Saturday, Jul. 11, 2020

Strategia

Scritto da:

|

il 22 Giu 2020

|

 

Il disastroso call che costò a Phil Hellmuth il quinto posto al tavolo finale online delle WSOP 2019

Il disastroso call che costò a Phil Hellmuth il quinto posto al tavolo finale online delle WSOP 2019

Area

Vuoi approfondire?

Il 1° luglio partono le WSOP in versione online e tanti regular delle World Series sono pronti a cambiare campo d’azione pur di lottare per il braccialetto.

In prima fila c’è Phil Hellmuth, che i giorni scorsi, in un Podcast, si è dichiarato sicuro di poter dire la sua anche al di fuori di quella dimensione live in cui vanta grande esperienza.

Durante la trasmissione, ‘The Poker Brat’ ha spiegato che la sua sicurezza si basa sull’allenamento online durante la quarantena e che già lo scorso anno, al primo evento WSOP online cui ha partecipato, arrivò molto vicino al braccialetto.

Nell’evento 7 delle WSOP 2019, un 400$ NLHE, Hellmuth arrivò infatti in quinta posizione. Nel raccontare quel tavolo finale, il record-man di braccialetti World Series ha ricordato di essere uscito in coinflip al river, chiamando con coppia di Quattro l’openpush del chipleader che andava all-in ogni mano.

Viste le implicazioni ICM in ballo lo spot mi ha incuriosito. Nel blog delle World Series ho scoperto che la memoria di Hellmuth ha fatto cilecca.

 

La mano così come è andata

Hellmuth infatti chiamò l’openpush del chipleader, Yong ‘LuckySpewy1’ Kwon che poi avrebbe vinto il torneo, non con una coppia di Quattro ma di Tre.

Questa era la situazione degli stack quando si è verificato il call che ha eliminato Hellmuth in quinta posizione. I blinds erano a 140.000/280.000 ante 35.000:

UTG 4.041.782
UTG1 5.948.952
BTN 23.889.376
SB 6.082.074
Helllmuth 3.408.346

Phil aveva quindi circa 12bb di stack quando ha deciso di chiamare. Per sapere meglio il valore atteso del suo call ci siamo appoggiati su un calcolatore di Nash ICM disponibile online.

Giusto per la cronaca, Kwon aveva K-T e trovò un K al river.

 

I calcoli del valore atteso per Nash ICM

Oltre agli stack, al calcolatore abbiamo dato in pasto anche il payout del torneo, fondamentale per calcolare il valore atteso monetario della mano da parte di Hellmuth:

payout torneo wsop hellmuth

 

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

In questa situazione di stack e con questo payout, secondo l’equilibrio di Nash, Hellmuth avrebbe dovuto chiamare con coppie dal Cinque a salire:

range hellmuth spot ft wsop

Clicca per ingrandire l’immagine.

 

Come si vede nella immagine, giocando in equilibrio il chipleader deve openpushare da bottone col 91,9% del mazzo, ed Hellmuth deve chiamare con un range del 18,7%.

Il suo call con coppia di Tre è quindi più largo rispetto a Nash. Ma c’è una considerazione da fare che sposta molto: parlando dello spot, infatti, Hellmuth ribadisce che il chipleader stava pushando “ogni singola mano”.

Ai suoi occhi, quindi, Yong Kwon non stava seguendo Nash e questo è un fattore che non sposta poco al momento di chiamare.

 

Il range di call corretto su push ATC

Per capire quale fosse il corretto range di call sul chipleader che pushava ATC (any two cards, con tutte le carte del mazzo ovvero il 100% delle volte, ndr) ci siamo spostati su ICMIZER.

Secondo il tool, ovviamente, su push ATC si deve chiamare più larghi rispetto alle situazioni in cui il chipleader segue l’equilibrio di Nash. Ma questo allargamento non contempla le coppie più basse dei Cinque, come si vede nella immagine.

range call hellmuth vs openpush btn

 

In pratica, secondo ICMIZER, dato il payout e gli stack in gioco, il call di Hellmuth con coppia di Tre sull’openpush del chipleader aveva un valore atteso negativo di 1.553$.

Hellmuth farebbe bene a tenerlo presente, nella caccia al sedicesimo braccialetto che partirà a luglio.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari