Saturday, Dec. 14, 2019

Storie

Scritto da:

|

il 2 Feb 2016

|

 

HoldemX – Il nuovo poker di Alex Dreyfus si ispira ad Hearthstone: altre carte si aggiungono alle solite 52!

HoldemX – Il nuovo poker di Alex Dreyfus si ispira ad Hearthstone: altre carte si aggiungono alle solite 52!

Area

Vuoi approfondire?

Che il presidente della Global Poker League Alex Dreyfus volesse portare una ventata di innovazione nel nostro mondo non era certamente un segreto.

Più e più volte Dreyfus ha parlato di agglomerare nel gioco del poker le caratteristiche di successo degli eSports (non prima di essersi sentito minacciato dagli stessi) cercando un gioco nuovo, un’unione tra due mondi che tanti punti hanno in comune.

È così che nasce l’idea della Global Poker League, un festival che ricorda molto i più importanti eventi del mondo dei videogames (se non siete intenditori potete capire di cosa stiamo parlando in questo match tra ElkY e Negreanu) e che tenta di arrivare allo stesso livello di spettacolarità, dinamismo, intrattenimento.

Ne è un esempio il The Cube, l’ambiziosa arena dove si svolgeranno gli scontri tra le 12 squadre del GPL, un cubo traslucido che, tra luci ed effetti speciali, permette al pubblico di vedere e sentire tutto ciò che vi accade all’interno e allo stesso tempo impedisce ai giocatori di farsi distrarre o aiutare dagli esterni.

Insomma quando il Pesca chiuderà un set al turn passando in vantaggio potrete finalmente sgolarvi senza preoccupazioni che i suoi avversari possano capire cosa è successo.

Tornando all’obiettivo di allacciare eSports e poker, sono uscite le prime anticipazioni ufficiali sull’HoldemX, il nuovo gioco coniato da Dreyfus che cerca di vivacizzare e rinnovare il nostro amato ma classico Texas Hold’Em.

Il risultato è più incredibile di quello che ci potevamo aspettare: utilizzando dei punti virtuali si potranno acquistare delle carte aggiuntive, chiamate xCards, che interferiranno nel nostro gioco prendendo di mira elementi come il board o le nostre hole cards.

Per esempio potremo acquistare una xCard che ci permetterà di avere tre carte in mano all’inizio, o una che trasforma tutte le carte di cuori in quadri, o ancora una che aumenta il valore di una carta trasformandola da un J ad una Q.

Ovviamente non ci sono magie e mostriciattoli, ma la presenza di carte che modificano la situazione di gioco ed il fatto che sembra si possa giocare solo Heads-Up ricorda molto il gioco online che sta  spopolando tra i pokeristiHearthstone.

Se non ci credete guardate il video qua sotto preso dalla pagina Facebook ufficiale di HoldemX:

HoldemX – Walkthrough – PresentationDiscover the alpha version of HoldemX®. You wanna play ?

Pubblicato da HoldemX su Lunedì 1 febbraio 2016

 

Cosa ve ne pare? Ci giochereste o continuerete a preferire il vecchio Texas Hold’Em? 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari