Friday, Aug. 12, 2022

Poker Live

Scritto da:

|

il 18 Feb 2022

|

 

Come ha pensato Adrian Mateos per scoppiare Daniel Negreanu al SHR WSOP

Come ha pensato Adrian Mateos per scoppiare Daniel Negreanu al SHR WSOP

Area

Vuoi approfondire?

Altro processo di pensiero da vero numero uno.

Dopo aver spiegato l’hero call contro Michael Addamo e il raddoppio con middle value su Dan Smith, Adrian Mateos approfondisce oggi la sua condotta in un’altra mano-chiave del successo ottenuto a novembre al Super High Roller WSOP da 250 mila dollari di buy-in (di cui puoi vedere l’imperdibile replay a carte scoperte del tavolo finale).

Questa ‘sliding door’ è arrivata al day 2 e ha visto lo spagnolo raddoppiare su Daniel Negreanu dopo una action preflop un po’ particolare.

La mano

Day 2 del torneo blinds 40k – 80k con bb ante.

Dopo l’apertura di Chidwick a 180k da btn Mateos tribetta 480k con JT con 25bb effettivi all’inizio della mano.

Da bb Negreanu che gioca 60x come Chidwick decide di coldcallare, Chidwick passa.

Flop 9J4 Mateos check, Negreanu checka dietro.

Turn 4 Mateos check, Negreanu punta un terzo pot, call.

River J Mateos check, Negreanu betta half pot, Mateos all-in, Negreanu chiama e mucka!

Ecco la grafiche che riassume tutta la azione della mano in una sola schermata:

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

clicca per ingrandire

Che carte aveva Daniel Negreanu

Il canadese è arrivato a showdown con coppia di assi!

 

Il TP di Mateos

Quando arriva questa mano ho perso tante chips, ma riesco a raddoppiare contro Daniel Negreanu. Da piccolo buio faccio una tribet un po’ al limite, che non serve fare se non di quando in quando. In più non ho che 25bb all’inizio della mano. Penso comunque che sia un buono spot da giocare così. Il problema è che dietro me Daniel Negreanu, che gioca con 60bb come Chidwick che ha openraisato, piazza un cold call da grande buio. Questo call di Daniel crea una situazione un po’ bizzarra: in teoria non dovrebbe mai avere un range di cold call… Un po’ puzza, puzza di valore.

Chidwick folda e dopo il flop, siccome stimo che il suo range sia più forte del mio, decido di checkare. Negreanu checka dietro: in questo preciso momento lo metto su coppia di assi. E’ vero che potrebbe avere dei bluff, o delle mani come 88 – TT, o persino K-Q, ma credo davvero che abbia una coppia di assi.

Al turn decido di checkare ancora e Negreanu piazza una bet di un terzo pot. Decido di pagare, in caso avesse una mano media che potrebbe abbandonare nel prosieguo della mano. In più devo mettere poco e ho ancora equity.

Il river mi offre la migliore carta del mazzo che mi dà il full. Su un river diverso avrei dovuto stracciare le mie carte su qualunque bet. Ma non su quel jack evidentemente. Siccome non ho alcun range che potrebbe donk-bettare al river, checko. Negreanu punta la metà del piatto, decido di andare allin. Qui si dovrebbe capire che è molto difficile che io sia in bluff. Il mio range è davvero fortre nel momento in cui lui non rappresenta altro che coppia di assi. Ma Daniel non trova il fold e io trovo il raddoppio!

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari