Reg identikit – Simone ‘PlzDontSpeak’ Lontani: “Negli MTT è il mindset a fare la differenza!” | Italiapokerclub

Saturday, Mar. 28, 2020

Poker Online

Scritto da:

|

il 29 Apr 2016

|

 

Reg identikit – Simone ‘PlzDontSpeak’ Lontani: “Negli MTT è il mindset a fare la differenza!”

Reg identikit – Simone ‘PlzDontSpeak’ Lontani: “Negli MTT è il mindset a fare la differenza!”

Area

Vuoi approfondire?

Dopo aver shippato il Sunday Special in quel di dicembre, Simone “PlzDontSpeak” Lontani, 23 anni da Forlì, è tornato a ruggire su PokerStars, sfiorando il bis nel torneo principe della room della picca.

La sua corsa si è arrestata sesto posto nel “KO edition” e al settimo nello “Special 2nd chance” di qualche settimana fa, ma l’amarezza ha lasciato spazio alla consapevolezza di essere oggi uno degli Mtter più preparati del panorama punto it.

Non ci siamo dunque fatti scappare l’occasione d’intervistarlo per il nostro reg identikit, chiedendogli quando e come nasce la sua storia pokeristica:

“Ho conosciuto il poker molto presto, mentre frequentavo ancora l’istituto tecnico, tra i banchi di scuola.
Ho iniziato ad appassionarmi dopo aver appreso i fondamentali; con il passare del tempo e l’attenzione che anche le televisioni hanno iniziato a dare al “giochino” mi sono interessato sempre di più, ma mai avrei pensato sarebbe potuta diventare la mia professione. Finite le scuole dopo qualche lavoro sporadico, ho colto al balzo la situazione di precarietà iniziando a studiare a fondo ed a perfezionare sempre di più il mio poker. Nel 2014 il Texas Hold’em faceva già parte della mia quotidianità, infatti, a fine anno, dopo qualche sacrificio, riuscii ad ottenere lo status di Supernova su Pokerstars, risultato per me molto significativo in quanto abitando ancora in casa con i miei genitori si rivelò inoltre una fonte di guadagno inaspettata. “

La vera svolta arriva dunque proprio nel 2014, quando Simone si convince a switchare dal cash game agli MTT:

“Ai tempi giocavo ancora cash-game ai tavoli zoom di Pokerstars, quindi il mondo mtt era ancora per me abbastanza un’incognita. ‘Galeotta’ fu una mano giocata proprio in quei tavoli contro Simone ‘Spera91’ Speranza. Quello spot fece sì che mi notasse, mi contattasse e mi proponesse il percorso Pokermagia appena decollato di stacking/coaching mtt nel suo gruppo. Dopo un’attenta valutazione, decisi di accettare, conscio che regolarmente mtt significa essere meno flessibili a livello di orari e avere uno stile di vita non esattamente salutare. La cosa più difficile di questa transazione è stata lo stack management perché cash game ero solito giocare sempre deep (100bb+) mentre mtt, visto anche le strutture dei tornei in Italia le dinamiche cambiano totalmente. Ho iniziato l’esperienza in Pokermagia partendo dal livello più basso ovvero ABI 10 con uno spending di 200€ proprio in conseguenza alla transizione sopracitata. L’inizio non è stato dei più facili in quanto i risultati tardavano ad arrivare ma dedizione, impegno e le dritte quotidiane di Spera91 hanno invertito questa tendenza. Durante l’anno il mio spending aumentava fino a mettere in schedule tornei come il sunday special.”

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Torneo con il quale Simone sembra avere un legame particolare: gli upswing del suo grafico sono essenzialmente dovuti ai già citati risultati nel prestigioso torneo da 100€ di buy-in:

shot

“Ho acquisito fiducia ed ho iniziato l’anno con la consapevolezza di poter fare grandi cose e questo mi ha dato la carica per assumermi anche nuove responsabilità. Ora gioco average buy-in 30 con uno spending che varia dai 600€ agli 800€ per sessione, per un totalte di circa 600-700 mtt mensili. Essendomi abituato ormai a questa routine ed al sitting di almeno 20 tornei a sessione trovo abbastanza noioso partecipare a dei live, preferisco sfruttare questo tempo per uscire con amici ed avere uno straccio di vita sentimentale; abbiamo un cuore anche noi, non solo picche!

Simone ci tiene in ultimo a fare due nomi che ha come riferimento-modello-stimolo per migliorare ancora:

“Ci sono poche persone che stimo e che prendo come esempio nel mondo del poker. Uno di questi è sicuramente il già citato ‘Spera91’ che mi sopporta e soprattutto supporta nei momenti più oscuri nei quali questo ‘giochino’ può abbandonare portando il nostro rapporto coach-allievo ad una forte amicizia. Un’altra persona mi sento di citare è Emiliano Conti, sempre disponibile per delucidazioni confermando la sua preparazione in materia e la sua posizione tra i top player in Italia. Concludo dando un consiglio a tutti i miei colleghi, presenti e futuri, la differenza nel poker non la fa la fortuna ma la fa la testa. Ci vogliono anni per prepararla a questo tipo di lavoro ed in questo io ancora devo migliorare molto, ma con l’aiuto del mio gruppo di Pokermagia e dei miei amici della ‘tavernetta210’ sono sempre riuscito a risollevarmi da momenti meno fortunati e mentalmente più fragili.”

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari