Wednesday, Jul. 17, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 7 Mag 2018

|

 

Finché c’è IPO… C’è Speranza! Simone trionfa a Campione bissando il successo del 2016

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Finché c’è IPO… C’è Speranza! Simone trionfa a Campione bissando il successo del 2016

Area

Vuoi approfondire?

Nell’edizione di gennaio lo avevamo preso da parte per chiedergli qualche segreto sulla sua vita divisa tra grinding e coaching.

Già allora avevamo nitida la sensazione che Simone Speranza rispondesse all’identikit perfetto per poter shippare un evento quale l’IPO griffato PokerStars.

C’era riuscito nel 2016, nell’edizione 22, la più ricca di sempre. Oggi, a un anno e mezzo di distanza da quel successo, ‘spera91’ si è ripetuto, mettendo le mani sul trofeo, 150.000€ e il Platinum Pass per le Bahamas.

Simone si è letteralmente mangiato il torneo, dominando dalla prima all’ultima mano: chipleader al termine del Day1A, chipleader al termine del Day2, secondo nel count a fine day3. Neppure quel K-K<A-K nella serata di ieri contro Miniucchi, che si ritroverà di fronte nel testa a testa conclusivo, scalfiva le certezze del fenomenale giocatore brianzolo, che riusciva a risalire prontamente la china per poi disputare un final day pressoché perfetto.

Il chipcount a 7 left lasciava poco spazio all’immaginazione…

A consolidare la massive chipleading di Speranza serviva però un aiuto dal comunque ottimo Nicola Angelini, che hero callava con K-T, su suo tribettato, la bet 4.100.000 al river di Simone su Board AKTQ9. Scala per Speranza e sogni di gloria in frantumi per Angelini, a sua volta mattatore nella giornata di ieri, che abbandonerà il torneo proprio in settima piazza, purgato ancora una volta dall’inarrestabile Spera: A-T per il romagnolo, A-9 per Simone e puntuale 9 turn…

Dopo l’eliminazione di Angelini risaliva lentamente e inesorabilmente anche quella vecchia volpe di Marcello Miniucchi: una splendida value bet al river contro Guido Presti rilanciava il pesarese, ma per tornare realmente in corsa serviva un grosso aiuto della Dea bendata… Marcello broka flop con AJ su AQ7, Presti snappa con 7-7. Turn: K. River… 10!

Guido, runner-up al PPTour di Nova Gorica, chiude così il suo IPO in sesta piazza.

Di lì a poco fine della corsa anche per Gianluca Bernardini: l’ex Supernova Elite openshova con K-J, ma trova Speranza con A-J. Il J flop non altera gli equilibri e ‘pokerbern’ saluta la truppa andando a ritirare 40.000€ alle casse.

Il quarto posto va dunque a uno sfortunato Gianluca Bonanni: short per l’intero final table, Bonanni si gioca lo showdown decisivo con 7-7 contro l’A-3 di Pasquale Pulicari: bloody A on the river…

Sarà dunque proprio Pulicari ad assicurarsi un ‘bronzo’ da 65.000€: Pasquale bet/call turn con K-7 su board 10KQ 2 ed è drawing dead contro il 46 di Speranza.

Si arriva dunque all’heads-up tra i due giocatori indiscutibilmente più talentuosi del final table: la contesa, però, dura poco più di un’ora. Forte di un vantaggio di 5:1, Spera chiude la partita a T600.000: openshove 11x di Miniucchi con Q5, call per Simone con 55. Board 88J 8 7. Game Set and Match!

Payout

1° Simone Speranza – 150.000€
2° Marcello Miniucchi – 85.000€
3° Pasquale Pulicari – 65.000€
4° Gianluca Bonanni – 50.000€
5° Gianluca Bernadini – 40.000€
6° Guido Presti – 30.000€
7° Nicola Angelini – 25.000€
8° Luciano Longhitano – 20.000€
9° Rocco Pandiscia – 16.000€

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari