Da Londra la stella di prima grandezza del poker italiano ha raccontato sul suo blog la trasferta a Las Vegas per le World Series Of Poker.

Quest’anno ‘Potta’ partiva carico come non mai, ma anche se il braccialetto non è arrivato le occasioni per gioire non gli sono mancate.

Soprattutto, per la prima volta da quando va nella ‘città delle luci’, Kanit non è stato sopraffatto dalla voglia di tornare a casa. Ecco il suo racconto.

 

Le settimane in Messico

Come ci aveva raccontato qualche giorno prima di partire dall’Europa, per il travel-ban degli Stati Uniti Musta ha passato un periodo in Messico. Per lui sono state giornate indimenticabili:

“Il viaggio era iniziato il 15 settembre con destinazione Messico. Tra tacos, guacamole, spiaggia e momenti tra amici ho passato due settimane da sogno. Ho iniziato visitando Cancun con uno dei miei migliori amici, Philip Gruissem, poi ho passato tre giorni a Tulum con Nacho Barbero, infine sono andato a Playa del Carmen dove ho condiviso la camera con Romain (Lewis, amico e compagno di Musta nel team Winamax, ndr). Ne ho approfittato per dargli lezioni di immersione. Sul posto c’era buona parte del Team Winamax e alcuni miei amici italiani come Dario Sammartino, Luigi Curcio e la moglie Savina… E anche compagni di Roman come Arthur Conan.”

 

Il quinto posto al 25k High Roller WSOP

Le settimane messicane, scrive Musta nel blog, gli hanno permesso di prepararsi al meglio per quello che era il suo primo torneo di questa trasferta WSOP, il 25k High Roller in cui ha chiuso in quinta posizione.

“Avevo buone sensazioni per quel torneo e non mi stavo sbagliando, visto che sono arrivato al tavolo finale in compagnia di Adri (Adrian Mateos, altro compagno di Musta nel team Winamax). Purtroppo una volta arrivato lì niente è andato come avrei voluto e ho chiuso quinto per 216.842$. Ma fa lo stesso: mi mancava davvero tanto giocare bei tornei dal vivo!”

 

La permanenza a Vegas

All’arrivo a Las Vegas Mustapha Kanit era alloggiato con Stephan Mathieu e Bruno Lopes del team Winamax:

“Li adoro entrambi e abbiamo passato dei momenti super insieme. Stephane è sempre positivo e non lo ringrazierò mai abbastanza per l’aiuto che mi ha dato. Conosce davvero bene il poker ai livelli più alti. I suoi consigli e il suo supporto ci permettono di essere sempre al massimo delle nostre capacità e di ottenere buoni risultati”.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Dopo due settimane con i compagni del Team, insieme a Romain Lewis Musta si è trasferito nella “Italian House”:

“Siamo andati a stare insieme ai giocatori italiani, Romain è stato accettato senza problemi perché ha il 20% di sangue italiano! Cambiare aria mi ha fatto bene perchè subito dopo sono arrivato a giocare il mio secondo tavolo finale, finendo ottavo all’High Roller da 50k.  C’era davvero una atmosfera super: per la prima volta da quando faccio le trasferte a Las Vegas mi sono davvero sentito a casa.”

 

Luci e ombre del Main Event

Anche grazie alla piacevole atmosfera che si respirava nella ‘Italian House’, Musta scrive di essere arrivato carico e al massimo della forma al Main Event WSOP vinto da Koray Aldemir.

“Ero pronto per il Main Event. il primo giorno è stato il massimo perché ho chiuso chipleader. Ma nonostante i miei sforzi sono stato eliminato al day 4, per lo meno in the money. Poco importa perché poco dopo i miei amici hanno mangiato gli spinaci di Braccio di Ferro e hanno iniziato a vincere. Romain (Lewis), Ole (Schemion), Adri (Mateos), Leo (Margrets), Jason (Wheeler) hanno inanellato una vittoria dopo l’altra, è stato incredibile!”

 

Gioire per gli amici

Anche se in questa trasferta non è arrivata la vittoria personale, Musta ha avuto modo di gioire lo stesso per le tante vittorie dei suoi amici:

“Romain ha giocato un tavolo finale eccezionale, sempre con una pressione costante! Amadi ha dominato il Super High Roller da 250k e Leo ha vinto il terzo braccialetto del team in sei giorni dopo un heads-up pieno di capovolgimenti, che settimana è stata!”

Adesso Kanit sta pianificando i suoi prossimi passi dalle mura domestiche:

“Adesso sono a Londra con tanti bei souvenir. Ho avuto la possibilità di giocare a poker e vivere queste magnifiche esperienze insieme a persone che amo. I miei prossimi obiettivi? Direi semplicemente che aspetto con impazienza di poter giocare di nuovo un grande torneo in Europa, prima di ricominciare a viaggiare”.

 

Foto di copertina by Winamax

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari