Thursday, Sep. 16, 2021

Poker Live

Scritto da:

|

il 6 Dic 2015

|

 

WPTN – Andrea Papa è già nel futuro: “I grinder high stakes dovranno ripiegare sui live!”

WPTN – Andrea Papa è già nel futuro: “I grinder high stakes dovranno ripiegare sui live!”

Area

Vuoi approfondire?

Argomenti correlati

A differenza del più giovane ‘collega’ Denis Karakashi, Andrea Papa, 25 anni da Catania, è un grinder high stakes alle primissime armi per quel che concerne il live.

Sospinto dagli amici Erion e Daniele [Islamay e Colautti, ndr.], Papa si è presentato al casinò di Venezia per il suo primo WPT National:

“E’ sicuramente un ambiente nuovo per me, ma credo lo sarà ancora per poco. Sono convinto che, a partire dal prossimo anno, sia io che tanti altri grinder online dovranno sicuramente pensare d’inserire nella propria schedule qualche appuntamento live, visto che il traffico, specialmente high stakes, sarà certamente destinato a calare… Ci saranno sicuramente dei contro, ma intravedo già qualche pro: il field di questo torneo è sicuramente abbordabile e la regola numero uno è sapersi adattare ai propri avversari”.

La grande giocabilità di questo evento targato Gioco Digitale ha permesso ad Andrea di raddoppiare il suo stack quando è in corso il secondo break di giornata:

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

“Credo che nel day1 sia importante giocare tanti pot post flop e prendersi meno marginali possibili. In un eventuale day2 ci sarebbe comunque ancora tanto spazio di manovra e si potrebbe anche pensare di essere più creativi. Un torneo di questo genere è esattamente l’opposto di ciò cui sono abituato a giocare, ma credo comunque di poter fare bene senza strafare. Ovviamente, guardando il long term, sono un po impaurito: la varianza nei live incide tantissimo e il fatto che 1.000€ al 5/10 siano una semplice posta, mentre qui l’intero buy-in, non significa nulla. Il bankroll per giocare questo genere di tornei deve essere estremamente più alto per poterli sostenere…”

Se ancora non l’aveste capito, Andrea è proprio quel ragazzo salito agli onori delle cronache per un challenge heads up 4x al NL1000 con un certo Daniele Primerano:

“Lo incontrerò a Praga tra pochi giorni. Io e lui siamo caratterialmente opposti, e in parte lo si evince anche dal nostro stile di gioco, ma abbiamo comunque un buon rapporto e spero di confrontarmi con lui. Andrò in Repubblica Ceca solamente per giocare cash game. Già, i tavoli di cash potrebbero essere la mia ancora di salvezza per quel concerne le trasferte live! Anche in questo caso, difatti, il field è mediamente comporto da giocatori meno preparati rispetto a quelli che affronto quotidianamente online.”

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari