Monday, Aug. 19, 2019

Storie

Scritto da:

|

il 14 Lug 2016

|

 

“Ho raggiunto l’apice, sto pensando di smettere” Holz shock dopo il successo all’High Roller One Drop

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

“Ho raggiunto l’apice, sto pensando di smettere” Holz shock dopo il successo all’High Roller One Drop

Area

Vuoi approfondire?

13.534.494$ in poco più di 7 mesi.

Ne abbiamo parlato e riparlato, lo abbiamo osannato, siamo riusciti a intervistarlo in esclusiva più d’una volta, ma il suo l’ultimo successo ha lasciato noi e l’intera community del poker mondiale senza parole.

Fedor Holz, a soli 22 anni (ne compirà 23 il 25 luglio), è già nella leggenda di questo gioco: 1° nella all-time money list tedesca, 9° nella top 10 all-time money list mondo e ovviamente primo, per distacco, nel ranking GPI 2016.

Una scorpacciata di successi in fila che ha letteralmente stordito lo stesso Holz, che in più di una circostanza ha detto di non essere certo se si tratti di un sogno o meno. Ed è sincero: riuscire a realizzare quanto combinato risulta complesso anche per un alieno come lui.

holz

La shock emotivo, accompagnato ovviamente dalle ingenti vincite, ha dunque portato Holz a rilasciare dichiarazioni davvero sorprendenti in queste ultime ore. Sfortunatamente, questa volta, non siamo riusciti a stabilire un contatto diretto con lui, ma da quel che raccontano i colleghi dei media presenti alle WSOP, pare che Fedor stia seriamente pensando di abbandonare le scene:

“Giocare mi diverte ancora molto e non penso che smetterò di colpo, ma al termine di queste World Series svestirò gli abiti da giocatore di poker professionista. Devo ancora decidere cosa fare, ma avrò tutto il tempo per capire che strada prendere. Farò tanti viaggi, convinto mi aiuteranno ad aprirmi la mente sul futuro. Ogni tanto tornerò ai tavoli, ma saranno apparizioni estemporanee. Non riesco a credere a ciò che ho fatto.”

Le parole del ragazzo di Saarbrucken lasciano trapelare mentalità e maturità fuori dal comune.

“Penso che il problema della maggior parte della gente sia quello di non valutare attentamente le opzioni che hanno. Nel mondo del poker incontri tanti generi di persone e personalità diverse. Player che hanno lavori diversi e che si sentono realizzati in quello che fanno, e io ho come la sensazione che là fuori ci sia qualcosa che in questo momento possa stimolarmi più del poker. Credo di esser vicinissimo all’apice, al tetto massimo, andando al di sopra di ogni mia aspettativa. E quando in un qualsiasi ambito si raggiunge il vertice è giusto cambiare, cercando qualcosa in cui devi mettere tutto te stesso per progredire ed elevarti rispetto alla massa. Se faccio una cosa e non riesco a migliorare, non sono felice. In questo mondo penso davvero di non poter salire ancor più su!”

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari