Tuesday, Nov. 19, 2019

Strategia

Scritto da:

|

il 21 Feb 2014

|

 

Fino a quando è corretto raise/foldare negli MTT online?

Fino a quando è corretto raise/foldare negli MTT online?

Area

Vuoi approfondire?

Una delle fasi più delicate di un MTT riguarda sicuramente il gioco da short stack. Quando le nostre chips iniziano ad essere seriamente minacciate dai blinds sempre più alti, dobbiamo avere le idee ben chiare su cosa fare.

L’allarme scatta quando scendiamo sotto i 20x: spesso un raise con uno stack del genere non ci permette di giocare al meglio i nostri restanti gettoni post flop. Talvolta, invece, in base a struttura, oppo e altri fattori questa soglia può abbassarsi addirittura fin sotto i 10x.

Abbiamo interpellato alcuni top regular online chiedendo loro come si comportano quando lo spazio di manovra è ridotto ai minimi termini. Fino a quanti bui è “giusto” raise/foldare? Perché?

Alessandro “Deiale1983” De Iaco, vincitore TLB Pokerstars 2013.

“Nei tornei con struttura giocabile è usuale raise/foldare sino a 15 bb. Sotto questa soglia, molto spesso, è inutile rilanciare con mani con cui non si è disposti ad andare ai resti. Ovviamente i range di apertura cambieranno in base alla posizione al tavolo, ad ogni modo, quando si hanno meno 15 bb credo sia meglio openshovare diretto. Per quanto riguarda i tornei turbo questa soglia si abbassa sensibilmente. Posso arrivare a raise foldare anche 12x visto che la media degli stack in late è tra 15 – 20 bb. In questi casi openshovo direttamente con 10bb o meno.”

Christian “ninetto1989” Nuvola:

“Solitamente restringo la soglia più che posso. Il mio openpush “ideale” è sugli 8bb. Se sono 10-11x contro gli omini raiso le monster perché tanto flattano, contro i regular posso raise/foldare, ma dipende da tantissimi fattori, quindi mixo il più possibile. Questa è ovviamente una linea generale visto che il discorso sarebbe ben più ampio. Dovremmo prendere in considerazione tanti elementi: capire chi abbiamo davanti, che mano abbiamo, dal nostro e dal loro stack. Nei tornei hyper i range sono stravolti: si pusha praticamente ogni blocker. Nei turbo un po’ meno: si pusha un po’ più largo su chi ha fold equity. Nei tornei “normali” i range si restringono e se avremo analizzato attentamente i player seduti al nostro tavolo sapremo aggiustare i range da oppo a oppo.”

Visto che ultimamente si parla tantissimo della differenza che c’è tra punto it e punto com, abbiamo sentito anche il parere di Emanuele “Nikking666” Di Domenico che da qualche tempo si cimenta nelle room internazionali dalla sua nuova residenza maltese.

“In linea di massima nei torneo turbo raise/foldo fino a 12x. In quelli più “giocabili” alzo leggermente la soglia e, talvolta, apro e passo quando sono 13-14x. Sicuramente è importantissimo conoscere il field: i range sono completamente diversi dal punto it. Ad ogni modo consiglierei di dare sempre un occhio ad Hold’em Manager per avere un’informazione in più su come si comportano abitualmente i nostri avversari”.

A rivelarci il suo punto di vista c’è anche Marco “MagicBox” Bognanni, autore di un incredibile triplete sul punto com, appena cinque giorni fa:

“In un torneo normale raise foldo fino a 15x poi open pusho o raise callo, dando per scontato che average sarà sui 30/40x. In un turbo raise foldo fino a 10/12x da early e middle position, in late preferisco raise foldare massimo a 14x visto che l’average sarà sui 15/20x. In un hyper, invece, con degli average a 10x dal quinto livello in poi, tendo a pushare, raise callare praticamente il 99% del range. Rilancio per foldare solo se deep vs deep.”

Bognanni ci spiega tecnicamente il perché sia giusto andare direttamente all-in piuttosto che rilanciare:

“In certe situazioni preferiamo open pushare per far passare mani con cui allo showdown giocheremmo male qualora dovessimo aprire ed essere repushati. L’esempio più banale? Dopo l’intero fold del tavolo siamo da bottone ed abbiamo coppia di 2 con 30x. I due blinds hanno 10 e 12 bui, non essendo deep, in questa circostanza ci conviene open pushare perché, nel caso raisassimo, callaremmo i push, ma ci giocheremmo 10/12x su 30 in una situazione nella quale saremmo praticamente sempre al 50% o sotto e, quindi, preferiremmo non affrontare.”

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari