Tuesday, Dec. 7, 2021

Strategia

Scritto da:

|

il 27 Dic 2020

|

 

Un fourbettato dieci left tra Viktor isildur1 Blom e Gianluca Speranza

Un fourbettato dieci left tra Viktor isildur1 Blom e Gianluca Speranza

Area

Vuoi approfondire?

Saper calibrare e soppesare ogni azione in base all’avversario e al momento del torneo, senza farsi prendere da colpi di testa e senza innamorarsi delle proprie carte, evitando di lasciare per strada chips inutilmente, è una delle caratteristiche che al tavolo verde distingue chi si approccia al poker in modo amatoriale dai professionisti.

Ne è una riprova questa mano giocata tra Viktor Blom e il nostro Gianluca Speranza al partypoker Millions Germany di febbraio 2018 che segnò il ritorno alla vittoria di ‘Isildur1’.

Il torneo è a dieci left e con una prima moneta di un milione di euro in palio le chips iniziano ad avere un loro specifico valore monetario. Vediamo subito nel dettaglio.

 

Aggressione pre, freno a mano post

Bolla unofficial final table, 32° livello di gioco, blinds 1.000.000-2.000.000 con bb ante.

Viktor Blom (88 milioni di stack) apre 4,5 milioni da utg con KK, Gianluca Speranza (112 milioni di stack) tribetta a 14 milioni da cutoff con TT, Blom fourbetta a 28,5 milioni, Speranza chiede il conto, Blom gli mostra il suo stack, Gianluca gioca.

Flop 6A9 doppio check.

Turn 6 doppio check

River 8 con un altro check to check i due vanno allo showdown.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

 

Quando la pressione ICM si fa sentire

La dinamica di questa mano è pesantemente influenzata dal momento del torneo in cui si verifica.

Con dieci giocatori rimasti in corsa per una prima moneta di un milione di dollari, il valore monetario degli stack ha larga voce in capitolo sulle decisioni.

Una fourbet preflop che lascia dietro una pot sized bet come quella piazzata da ‘Isildur1’ di solito è molto ‘faceuppante’, se non fosse che qui appunto parliamo di ‘Isildur1’. Anche il flat di Gianluca, del resto, tendenzialmente indica una mano di valore.

Quando il dealer stende sul board la carta scary – parliamo dell’asso – i due giocatori tirano il freno a mano ed evitano di investire ulteriori chips nel piatto.

Ovviamente stiamo parlando di due campioni che elaborano ‘thought process’ fuori portata per noi comuni mortali. Ma non possiamo fare a meno di constatare che su un board senza l’asso la dinamica sarebbe stata ben diversa.

Probabilmente lo sarebbe stata anche se la mano fosse arrivata in una fase del torneo in cui le decisioni non hanno un peso monetario e devono essere prese solamente in base alla aspettativa di vincita in chips.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari