Tuesday, Nov. 12, 2019

Poker Online

Scritto da:

|

il 6 Mar 2016

|

 

Label colorate negli MTT: le istruzioni di Alessandro “Deneb93” Pichierri

Label colorate negli MTT: le istruzioni di Alessandro “Deneb93” Pichierri

Area

Vuoi approfondire?

Pochi giorni fa abbiamo parlato con il forte regular Davide “sheah18” Nardelli dell’utilizzo delle label colorate nel Cash Game online.

Il futuro trader ci ha spiegato di utilizzare le note principalmente per segnare determinate tendenze dei fish, risparmiandone solo due per i regular più forti: una che indica un reg con alcuni leak segnati nelle note ed una che indica un giocatore molto bravo.

Ma la domanda ci è sorta spontanea: anche negli MTT si dovrebbe utilizzare la stessa divisione? O sono altre le caratteristiche da segnare con i colori a nostra disposizione?

Nardelli ha approcciato al mondo degli MTT da poco, e ci ha detto soltanto che mette l’etichetta reg a tutti quelli che ritiene tali tramite Sharkscope o ricerca di PokerStars, cambiando poi la label se necessario con quella di reg-tard.

Per approfondire il discorso però abbiamo contattato un giocatore con più esperienza nel campo dei Multi Table Tournament: il vincitore della TLB 2014 Alessandro “Deneb93” Pichierri.

“Beh, io uso le label principalmente per ricordarmi alcune tendenze dei giocatori occasionali, per esempio che non foldano mai se prendono un pezzetto del board, o check-raisano larghi, insomma per ricordarmi qualcosa che generalmente è fuori dai canoni MTT dot-it. Uso il giallo per tutti i fish indistintamente dal leak, che vado poi a vedere nelle note. Con i regs le uso molto di meno, generalmente le metto solo a chi ha range sballati per sapere subito contro chi posso brokare più largo. Uso l’arancione e il rosso per quei regular che giocano in modo particolare, perché per un motivo o per un altro molti regs giocano in modo identico; una volta che ne conosci uno sai come giocano in tanti. Nella maggior parte dei casi significa che hanno range di flat/3-bet/4-bet sballati. Poi il viola lo uso quando mi serve per qualsiasi cosa, ad esempio a gennaio quando combattevo per la TLB mensile me la sono giocata con crisbus81 e alesiena17 e li ho etichettati in viola.”

Una cosa interessante emersa dall’articolo di Davide “sheah18” Nardelli è il timing con cui etichetta i suoi avversari: non è indispensabile conoscerli a fondo, basta una mano significativa e poi se sarà il caso si cambierà. È lo stesso negli MTT?

“Generalmente anche io le metto subito, mi basta una mano e se cambia tendenza posso sempre togliere o cambiare la label. Per cambiare idea nuovamente ci vorrà più tempo, dovrò avere un po’ più di history, perché giocando quella mano in maniera particolare risponderò usando range più ristretti contro di lui per un certo periodo di tempo. In effetti ogni tanto mettere una label può far commettere errori, mi è capitato soprattutto contro fish… senza label avrei fatto la mossa giusta e invece mi ha indotto in errore, e dal momento che non conosco quel giocatore occasionale e mi baso esclusivamente su quelle note, non posso neanche usare l’history e il metagame tra regs. Comunque generalmente è molto d’aiuto, sono sicuramente più le volte che mi ha aiutato che quelle dove mi ha fatto commettere errori.”

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari