Thursday, Oct. 24, 2019

Poker Online

Scritto da:

|

il 3 Dic 2016

|

 

La GPL è stata una delusione? Polk la critica duramente: “Nessuno l’ha guardata, non ha senso”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

La GPL è stata una delusione? Polk la critica duramente: “Nessuno l’ha guardata, non ha senso”

Area

Vuoi approfondire?

È finita in archivio la prima stagione della Global Poker League e alcuni aggiungerebbero: finalmente!

Questa season inaugurale del format ideato da Alex Dreyfus ha lasciato insoddisfatti diversi spettatori, che forse si aspettavano qualcosa di più.

Nonostante la GPL abbia ingaggiato fortissimi giocatori della scena internazionale e proposto spunti tecnici interessanti, è mancato decisamente lo spettacolo e il ritmo nelle varie sfide.

Osservare dei Sit & Go online non è sicuramente il massimo della vita. Se poi i protagonisti li sposti in un cubo a giocare su un tablet, non è che cambi più di tanto…

Sui social le critiche si sprecano e gli unici entusiasti sembrano quelli che hanno partecipato attivamente alla stagione GPL.

Il più cattivo nei confronti della League in queste ore è stato sicuramente Doug Polk, personaggio seguitissimo in rete soprattutto grazie ai suoi numerosi e simpatici video.

Polk giustamente ha fatto notare come il suo streaming di un torneo online da 11$ di buy-in abbia registrato ad un certo punto più viewers dei playoff GPL: 927 contro 831.

Oltre a questo, Polk ha realizzato un filmato per prendere in giro la finalissima GPL! Ve lo potete godere cliccando qui sotto.

All’inizio del video Polk si sveglia e si fionda (beh, non proprio…) al pc per seguire lo scontro decisivo tra Montreal National e Berlin Bears. In realtà pare distratto.

Polk sottolinea alcune cose assurde nel team di Berlino: non ha alcun giocatore tedesco e nel suo nome cita l’orso, un animale inesistente in Germania.

 

 

Uno scatenato Polk trova anche il tempo per analizzare una mano tra Lavallee e Rast, nella quale però non fa altro che prenderli in giro perché stanno giocando per zero dollari, una cosa insensata nel poker.

Polk si fa serio per un attimo e spiega: “Sentite, io non ho seguito la GPL. Nessuno l’ha guardata. Non conoscevo nemmeno le squadre. Non so nemmeno chi abbia vinto perché ho pubblicato il video prima della conclusione della finale“.

Per chiudere lancia l’hashtag #lolGPL e invita tutti a fare i complimenti ai Las Vegas Moneymakers, facendo finta che abbiano loro.

Deve aver fatto davvero schifo la GPL a Polk se arriva a criticarla così duramente e pubblicamente, vestendo anche i panni del tipico troll di internet.

 

lolgpl

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari