Anche il mago delle deep-run al Main WSOP si è dovuto inchinare al ciclone Sammartino | Italiapokerclub

Friday, May. 29, 2020

Poker Live

Scritto da:

|

il 12 Lug 2019

|

 

Anche il mago delle deep-run al Main WSOP si è dovuto inchinare al ciclone Sammartino

Anche il mago delle deep-run al Main WSOP si è dovuto inchinare al ciclone Sammartino

Area

Vuoi approfondire?

Di italiani al Main Event delle WSOP con circa 20 milioni di chip ne abbiamo visti pochi.

Perché quando si ammonticchia così tanto significa che si è arrivati in fondo al torneo più prestigioso al mondo

Per metterne da parte così tante però, occorrono tanti fattori: skill, resistenza fisica, tenuta mentale, incroci di carte favorevoli, capacità di controllare le emozioni…

La bestia nera

Pare che Antonio Esfandiari soffra terribilmente Dario Sammartino e non parliamo soltanto di un singolo episodio (come la mano giocata al feature table qualche giorno fa, con Dario che chiude full house al river con due out a disposizione).

Ieri sera Antonio si è trovato di fronte, per l’ennesima volta, il nostro alfiere (autore di una rimonta pazzesca da soli 10 big blind) a fargli lo sgambetto. La mano che stiamo per analizzare sarà quella che lancerà Sammartino nel count relegando Esfandiari a soli 8 big blind.

La mano nel dettaglio

Siamo al Day6 del Main Event WSOP, Antonio Esfandiari è in posizione su Dario Sammartino e siede con uno stack di circa 4 milioni di gettoni, con l’azzurro che sfiora i 3 milioni.

SITUAZIONE: Blind 50.000/100.000, ante 100.000

PREFLOP: Apre Dario a 220.000, Esfandiari 3-betta da HJ a 530.000, call. – POT: 1.310.000

FLOP: K 10 5

Dario check-calla la c-bet di Esfandiari a 485.000.  – POT: 2.280.000

TURN: J

Dario checka, Esfandiari shova e Dario snap-calla per i suoi 1.970.000 rimanenti.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

RIVER: J

Antonio poteva sperare solamente in uno split con una Dama, il piatto va tutto a Sammartino.

L’analisi

Le dinamiche tra i due sono accese già dal Day4, con quel 5 preso al river che Antonio ha fatto davvero fatica a digerire. Dario decide di flattare la 3-bet di Antonio fuori posizione con uno stack di circa 30 big blind: la 4-bet shove sarebbe un tuffo clamoroso, foldare una mossa troppo weak con una starting hand così forte.

Dopo aver scelto di chiamare preflop, il call alla c-bet di Antonio su un board come K 10 5 è quantomai scontato. Antonio sceglie una size di 1/3 pot, con cui presumibilmente c-betta tutto il range e su molti turn potrebbe checkare dietro regalando una free card a Sammartino a cui non dispiacerebbe migliorare l’equity della sua mano.

Il turn è la carta migliore che Dario potesse sperare di trovare. A questo punto Esfandiari decide di andare all-in teoricamente per protection, anche se a ben guardare con la sua mano non sembra essere la scelta migliore. Antonio non può escludere un range di trapping all’avversario sebbene blockeri le due combinazioni più forti.

Mani come J-J e 10-10 potrebbero flattare e aver settato, così come i Kappa. Insomma con pair dall’Asso al Dieci Antonio batte solamente una combinazione su cinque (Q-Q). Per quanto concerne gli Assi da A-K a A-10, batte due combinazioni su quattro: con una perde (A-Q), con una splitta (A-K). Se includiamo anche qualche broadway la situazione non migliora: Antoni batte K-Q (che presumibilmente folda allo shove turn) e perde sia da K-J che da K-T.

Per farla breve ci sono davvero poche mani con cui Sammartino chiamerebbe lo shove da sotto e troppe quelle che con quel turn hanno migliorato l’equity. Inoltre il fatto che Esfandiari abbia l’Asso di Cuori riduce il numero di possibilità che Dario abbia chiamato con un qualsiasi A X.

Sammartino ha il call più facile della storia e fortunatamente per lui non casca una Dama per lo split, mentre Antonio si dispera appellandosi alla sfortuna. Siamo davvero sicuri che il suo shove al turn sia la mossa migliore da fare in quel frangente?

Questa sera il nostro Dario Sammartino ripartirà all’assalto del Main Event dalla 9° posizione provvisoria nel count. Clicca QUI per scoprire chi sono i suoi avversari al Day7.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari