Sunday, Aug. 7, 2022

Poker Live

Scritto da:

|

il 17 Giu 2013

|

 

Finisce l’avventura italiana al Mixed Max: bene Mosele e Fundarò, Sammartino fra i primi 16

Finisce l’avventura italiana al Mixed Max: bene Mosele e Fundarò, Sammartino fra i primi 16

Area

Vuoi approfondire?

Il Day3 del Mixed Max iniziava con tre italiani ancora in gara anche se due di loro, il pro di PokerYes Massimo Mosele e Giacomo Fundarò dovevano sperare veramente in un miracolo che purtroppo non è arrivato. Molto short entrambi nel primo incontro della fase heads-up, si sono dovuti fermare subito ma con un bel premio di 10.360$ per ciascuno. È arrivato invece un po’ più lontano Dario Sammartino.

Dario ha giocato un heads-up molto teso con Barry “Big Dog” Lang. Molto teso una volta iniziato, perché Sammartino è arrivato abbastanza in ritardo al suo incontro. Sembra che nemmeno l’esperienza di vedere un giocatore sperperare il suo stack nel Day2 dello Stud possa cambiare l’amore di Dario per il letto la mattina. Ecco le sue spiegazioni su Facebook: “Dovete sapere che quando andavo a scuola ero sempre l’ultimo ad arrivare la mattina, soprattuto quando c’era il compito di matematica… E non perché non mi piacesse la matematica ma era così semplice… Allora me la prendevo con calma… Come con il poker!!!“.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Di semplice in realtà il suo heads-up ha avuto poco. Dario si è visto costretto a un hero fold con AQ su board 66A58, convinto che il suo avversario avesse un 6. La lettura probablemente è stata dovuta all’eccessivo teatro messo in scena da Lang nel check-raise al turn. Rimasto abbastanza short, Dario è riuscito a raddoppiare due volte per riprendere la chiplead per poi finire l’heads-up in all-in preflop dominando Lang con A3 suited contro K4.

L’avventura di Sammartino è durata ancora un po’ ma è finita comunque nella fase successiva con solo 16 giocatori rimasti. Dario è finito ai resti con 85 su un board 35TK dove Dan Healey aveva il K. Il river non ha portato niente di utile e Dario è stato player out con un bel compenso di 18.657$, il secondo in the money per lui in queste WSOP. Dario si mostrava un po’ amareggiato per questa fine un tanto agrodolce: “Out!!! Non sono stato molto fortunato e non ho neanche giocato molto bene… Mi dsipiace #supertilt#“.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari