Saturday, Sep. 21, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 21 Lug 2015

|

 

I media stranieri alla scoperta di Federico Butteroni: il più corto in gara ma il più tenace!

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

I media stranieri alla scoperta di Federico Butteroni: il più corto in gara ma il più tenace!

Area

Vuoi approfondire?

I media del mondo del poker nelle ultime settimane hanno fatto la conoscenza di un volto nuovo del poker live mondiale.

Ed è la faccia pulita di Federico Butteroni, secondo november nine italiano della storia e unico europeo eccezion fatta per il belga Pierre Neuville, il vice presidente della Hasbro.

I portali stranieri passano infatti in rassegna le biografie dei giocatori che si siederanno con un milione di dollari in tasca per quello che è già il coronamento di un sogno proprio come abbiamo fatto noi a pochi minuti dalla definizione del final table.

Federico d’altronde è uno di quelli con il passato più avvincente: dopo il lavoro nelle fattorie in Australia e il ritorno in Italia è a Las Vegas durante quest’estate che trova la sua consacrazione in ambito pokeristico.

E proprio sui risultati ottenuti in Australia, al Casinò di Perth, concentra la propria attenzione il portale Pokerlistings.com, che sottolinea le esultanze dell’azzurro e il tifo sfrenato che sicuramente Federico avrà alle spalle nei giorni del final table.

In una bella intervista video poi è proprio Butteroni a spiegare come sia stato fondamentale il mindset di ferro per una cavalcata così incredibile logicamente dettata anche dalla fortuna nei momenti decisivi.

Per Federico d’altronde sarebbe incredibile portare il titolo mondiale nello stivale e in tal modo aiutare anche l’economia del poker italiano in una fase di calo endemico dovuto alla crisi economica.

Anche Pokernews.com sottolinea come i maggiori risultati dal vivo di Butteroni siano stati lontano dall’Italia, in Australia e in Repubblica Ceca, a Rozvadov, dove ha conosciuto Marco Bognanni, uno dei suoi mentori per ciò che riguarda i tornei multitavolo.

Il portale sottolinea come il romano salga con questo risultato nella top 20 della all time money list tricolore, anche se solamente arrivare all’heads up finale lo vedrebbe salire in vetta alla classifica scalzando Max Pescatori.

Interessanti anche le statistiche sulla cavalcata di Butteroni verso il final table di Novembre.

stack butteroni main event

Purtroppo dalla tabella non si vede il momento critico passato da Federico prima degli ultimi livelli del day 5 quando era penultimo in chips con 36 giocatori left.

Momento sottolineato da pocketfives.com che svela altri interessanti retroscena del torneo di Butteroni.

Si torna infatti sulle polemiche generate dal “tanking” dell’azzurro prima della pausa cena del day 6 in una mano dove su un board “wet” J 7 2 7 ha pensato per 5 minuti prima di trovare il fold contro Randall Clinger scatenando l’ira di Alexander Turyansky.

Il tedesco ha da lì iniziato a chiamare molto rapidamente il clock all’azzurro quando era impegnato in decisioni importanti per la propria tournament life.

Battaglia verbale terminata tra il teutonico e il nostro solo quando Butteroni è stato spostato di tavoli per il bilanciamento della situazione a 12 left.

Turyansky poi pagherà il karma con l’eliminazione in decima posizione nel flip della vita per un giocatore di poker.

Non sono comunque solo i portali statunitensi a occuparsi del “Butterò” nazionale.

Il sito spagnolo poker-red.com guarda con un po’ d’invidia al risultato ottenuto dall’azzurro visto che Butteroni si è trovato impegnato durante il day 4 con l’idolo di casa, Raul Mestre.

poker red butteroni

Il titolo è emblematico e sottolinea ancora una volte come l’azzurro sia purtroppo ultimo in chips alla partenza del final table con soli 15 grandi bui.

Secondo il portale spagnolo Butteroni dovrà considerare il tavolo di novembre come un freeroll, cercando di essere soddisfatto qualsiasi cosa accada.

Non per nulla infatti è stato il giocatore che ha messo più volte a repentaglio il suo torneo secondo i colleghi iberici rimanendo però in vita ogni volta nonostante uno stack da vere e proprie montagne russe.

Dal canto nostro speriamo che Federico continui a far parlare di sè i media stranieri nel mese di Novembre in un back to back europeo mai accaduto nella storia del Main Event Wsop.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari