Saturday, Jan. 25, 2020

Poker Live

Scritto da:

|

il 18 Mag 2016

|

 

Sfida in chiave WSOP Mercier-Selbst: “Per aggiudicarmi la prop bet devo vincere più di un braccialetto!”

Sfida in chiave WSOP Mercier-Selbst: “Per aggiudicarmi la prop bet devo vincere più di un braccialetto!”

Area

Vuoi approfondire?

Il campione americano Jason Mercier in questi giorni sta grindando i tornei SCOOP di PokerStars.com con ottimi risultati,  poi però sarà impegnato alle WSOP di Las Vegas dove lo attendono grandi sfide personali.

Ai tavoli online Mercier è riuscito a centrare questo mese tre tavoli finali SCOOP piazzandosi sempre sesto ed incassando più di 80.000$. Una cifra sicuramente interessante, ma saranno ancora più importanti quelle per le quali giocherà al Rio il mese prossimo.

Mercier ha fatto delle rivelazioni alquanto scottanti, riguardo alle World Series, la scorsa settimana durante una lunga intervista concessa a Remko Rinkema del portale PokerNews ‘punto com’.

Rinkema ha avuto il piacere di chiacchierare con Mercier durante una sua rara pausa in questa stagione: “Questo è stato un anno pazzesco finora per me, ho girato tantissimo e sono rimasto solo due settimane in Florida“.

Sulle WSOP, Mercier rivela di aver fatto con Vanessa Selbst una scommessa simile a quella accettata da Dzimitry Urbanovich qualche mese fa. Già a gennaio Urbanovich ha voluto pagare 10.000$ alla Selbst per provare a vincere 2.000.000$: il polacco dovrà tentare di mettersi al polso ben tre braccialetti nella prossima edizione delle World Series!

La Selbst con Mercier è stata un po’ meno generosa, abbassando leggermente la quota. Mercier se dovesse vincere tre braccialetti WSOP nelle prossime settimane non prenderà due milioni di dollari ma quasi!

Rinkema chiede giustamente a Mercier se non sia meglio tenere tutte queste informazioni private. Mercier però non la pensa così: “Forse sì, ma Vanessa non mi ha mai detto di nasconderlo. Penso che queste scommesse siano interessanti per tutti gli appassionati di poker“.

In effetti è proprio così. Mercier ha spiegato che investirà anche altri soldi su nuove bet, sempre riguardo alla sua eventuale vincita di braccialetti. Come cambierà allora il suo approccio ai tornei?

Ecco la risposta direttamente da Mercier: “Gli eventi piccoli sono un perdita di tempo, li giocherò solo se saranno turbo. Mi concentrerò sugli eventi grossi da 10.000$ dove ho più possibilità di vincita. Giocherò solo 2/3 eventi da meno di 5.000$.

L’anno scorso non avevo bet sui braccialetti, non mi sono mai preoccupato di registrarmi subito ad un nuovo evento. Questa volta sarà un po’ diverso ma comunque mi concentrerò sugli eventi più ricchi. Non ho ancora guardato bene il programma. Dopo il 4 giugno comunque sarò molto attivo“.

Mercier fa altre rivelazioni interessanti riguardo ai tornei con buy-in stellari: “Tutti i regular degli high roller volendo possono permettersi di vendere anche tutte le quote. Io non farò così, però di sicuro non è necessario per me pagare tutto il buy-in. Non investirò mai 300mila o 500mila dollari per un singolo torneo, figuriamoci un milione“.

 

urbanovich

 

Mercier poi torna su Urbanovich, che a 21 anni potrà giocare per la prima volta le WSOP: “Non avrà difficoltà ad adattarsi, è già abituato a dormire poco e giocare tanto. È uno dei migliori giocatori al mondo, sa destreggiarsi in tutte le situazioni. È il classico avversario che non vorresti avere al tavolo. Non sarei sorpreso di vedergli vincere un braccialetto già questa estate“.

Mercier dunque potrebbe ritrovarsi a competere Urbanovich per il numero di braccialetti shippati: “Se dovessimo vincere due braccialetti entrambi sarebbe grandioso, la lotta per il terzo sarebbe incredibile. Comunque è già abbastanza difficile vincerne uno!“.

L’intervista di Jason va avanti toccando altri temi interessanti. Mercier per esempio è molto impegnato con le varianti, in particolare con il poker cinese: “C’è ancora molto interesse per l’OFC e voglio giocarlo parecchio anche alle WSOP“.

Scopriamo inoltre che Mercier è un bravo investitore: “Ho un business fuori dal gioco. Cerco di diversificare i miei investimenti, non solo nel poker“.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari