Friday, Sep. 24, 2021

Poker Live

Scritto da:

|

il 20 Ott 2015

|

 

Dan Smith torna sulla mano contro Sammartino alla GPM: “Consapevole del rischio stavo per correre!”

Dan Smith torna sulla mano contro Sammartino alla GPM: “Consapevole del rischio stavo per correre!”

Area

Vuoi approfondire?

Qualche mese fa avevamo provato a contattare Dan Smith in occasione della mano giocata contro il nostro Dario Sammartino alla Global Poker Masters.

Un colpo che ha fatto discutere parecchio e grazie al quale l’Italia è riuscita ad approdare in finale con un vantaggio consistente rispetto alla Russia, per poi aggiudicarsi il titolo.

Nella fase 3-handed come alcuni di voi ricorderanno, Sammartino finisce ai resti contro Dan Smith chiamando la sua 5-bet/shove con due Assi, mentre il player americano gira una coppia di Sette che condanna gli Stati Uniti al terzo posto a seguito di un board senza particolari sorprese.

In questi giorni lo abbiamo incontrato ai tavoli e non potevamo esimerci dal chiedergli nuovamente un parere su quella giocata.

Ecco cosa ci ha raccontato Dan Smith a proposito:

IPC: Dan, la domanda che tutti si sono posti è. cosa hai pensato in quel momento quando hai deciso di andare all-in?

DS: “Lui rilancia da bottone e io 3-betto con coppia di sette. Non avevo ancora giocato con lui prima di quel momento e ho pensato che come gli altri italiani fosse abbastanza aggressivo e potesse aprire quasi ‘any-two’ da bottone. Nella mia decisione di mandare i resti sulla sua 4-bet ha influito sicuramente il format del torneo che consentiva ai due team migliori di arrivare alla finale dove arrivare con uno stack importante alla fase heads-up era davvero importante. Normalmente la strategia nei tornei è quella di preservare lo stack ma in quella situazione specifica avere la possibilità di prendere un bel vantaggio assumeva un valore diverso: arrivare ad uno shoot-out col 90% delle chip in gioco significa matematicamente vincere nove volte su dieci, specialmente quando la partita si gioca alla meglio di cinque. Detto ciò dopo il fold del player russo e la 4-bet di Dario ho pensato che avrei potuto portare a casa un piatto molto grosso senza showdown, dato che lui avrebbe chiamato solamente con una mano davvero forte o al massimo ‘gamblare’ il colpo  con una mano come A-K, che era esattamente ciò che volevo. Poi ovviamente è davvero scomodo giocarsi 70 blind trovandosi al 18% ma è stata una scelta consapevole e un rischio che ho voluto prendere.”

dan-smith

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

IPC: Nel Team Italy, dopo una certa diffidenza iniziale, è subentrato un grande entusiasmo tra i nostri portacolori. E’ successo lo stesso anche a voi?

DS: “Conoscevo i miei compagni di team da oltre tre anni c’è stata da subito un’ottima intesa con loro. Inoltre sentivamo di avere la responsabilità di un intero paese sulle spalle e volevamo assolutamente raggiungere la vittoria.”

IPC: Come hai giudicato nel complesso la Global Poker Masters?

DS: “La manifestazione in sé è stata molto bella anche se c’erano delle cose che mi auguro vengano modificate in futuro, come il numero dei partecipanti o la questione relativa allo ‘stoling’, ovvero quando dopo due ore di gioco ogni player impiegava troppo tempo per prendere una decisione. Nel poker le cose non vanno così ovviamente perché in casi simili, quando uno ha un grosso vantaggio in chip, può semplicemente cominciare a foldare qualsiasi mano e mantenere la leadership.”

 

Seguite con noi l’avventura degli azzurri alle WSOPE sul nostro Social Blog!

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari