Friday, Aug. 14, 2020

Storie

Scritto da:

|

il 28 Ott 2015

|

 

Negreanu difende Butteroni su Twitter : “Non ha mai tankato troppo quando ero al tavolo con lui”

Negreanu difende Butteroni su Twitter : “Non ha mai tankato troppo quando ero al tavolo con lui”

Area

Vuoi approfondire?

La pubblicazione degli ultimi video riassunto ESPN che mostrano il Day7 del Main Event WSOP hanno fatto riemergere le accuse di tanking estremo nei confronti del nostro November Nine Federico Butteroni.

Contro chi non ha lesinato critiche ai temporeggiamenti del romano è intervenuto Daniel Negreanu, che come sappiamo non si tira mai indietro quando deve dire la sua.

Avendo giocato al fianco di Federico da 27 left all’eliminazione, ‘Kid Poker’ si è schierato dalla parte del nostro connazionale su Twitter:

“Tantissimo odio verso il tanking di Butteroni ed è completamente impreciso ed ingiusto. Non ha mai tankato esageratamente in nessuno spot nel tempo che ho passato al tavolo con lui.”

La risposta di Butteroni non è tardata ad arrivare: “Grazie, lo apprezzo davvero. Penso che capiranno che se ho preso i miei tempi per pensare c’era un motivo…” 

In breve a suon di cinguettii è nata una piacevole chiacchierata in cui Negreanu non ha nascosto di provare simpatia per Federico: “I’m a fan buddy!” si legge in un commento del canadese.

Negreanu ha anche dato a Federico alcune dritte sulla mano giocata contro Justin Schwartz che lo aveva visto intervenire in difesa dell’azzurro contro la decisione del floor di contargli il tempo.

Federico avrà anche perso il coaching di Hellmuth, ma di sicuro ha guadagnato una pillola di freecoaching da ‘Dnegs’, che proprio da buttare via non è…

Ecco la mano: Federico apre 455.000 con JJ trovando il call di Peters da CO e la 3bet di Justin Schwartz dai bui con 92 per 1.550.000 totali. Solo Butteroni decide di andare a vedere il flop.

Flop: T2T Justin punta 1.200.000 e riceve il call dell’italiano
Turn: 7 Check to check
River: A  Schwartz esce puntando 2.800.000 e dopo appena 40 secondi di riflessione di Butteroni decide di chiamare il clock, scatenando le accuse di tanking di Federico, che anche al tavolo fu difeso da Daniel. Infine Butteroni getta la mano migliore.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

A seguire i consigli di Kid Poker e le risposte del nostro N9:

D.N.: Avresti dovuto sicuramente bettare quei J-J al turn 😉
F.B.: Sarebbe stata sicuramente una bella mossa. Ma se avesse avuto intenzione di check-shovare turn? Non era per nulla una scelta facile.
D.N.: Non l’avrebbe fatto. E se l’avesse fatto avresti potuto foldare. Comunque credo non l’avrebbe fatto, con nessuna mano. Comunque hai checkato e non è stata una scelta facile comunque!
F.B.: Questo è vero, ma è caduta una scary card al river. Lo avrei chiamato su qualsiasi altra carta, ma ho pensato che avrebbe valuebettato ogni A-X.

Di altra opinione è Joe McKeehen: il chipleader dei November Nine ha risposto al tweet dicendo che Butteroni ha effettivamente tankato molto più degli altri giocatori, sottolineando però di non voler insinuare nulla né muovere accuse di qualunque tipo.

Nel resto dei commenti il nostro Federico sembra aver riscosso molte simpatie da parte della community che mettendosi nei suoi panni riesce a giustificare qualche minuto in più di riflessione.

Justin Schwartz invece con quel clock chiamato in poco tempo ha ottenuto l’effetto opposto, trovando commenti che addirittura minacciano alla salute dei suoi (in verità pochi) denti… 

Guardate il replay del Day 7 Main Event WSOP con il nostro Federico seduto accanto a Daniel Negreanu!

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari